Serie B. La Poderosa batte Rieti e riapre i conti

Serie B. La Poderosa batte Rieti e riapre i conti

Commenta per primo!

Dino Bigioni Shoes Montegranaro – Npc Rieti 79-67 (19-17, 17-19, 24-20, 19-11)

Dino Bigioni Shoes Montegranaro: Micevic 8 (2/4, 1/2), Alessandri 9 (2/3, 1/4), Ciribeni 17 (1/4, 5/8), Gatti 12 (3/5, 2/4), Coviello 13 (5/8, 1/4), Ortenzi, Temperini 0 (0/2 da tre), Catakovic, Andreani 10 (2/3, 2/5), Ravazzani 10 (4/11)
Tiri Liberi: 5/9 – Rimbalzi: 32 24+8 (Coviello 10) – Assist: 15 (Andreani 5)

Npc Rieti: Giampaoli 9 (3/5, 0/4), Iannone 16 (6/9, 1/2), Stanic 13 (6/14, 0/2), Benedusi 0 (0/2 da tre), Granato 3 (1/4 da tre), Ponziani, D’Arrigo 0 (0/2 da tre), Spizzichini 17 (5/5, 2/7), Rosignoli 9 (2/5) N.E.: Colantoni

Tiri Liberi: 11/17 – Rimbalzi: 29 20+9 (Rosignoli 10) – Assist: 10 (Stanic 5)

La Prometeo Estra Rieti perde gara tre sul finale per 79-67, dopo essere stata in parità per lunga parte della gara. L’assenza di Feliciangeli, bloccato a Rieti per un fastidio fisico che dovrebbe essersi risolto, si fa sentire. Montegranaro allunga la serie 2-1. Ci si rivede sul campo domenica alle 18.00 ancora nell’hangar di piazza Ungheria, per gara 4. La partita sarà nuovamente trasmessa in diretta via WEB, via TV e via RADIO.
La cronaca.
A scendere in campo sono Stanic, Iannone, Benedusi, Rosignoli e Spizzichini per Rieti e Micevic, Alessandri, Ciribeni, Coviello e Ravazzani per Montegranaro.
Il primo ad andare a referto è Alessandri che segna due punti per la Poderosa, nell’azione successiva gli risponde Iannone, poi ancora da due Coviello a cui replica Stanic (4-4 a 7:58). Si va avanti in equilibrio, finché a metà della frazione i padroni di casa riescono ad allungare il vantaggio fino al 10-6, ma Iannone e Spizzichini riportano la situazione in parità ed il periodo si chiude 19-17.
La seconda frazione comincia con una bomba di Granato che porta Rieti in vantaggio (19-20), alimentato da un canestro da due di Giampaoli 19-22. Rieti conduce per qualche minuto fino alla bomba di Andreani (26-24 a 3:17).
Ad aiutare sotto canestro c’è anche Ponziani. Giampaoli con una tripla ci riporta in parità. Ciribeni (mvp per i suoi) replica dalla lunga, seguito da Alessandri che con un bel gesto atletico segna da due (31-20 a 5:16), la Bombonera si infiamma.
Entra anche D’Arrigo. Gatti intanto segna dalla lunga e porta i suoi sul +8 (34-26 a 4:16). Rieti non si fa intimorire dalla verve giallo blu e difende tosto e recupera palloni e con Spizzichini e le penetrazioni di Stanic si torna in scia (36-35 a 1:02). Con un libero di Iannone poi si ristabilisce il perfetto equilibrio. Le due formazioni vanno a risposo sul 36-36.
Al rientro in campo entrambe le squadre stringono le maglie in difesa e gli attacchi fanno fatica, ciononostante Gatti riesce a portare i suoi sul +4 (40-36 a 7:49) Per i reatini esce prima fuori Iannone, con un canestro da due e una tripla su assist di Benedusi che ristabilisce l’equilibrio 41-41, poi è la volta di Spizzichini che dalla lunga distanza porta Rieti sul +3 (41-44). Gatti, quasi chirurgico in questa fase, segna da tre e si va avanti così, dall’una e l’altra parte, a sprazzi, con canestri ed errori, mantenendo un equilibrio di base tra le due formazioni. La tensione sale, il gioco è sempre più fisico e ci sono tanti contatti anche non fischiati. Rosignoli si prende un tecnico per protesta che Montegranaro comunque non riesce a finalizzare. Giampaoli segna da due, Alessandri replica da due, poi Spizzichini segna da sotto, Coviello buca la retina da lontano, Ciribeni lo imita e con i due punti di Stanic che accorciano la distanza, il periodo finisce 60-56.
Gli animi in campo si scaldano sempre di più. La Bombonera è stipata, c’è ancora qualche posto libero sulle gradinate ospiti dove fa molto caldo. La partita è ancora aperta ed entrambe le squadre vogliono chiudere a proprio favore. La pressione sale.
I giocatori accusano un po’ di stanchezza, ci sono imprecisioni al tiro da entrambe le parti, ma Spizzichini segna da due (60-58 a 8:56). Difendiamo duro ed è una lotta su ogni singolo pallone. L’impressione sugli spalti è che spesso non veniamo tutelati. Andreani e Ciribeni segnano due triple, ed ancora Andreani e Ravazzani da due, è il massimo vantaggio gialloblu (70-58 a 4:42) E di fatti è questo il momento decisivo della partita. L’assenza di Feliciangeli si fa sentire, ora sia fisicamente che psicologicamente, anche se i ragazzi sono stati bravissimi a contrastare l’aggressività dei padroni di casa, animati oggi, come previsto, da una nuova energia. Finalmente viene fischiato un fallo a favore di Giampaoli che mette tre liberi 70-61. Ciribeni in trans agonistica segna da tre 73-61. Ora c’è fallo su Rosignoli che li mette entrambi, Gatti dall’angolo 75-63. Coviello segna da due 78-63 a 1:36. Stanic mette una bomba (78-65 a1:03). La partita finisce 79-67
Tabellini. NPC Rieti. Giampaoli 9,Colantoni, Iannone 16, Stanic 13,Bendedusi, Granato 3, Ponziani, D’Arrigo, Spizzichini 17, Rosignoli 9.
Montegranaro. Micevic 8, Alessandri 9, Ciribeni 17, Gatti 12, Coviello 13, Ortenzi, Temperini, Adem, Lorenzo 10, Ravazzani 10.

Conferenza stampa.

Coach Nunzi: “Montegranaro ha fatto un parziale di 9-0 e lì è finita la partita. Peccato perché è successo quello che è accaduto nella partita di ritorno un mesetto e mezzo fa. Sono riusciti a fare qualche canestro di troppo perché abbiamo concesso troppo spazio. Andavano limitati alcuni canestri che sono loro caratteristica. Ci siamo inventati tanti quintetti, tante rotazioni per distribuire meglio il minutaggio. Questa è la prima partita che perdiamo ai rimbalzi e in questo l’assenza di Picchio si è fatta sentire, ma non dobbiamo piangere perché per trenta minuti abbiamo saputo sopperire bene, diamo merito a tutti i nostri ragazzi per questo. Con tutto il rispetto per tutti i giocatori in campo è difficile essere costanti come rendimento in una serie così ravvicinata. Ci aspettavamo che alcuni avversari che nelle prime due gare non avevano dato il massimo qui avrebbero avuto un diverso rendimento. Tante cose che ci aspettiamo dobbiamo saperle gestire ed invece purtroppo ci facciamo sorprendere. Questa è una cosa da migliorare per gara quattro. A tutti capita che non funzioni qualcosa, il problema è come reagisci quando le cose non funzionano. Noi ci siamo intestarditi nel palleggio ed anche questo sarà motivo di studio sabato attraverso il video. I loro contropiedi non sono casuali, ma frutto dei nostri errori. Ad un certo punto non abbiamo più controllato la partita, cosa che invece abbiamo fatto nelle prime due gare. Domani valuteremo anche la situazione di Picchio per capire se potrà essere in campo domenica”.

Coach Steffè:” Devo ringraziare tutti i miei ragazzi, non è mai facile dopo due partite giocate punto a punto, ripartire giocando di squadra. Hanno avuto un cuore enorme, si sono cercati, si sono aiutati, hanno fatto scelte di squadra, dandosi fiducia l’un l’altro e sono stati aiutati dalla tantissima gente che c’era stasera. Tanto cuore, ma anche tanata testa, hanno eliminato egoismi, si sono stretti intorno ad un obiettivo. Le grandi squadre sono grandi perché affrontano le cose insieme, si fa gioco di squadra. Credo che al di là della vittoria, per un giocatore vivere queste situazioni sia fondamentale ed alcuni giocatori diventano vincenti perché avendolo vissuto arrivano ai play off con la mentalità giusta. Per quanto riguarda il pubblico, ringrazio tutti quelli che sono venuti stasera e ringrazio anche quelli di Rieti che erano qua perché altrimenti non sarebbe stato uno spettacolo. In generale non è solo importante vincere, ma è fondamentale creare un contorno che sia vincente. Nessuna società che non abbia una base forte sul territorio, di pubblico e di staff può andare da alcuna parte”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy