SERIE B – Impresa Nardò che sbanca Caserta e vola in semifinale

SERIE B – Impresa Nardò che sbanca Caserta e vola in semifinale

Nardò vince gara 3 contro Caserta e vola in semifinale.

di Emanuele Terracciano

La Decò Caserta clamorosamente è fuori dai playoff, in semifinale va un’eroica Nardò che vince gara 3 al PalaMaggiò.

LA CRONACA – Nardò inizia subito la partita puntando sul suo micidiale tiro da tre punti ma la Decò, spinta da un PalaMaggiò incandescente, trova in Ciribeni e Dip delle armi molto efficaci per offendere gli avversari e portarsi sul 10-6 in suo favore. Dopo il timeout voluto da coach Quarta, l’andazzo non cambia per la formazione pugliese che inizia a subire un Dip davvero in grandissimo spolvero. È un gioco da tre punti concretizzato proprio dal lungo con la maglia numero 4 bianconera a portare Caserta in doppia cifra di vantaggio sul 19-8. I padroni di casa abbassano notevolmente il loro rendimento e gli ospiti realizzano un parziale di 10-0 che ribalta il risultato portando Nardò in vantaggio per 20-19. Solo Dip permette ai bianconeri di chiudere la prima frazione di gioco in vantaggio per 23-21.

Anche in avvio di secondo quarto l’attacco della Decò sembra proseguire sulla falsa riga del finale di primo quarto mentre dall’altra parte Nardò trova in Provenzano un terminale efficace. In questa fase i fischietti della terna arbitrale si fanno molto sentire e la partita non è bellissima. Nardò allunga fino al +10 successivo alla tripla di Provenzano che porta il punteggio sul 38-28 in favore degli ospiti. Nel finale di quarto Dip e Ciribeni provano a dare la scossa a una Decò che va all’intervallo lungo sotto di sette lunghezze sul 41-34.

In avvio di terzo periodo le difese sembrano decisamente prevalere sugli attacchi ma, nonostante ciò, la Decò tenta comunque di risalire la china portandosi a -3 (46-43) dopo il 3/3 dalla lunetta di capitan Sergio. In questa fase di partita Caserta difende con un’intensità che non si vedeva da tempo ma l’attacco è spesso frettoloso e confusionario. I bianconeri toccano il -2 (51-49), ma nel finale di quarto un gioco da quattro punti di Drigo e una tripla di Ingrosso fanno sì che i padroni di casa debbano recuperare ben otto lunghezze nel corso del quarto periodo di gioco poiché all’ultimo mini intervallo il punteggio è di 58-50 in favore di Nardò.

Bottioni apre le marcature del quarto quarto, ma Nardò realizza velocemente un 5-0 di parziale che mette undici punti a separare le due squadre sul 63-52. Dopo l’ovvio timeout chiamato da coach Oldoini, l’andazzo della partita non cambia e il pubblico di casa inizia a temere seriamente una clamorosa debacle dei propri beniamini. La Frata Nardò, sfruttando anche l’enorme pressione sulle spalle dei bianconeri, tocca anche il +14 sul 67-53. Il tentativo di rimonta di Caserta è scomposto ma abbastanza efficace: infatti, i bianconeri rientrano in singola cifra di svantaggio ma fanno fatica a trovare lucide soluzioni offensive che permettano di capitalizzare il discreto lavoro difensivo fatto. La tripla di Sergio vale il -5 (75-70), ma il 2/2 dalla lunetta di Ingrosso porta il punteggio sul 77-70 in favore di Nardò con cui si entra nell’ultimo minuto e che sarà anche il punteggio finale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy