Serie B, Isernia: intervista a coach Sanfilippo

Le parole di coach Sanfilippo.

Commenta per primo!

Manca poco all’inizio della preparazione atletica de Il Globo Isernia e ad un settembre ricco di amichevoli (si inizia il 31 agosto in casa contro Scauri). Coach Sanfilippo è alla sua prima esperienza in un campionato di serie B, ma ciò non lo intimorisce, così come non lo spaventa la sua giovane età: “Ho allenato in serie C nel girone pugliese – siciliano, che per molti aspetti ricorda il campionato che sta per cominciare, e ho ottenuto ottimi risultati. Purtroppo i costi federali impongono a molte squadre di fare sacrifici per quanto riguarda il roster e tutto ciò penalizza chi non ha grosse somme da spendere. Il livello è molto alto e forse è prematuro dire che punteremo alla salvezza diretta perché ancora non abbiamo avuto modo di conoscere le nostre avversarie. Una cosa è certa: noi daremo il massimo per rimanere in serie B”. Sanfilippo mira a giocare una pallacanestro “equilibrata”: occorre lavorare bene in attacco per poi difendere meglio. Il neocoach degli isernini è un amante del gioco di squadra: “nessuno dei miei giocatori è più importante dell’altro. Certo, a qualcuno sarà chiesto di fare determinate cose pretendendo forse un po’ di più, ma il mio obiettivo è costruire un ambiente sereno e affiatato”. Grande importanza riveste anche la preparazione atletica: “Siamo una squadra giovanissima, il giocatore più vecchio finora è Norcino, classe ’93. Il nostro preparatore atletico, il bravo Felice De Chiara, dovrà lavorare molto su questi ragazzi perché inevitabilmente ci sarà chi deve metter su qualche chilo, chi deve migliorare nella resistenza e così via. La nostra giovane età, sotto questo punto di vista, può essere un vantaggio. Certo, in alcune occasioni potrebbe mancare la “maturità cestistica”, che non si può pretendere da giocatori così giovani. Dobbiamo capire che sbaglieremo qualche partita, che a volte torneremo a casa con l’amaro in bocca, ma tutto questo fa parte del gioco e della crescita individuale di ognuno. L’importante è uscire dal campo a testa alta. Rassicuro però i tifosi: ci divertiremo parecchio, d’altronde questo è il primo obiettivo della pallacanestro”.

Il Globo Isernia può contare su un reparto esterni molto interessante: tra i nuovi arrivati, il play Marco Salari, proveniente dalla serie A2, è considerato uno dei prospetti più interessanti e ha già ricevuto convocazioni nella nazionale under grazie alle sue ottime prestazioni; Mattia Norcino viene da un anno di serie A1 con Avellino ed è un giocatore maturo e serio che può contare su una mano molto educata;  Mattia Melchiorri si è messo in mostra nella serie C piemontese giocando un buon campionato e degli ottimi playoff; Luca Lenti Ceo, guardia molto versatile capace di giocare egregiamente sia in attacco che in difesa; e non dimentichiamo, tra le “vecchie conoscenze”, l’isernino doc Gabriele Maria Triggiani, atleta molto maturo e sempre corretto, una garanzia in difesa. Il pacchetto lunghi è sicuramente da implementare, ma Sanfilippo può già fare affidamento su dei giovani molto validi: il “bestione” Klaudio Patani, che l’anno scorso ha fatto sognare i tifosi isernini, è un lungo molto atletico e grintoso che può contare su un fisico potente; Luca Gazineo, ala grande molto agile e dotata mani molto educate anche dall’arco dei 6,75; Angelo Luzza, che nella scorsa stagione ha ben figurato a Fondi chiudendo con 9.4 punti e 7 rimbalzi a partita.

L’entusiasmo e la voglia di fare bene non mancano, così come non manca il sostegno del calorosissimo pubblico isernino. Il girone D della serie B non è affatto facile e certamente qualche volta la giovane età costerà caro: Ci sono però tutte le carte in regola per fare bene.

Uff.Stampa Globo Isernia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy