Serie B. L’Eurobasket sbanca Senigallia e conquista Gara1

Serie B. L’Eurobasket sbanca Senigallia e conquista Gara1

Commenta per primo!

SENIGALLIA – EUROBASKET 77-87

Parziali: 23-21, 51-44, 64-71

Serie: 0-1

Pallacanestro Senigallia: Pierantoni 15, Battisti 6, Catalani 9, Giampieri 22, Bertoni, Maddaloni 5, Scrima, Diotallevi, Pasquinelli 4, Casagrande 16. All. Valli.

Eurobasket Roma: Alviti, Casale 11, Fanti 1, Scarponi 30, Righetti 23, Gori, Romeo 2, Staffieri, Salari, Pullazi 20. All. Bonora.

L’Eurobasket sbanca Senigallia, vince gara 1 e porta dalla sua parte la serie playoff contro i marchigiani, valevole per i quarti di finale. Dopo un primo tempo di sofferenze, causate dalle percentuali dei padroni di casa e dal problema falli che ha colpito prima Staffieri e poi Fanti, l’Eurobasket ha trovato nelle riprese le energie necessarie per portare a casa la partita e con un terzo quarto da applausi ha cambiato l’inerzia della partita. Straordinario Scarponi, con 30 punti e 6/11 dall’arco. Lui, Pullazi e Righetti combinano 73 punti sugli 87 di squadra. Ora si torna al PalAvenali, l’Eurobasket ha il match point già mercoledì sera sul proprio parquet.

Partenza dura per l’Eurobasket, che deve fronteggiare tre falli di Staffieri nei primi due minuti scarsi di gioco. Senigallia è avanti 4-0 e Bonora manda in campo al suo posto Scarponi. Proprio lui confeziona due triple in fotocopia nel giro di pochi secondi per il 4-6 al 3’. Vantaggio aumentato fino al 4-10 prodotto da Righetti. I marchigiani però sono assai carichi e con Pierantoni (altre due triple) tornano in parità e poi definitivamente avanti con il tiro dall’arco di Battisti (17-12). Casale in layup e Scarponi, ancora da tre, danno però la parità (17-17) al 7’. Gli ultimi tre minuti sono confusi, molti tiri sbagliati e il risultato si muove solo dalla lunetta (23-21 dopo 10’).

Ad inizio secondo quarto sono Giampieri e Catalani, i primi cambi di coach Valli, a produrre la nuova accelerazione dei padroni di casa (28-24). L’Eurobasket risponde coi primi punti di Romeo e con la tripla dall’angolo di Pullazi, che poco dopo si ripete centralmente (28-32 al 14’). Senigallia riordina le idee e mette insieme un parziale di 13-2 in due minuti che costringe Bonora al timeout sul 41-34, ispiratori i soliti Catalani e Giampieri. Staffieri commette anche il quarto fallo personale. L’Eurobasket si appoggia allora a Righetti (10 punti all’intervallo), che si prende la responsabilità dei possessi più importanti e riduce le distanze fino al -5. Ma Senigallia prosegue nel suo monologo di triple (8/24 a fine primo tempo) con Pierantoni e Giampieri sempre caldissimi. A 5’’ dalla sirena Casale mette la tripla del -5 (49-44), ma i marchigiani ribaltano l’azione nei pochi secondi a disposizione e, proprio sulla sirena, Romeo commette fallo su Giampieri che va tre volte in lunetta. Il 2/3 vale il 51-44 dopo 20’.

L’Eurobasket che torna in campo ha un piglio diverso in attacco e una concentrazione diversa in difesa. Bastano 3’ agli ospiti per tornare in parita: merito di Casale, Pullazi e Scarponi che producono un parziale di 0-9 (51-53), con Senigallia che si intestardisce da tre (0/5 ad inizio secondo tempo) e non trova più la fluidità del primo tempo. Nemmeno una rubata di Casagrande, con relativo contropiede (54-53) desta i marchigiani, in difficoltà con la fisicità di Pullazi nel pitturato. La prima tripla di Senigallia nella ripresa arriva solo al 26’, con Pierantoni (57-55), poi inizia a martellare Scarponi, caldissimo, che si scatena nei due minuti finali con due triple che valgono il 64-66 Eurobasket.  I padroni di casa vanno in panne e Righetti infila cinque punti finali per il 64-71 del 3’0, che archivia un terzo quarto dominato dall’Eurobasket per 13-27.

L’Eurobasket che torna in campo ha un piglio diverso in attacco e una concentrazione diversa in difesa. Bastano 3’ agli ospiti per tornare in parita: merito di Casale, Pullazi e Scarponi che producono un parziale di 0-9 (51-53), con Senigallia che si intestardisce da tre (0/5 ad inizio secondo tempo) e non trova più la fluidità del primo tempo. Nemmeno una rubata di Casagrande, con relativo contropiede (54-53) desta i marchigiani, in difficoltà con la fisicità di Pullazi nel pitturato. La prima tripla di Senigallia nella ripresa arriva solo al 26’, con Pierantoni (57-55), poi inizia a martellare Scarponi, caldissimo, che si scatena nei due minuti finali con due triple che valgono il 64-66 Eurobasket.  I padroni di casa vanno in panne e Righetti infila cinque punti finali per il 64-71 del 3’0, che archivia un terzo quarto dominato dall’Eurobasket per 13-27.

L’ultimo quarto si gioca in un clima infuocato, con Senigallia che accorcia lo svantaggio con Battisti (66-71) ma fatica comunque a trovare gli attacchi dei primi 20’. I liberi di Pullazi al 33’ mantengono avanti gli ospiti di sette. I marchigiani continuano a sparare da tre, ma stavolte le conclusioni vengono respinte dal ferro e l’Eurobasket arriva fino al +11 al 35’ con Casale e Scarponi (66-77). Il clima rimane sempre caldissimo, Pierantoni e Pullazi vengono puniti con un tecnico reciproco, per Pullazi è il quinto fallo. Giampieri e Catalani, ancora loro, giocano gli ultimi minuti con grande orgoglio e Senigallia ricuce fino al 75-79. Ma Scarponi ha altri piani per la serata, infila altre due triple e chiude i giochi: 77-87 Eurobasket.

Il capitano Giulio Casale a fine partita. “Cerchiamo sempre di fare la nostra pallacanestro, lavoriamo ogni giorno per questo e grazie a questo approccio siamo riusciti a conquistare una vittoria importante. Loro sono un’ottima squadra, hanno tanto talento, hanno difeso mettendoci le mani addosso. Eppure questo gruppo è eccezionale, abbiamo costruito buoni tiri e, pur non avendo le stesse percentuali come contro Montegranaro, ce l’abbiamo fatta. Siamo una squadra che gioca d’istinto, è la nostra vera forza. Si può prendere un tecnico, ma mai nessuno perde la testa. Ora sotto con gara-2, sarà ancora più importante di oggi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy