Serie B: Inizia la stagione della neo-promossa Broetto Virtus Padova, sotto il segno della continuità

Serie B: Inizia la stagione della neo-promossa Broetto Virtus Padova, sotto il segno della continuità

virtuspadova.it
  Lunedì 17 Agosto: Ferragosto è appena passato, c’è ancora aria di festa, di vacanze, di ferie non ancora del tutto finite, ma in via dei Tadi, nella tana nero verde sotto la cupola del Duomo, tutto è pronto. C’è tantissima voglia di ripartire, l’estate è riuscita a scolorire appena appena le mitiche imprese che hanno portato la Virtus Basket Padova in serie B, nella terza serie nazionale. E’ come se gli oltre due mesi passati dalla storica data del 24 Maggio non fossero esistiti e siamo pronti per ripartire!! I ricordi ci sono ancora tutti e ieri sera ne è stata la prova. Tanti tifosi che avevano riempito gli spalti nella scorsa stagione, sempre presenti a far sentire il loro tifo e il loro calore, sono corsi ieri sera a dare il benvenuto alla Prima Squadra, ad applaudire ai propri beniamini che da oggi sono pronti a ripartire.  Mai come ieri sera si percepiva nell’aria l’entusiasmo di qualcosa di speciale, di qualcosa di cui la società è e sarà sempre orgogliosa. Alle ore 19 tutto è pronto e si alza il sipario alla presenza del presidente Gianfranco Bernardi, del direttore sportivo Massimo Caiolo, di coach Massimo Friso, del consigliere Roberto Rugo e dei tanti collaboratori che insieme lavorano per far crescere la società nero verde. Sugli spalti la graditissima presenza di Flavio Camporese e Franco De Marchi,  presidenti rispettivamente  del Camposampiero e dell’Albignasego, società che con molte altre già nella scorsa stagione hanno aderito al progetto “Tutti per Padova, Padova per Tutti” . Si parte, tutti in silenzio, a rivedere i 10 minuti del bellissimo video che Andrea Costa aveva preparato in anteprima per la festa dei 70 anni Virtus e che rivedere suscita sempre sorrisi, emozioni e qualche brivido. Ad aprire le danze il ds Caiolo, al suo quarto discorso di inizio stagione…”E’ un onore ed un privilegio dare il via alla stagione sportiva. E’ per me il quarto anno, l’anno più bello, l’anno dei 70 anni e l’anno che dà il via alla serie B”. Una B che non è arrivata per caso ma è frutto di lavoro sui giovani, di sacrifici e di un pizzico di fortuna!! 70 anni di settore giovanile, di sforzi continui per dare  la pallacanestro a tutti i ragazzi di  Padova. Un saluto particolare a Flavio Camporese e Franco De Marchi che collaborano con Virtus per far crescere i propri giovani di talento”. E a seguire il momento clou… uno ad uno, tra applausi e “batti il cinque”, ecco arrivare tutti gli atleti, a partire da quelli dell’under 18 che sotto la guida di coach Daniele Rubini aspireranno alla panchina della DNG, i giovanissimi Visentin, Deserti e Clark. Si prosegue con i ragazzi annata ’97 che quest’anno giocheranno nell’under 20 DNG e in doppio tesseramento con società amiche, sono: Filippo Rizzi, che giocherà anche in serie C regionale in doppio tesseramento con l’Albignasego di coach Benetollo. Stefano Calzavara che farà il doppio impegno della serie D con i Raptors Mestrino di coach Valentini e della prima squadra Virtus, Matteo Ferrara e Giovanni Bonetto che verranno sottoposti al triplice impegno della serie B Virtus, serie D a Limena con coach Pellecchia e DNG, Pietro Cecchinato, neo “acquisto”  che, direttamente dall’ Arcella, si aggrega alla Prima Squadra e alla DNG. A lui un caloroso benvenuto da tutti. Concludono l’ingresso in campo sempre tra continui applausi i senior, ad ognuno due parole da parte del diesse. Riccardo Contin, il Conte, anno 1995, un bellissimo esempio come si può essere motivati a giocare per i propri compagni, Filippo “Pippo” Sabbadin, altra colonna della Virtus, “custode” delle chiavi della società, sempre presente, anche a fine luglio a far tiri…, Federico “Fede” Schiavon, da lui si attende lo storico aeroplanino.. e ce lo concede!! Davanti a tutti i presenti Federico entra in campo volando!! Marco Lazzaro, il Gladiatore, la vera scoperta di coach Massimo Friso, che ha farro vedere i sorci verdi a tutti i nostri avversari, Gabriele Salvato, perno importantissimo della squadra, il ragno, Carlos Canelo, che ha fatto vedere a Padova sprazzi di basket a cui non eravamo abituati.

virtuspadova.it

Crosato, il presidente Bernardi, Mabilia, coach Friso, Tuci

Si prosegue con i tre nuovi acquisti, due “vecchi” amici che Virtus ha  incontrato più volte sulla sua strada, o meglio dire, sul parquet… Alberto Mabilia, ragazzo importantissimo, un esempio per tutti i ragazzi, a partire da quelli seduti in tribuna. Alberto ci fa capire che il basket non è sport solo per gli altissimi, che anche i  non alti ma determinati possono trovare in questo sport il proprio valore, Enrico Crosato, detto Croce, colui che sarà il secondo gladiatore, già virtussino negli anni passati, era salito a livelli superiori e la Virtus è stata bravissima a raggiungere quei livelli per andare a riprenderselo! Francesco Tuci, ultimo arrivato, direttamente dal Cus Torino che dovrà darsi un gran da fare a non far rimpiangere il nostro gigante Pavels Pastusena, e dulcis in fundo, acclamato da tutti e con un applauso che non voleva mai terminare, il capitano, il regista sul parquet, il volto più amato della Virtus, colui che c’era nella prima promozione in B, 25 anni fa e che c’era nella seconda e, come ha detto il diesse “72 anni e non sentirli”… Leonardo “Leo” Busca! A seguire la presentazione di tutto lo staff partendo da coach Massimo Friso, artefice della promozione e di un lavoro ad alti livelli, il suo assistente Adriano Primon e il secondo Lorenzo Pomes prelevato direttamente dalle giovanili, per la parte tecnica l’ultra confermato, il professore Roberto Taffara e il Team Manager Andrea Costa; Salvatore Passaro responsabile arbitri, ex-arbitro di Padova e Giovanni Visentin, sempre presente al tavolo delle partite; per chiudere due persone fondamentali nella trasmissione delle immagini: Nicola Bernardi per la parte fotografica e Massimo Allegro per le riprese durante e post partita. E non potevano non mancare due parole dai nuovi arrivati, primi tra tutti il “più nuovo”, Leo Busca “Da nuovo arrivato saluto tutti, sono emozionato nonostante questa sia la mia 72esima stagione… E’ bello vedere gli spalti già pieni nonostante il ferragosto appena passato, vi aspettiamo tutti! Non sarà facilissimo come è stato facile l’anno scorso.” Sono belle parole che fanno capire il clima di amicizia, di famiglia e di voglia di ricominciare che aleggiava ieri sera tra parquet e spalti. Clima confermato da Mabilia, Crosato e Tuci che nel loro discorso sottolineano la voglia, la grinta e la determinazione presente in loro e in tutta la squadra. Per concludere, come tradizione vuole,  non potevano mancare due parole da parte di Don Umberto, subentrato a Don Piero sempre presente al primo raduno dei neroverdi… “Non vengo a vedere le partite ma il lunedì leggo i giornali e ho letto con grande piacere i risultati conquistati nella scorsa stagione sportiva. Ne sono fiero e auspico che l’attività sportiva continui sempre ad aiutare a crescere e ad essere modello di valori per la vita dei nostri ragazzi.” A conclusione un breve accenno alla location per le partite della Prima Squadra. Verrà decisa a giorni – spiega il d.s. Caiolo – probabilmente in settimana, tre sono le possibilità che stiamo valiando, il San Lazzaro, Rubano e Montegrotto. Non sarà una decisione facile, come tradizione di Virtus, faremo il passo il linea con le nostre possibilità. Il PalaFabris incute paura, Rubano ci sta un po’ stretto… Nel Frattempo stiamo preparando la Campagna abbonamenti di cui avete visto la locandina sul sito e in palestra e la nuova divisa della Prima Squadra, locandina e divisa tutte curate dal nostro grafico Claudio Campesato.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy