Serie B – Impresa Giulianova contro Porto Sant’Elpidio

Serie B – Impresa Giulianova contro Porto Sant’Elpidio

I giallo-rossi così mantengono vive le speranze di salvezza diretta.

di La Redazione

Impresa dell’Etomilu Giulianova che dopo una settimana di allenamenti condizionata dalle assenze, con Banchi out per infortunio e Criconia in panchina per onor di firma, batte con merito il forte Porto Sant’Elpidio con il punteggio finale di 70-62, mantenendo così vive le speranze di salvezza diretta. In una gara dove l’ottimo approccio difensivo dei giallorossi ha fatto la differenza, così come il controllo dei rimbalzi (Tomasello 13), da sottolineare l’ottima prova del collettivo giuliese impreziosito dai 15 punti di Bastone, i 17 di Ricci, senza dimenticare i 7 consecutivi di Gallerini a metà ultimo parziale.

Giulianova schierava nel quintetto il capitano Sacripante, Ricci e Bastone, Preti da numero 4 e Tomasello sotto le plance mentre coach Domizioli per Porto Sant’Elpidio sceglieva di iniziare la gara con Cernivani in cabina di regia, Lovatti e Maggiotto esterni, Zanotti e Torresi a presidiare il pitturato.

Inizio gara tutto ad appannaggio degli ospiti che si portavano subito sul 6-0. Giulianova impiegava poco per riportarsi a contatto grazie ad una tripla di Bastone ed un appoggio a canestro di Preti (5-6 al 3’). Porto Sant’Elpidio aveva però uno Zanotti in ottima vena, ed era proprio l’ex Monteroni a firmare il parziale di 7-0 che riportava la Malloni in vantaggio di tre possessi (5-13 al 4’30”), costringendo coach Tisato ad un obbligato time-out. Al ritorno sul parquet l’Etomilu, con in campo contemporaneamente Tomasello e Locci, aggiustava la difesa concedendo poco o niente a Lovatti e soci ma in attacco veniva penalizzata dai troppi errori al tiro. Due giochi da tre punti di Bastone e Tomasello riportavano Giulianova in perfetta parità (13-13 al 7’30), poi lo stesso Bastone, con la sua seconda tripla della serata, firmava il +3 giallorosso (16-13) facendo esplodere i tifosi di casa. Vantaggio che si manteneva inalterato anche in chiusura di primo periodo di gioco (20-17).

La tripla del capitano Sacripante apriva il secondo periodo (23-17), poi ci pensavano Locci e Bastone a dare all’Etomilu il massimo vantaggio sul +10 (27-17 al 12’) a chiusura di un parziale monstre di 22-4. La difesa giallorossa nei primi 8’ del secondo quarto creava non pochi grattacapi agli ospiti che riuscivano a segnare un solo canestro dal campo. L’attacco però tirava un po’ il fiato e qualche errore di troppo al tiro impediva all’Etomilu di gestire un vantaggio addirittura più ampio degli 11 punti (31-20) che separavano le due squadre. Vantaggio che, nonostante la difesa pressing di Porto Sant’Elpidio, i giallorossi portavano quasi del tutto integro alla pausa lunga di metà partita (34-24 al 20’).

Al ritorno in campo coach Domizioli provava a continuare a giocarsela con la “zone-press” e la mossa sembrava poter dare buoni frutti anche perchè Giulianova, tra qualche palla persa e qualche tiro sbagliato di troppo, muoveva a fatica il tabellino. Locci segnava da sotto guadagnandosi un libero aggiuntivo e l’Etomilu si faceva trasportare dall’entusiasmo (40-31 al 25′), alzando ancora di più la pressione in difesa e non concedendo tiri facili ai due bomber Maggiotto e Lovatti. Senza i punti dei due esterni, e con Zanotti in panchina, la formazione marchigiana trovava con difficoltà la via del canestro ed era il solo Cernivani a sobbarcarsi il peso del fatturato offensivo (43-33 al 26′). Ed era proprio Cernivani con una tripla a riportare i suoi a soli due possessi di distanza dai giallorossi (45-39 al 28′). Bastone con un’imperiosa schiacciata e Tomasello dalla lunetta suonavano la carica, e Giulianova ricominciava a macinare punti dopo un paio di minuti di stasi (48-39). In chiusura di periodo, proprio sulla sirena, Navarini segnava il lay-up del -7 (49-42 al 30′) che dava coraggio ai suoi.

Zanotti in apertura di quarto segnava la tripla del -4 ma due canestri in fila di Sacripante e Locci costringevano la panchina ospite a chiamare minuto di sospensione (53-45). Al ritorno in campo Porto Sant’Elpidio sembrava trasformata e nel giro di 30″ arrivava fino al -3 (53-50). La parità arrivava al 33’30 e questa volta era coach Tisato a chiamare time-out per cercare di interrompere il buon momento degli ospiti. Lovatti saliva prepotentemente alla ribalta e con la sua seconda tripla del quarto portava i suoi al +3 (53-56 al 34’30), sfruttando anche un paio di minuti durante i quali l’Etomilu litigava con il ferro. Ci pensava Gallerini a tirare fuori dai guai i giallorossi. Il bomber giuliese segnava sette punti in un amen e l’Etomilu rimetteva il naso avanti sul 60-56. Si entrava negli ultimi due minuti di gioco con Giulianova avanti di 6 punti (64-58) poi ci pensava Preti, con la sua prima tripla della serata, a firmare il +9 (67-58 al 38’20) che sapeva di vittoria. Gli ultimi 90″ erano infatti di pura accademia per l’Etomilu che gestiva il vantaggio fino al +8 di fine gara (70-62 al 40′).

ETOMILU GIULIANOVA – PORTO SANT’ELPIDIO 70-62 (20-17, 14-7, 15-18, 21-18)

Giulianova: Ricci 17, Bastone 15, Preti 7, Tomasello 7, Sacripante 5, Gallerini 7, Criconia ne, Locci 12, Sofia, Malatesta, Zacchigna.
Porto Sant’Elpidio: Piccone 7, Torresi 2, Cernivani 14, Balilli, Navarini 2, Cinalli, Lovatti 15, Romani 5, Bravi, Zanotti 10, Maggiotto 7.

FONTE: Area Comunicazione Giulianova Basket 85

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy