Serie B. La Sangiorgese sfiora l’impresa, ma vince Udine

Serie B. La Sangiorgese sfiora l’impresa, ma vince Udine

Udine passa sul campo della Sangiorgese

Con la sconfitta di Orzinuovi sul campo di Moncalieri, l’Apu Gsa Udine, in questa ottava giornata di ritorno, ha la possibilità di mantenersi in vetta alla classifica in solitaria. Sul percorso dei bianconeri, però, ci sono i giocatori della LTC Sangiorgese Basket che, davanti al proprio pubblico, vogliono ritrovare la vittoria dopo la sconfitta subita in casa di Varese nell’ultimo turno di campionato. Quella di stasera si presenta come una partita facile per la Gsa – all’andata finì 74-38 per Udine – che affronta una formazione di bassa classifica; le insidie però sono tante, soprattutto perché oggi si disputa il terzo match in soli sette giorni e la stanchezza fisica e mentale può essere un fattore determinante.

LTC SANGORGESE BASKET 74 – UDINE 80

(18-30; 37-41; 66-57)

Quintetto Sangiorgese: Tassinari, Vitali, Rossi, De Ruvo, Biraghi,
Quintetto Udine: Castelli, Zacchetti, Pinton, Di Giuliomaria, Porta.

Si apre il sipario sull’ottava giornata di ritorno di serie B con il tiro libero realizzato da Di Giuliomaria per Udine che dà solo il via al parziale iniziale bianconero di 0-6 controfirmato da Porta e dal chirurgico Pinton dai sei e settantacinque. De Ruvo prova a rendersi pericoloso, ma i suoi tiri trovano il bersaglio solo a 8’07 (2-6). Dopo la partenza lampo dei friulani, la Sangiorgese recupera terreno con il contro-break che costringe coach Lardo a chiamare time out (5-6, 6’05). Siamo in fase di studio per entrambe le squadre: la formazione udinese non ha ancora imposto il suo ritmo e questo non rende a livello di continuità realizzativa. A 4’28 Porta, incisivo dall’arco e poi dalla lunetta, traghetta i suoi al +9 (8-17). Grazie al canestro di Truccolo, l’Apu raggiunge il massimo vantaggio sul +13, ma Gorreri interrompe la striscia positiva degli avversari andando a referto con i suoi primi 3 punti della gara (11-21). Nel’ultimo minuto, Pinton si riaccende e per San Giorgo su Legnano cominciano le difficoltà: sebbene Gorreri metta fine al primo periodo con un canestro a fil di sirena, lo svantaggio è arrivato sul +12 (18-30).

Nelle prime battute del secondo periodo, la sangiorgese perde il suo miglior terminale offensivo: infatti Tassinari, caricato del terzo fallo commesso questa volta su Nobile, viene richiamato in panchina. È Udine ad andare a segno per prima e lo fa con un’imponente azione personale di Vanuzzo. Anche i lombardi si affidano al suo capitano: Priuli segna da tre; poi nel rientro difensivo, la palla recuperata viene concretizzata in un velocissimo contropiede. Questo mini parziale dei giocatori di coach Gandini (5-0) allarma la panchina udinese che preferisce fermare il gioco per riorganizzarsi. I padroni di casa alzano la difesa per sopperire alla differenza tecnica con la capolista e così facendo gli equilibri bianconeri vengono meno. Le piccole concessioni della compagine di Lardo, danno fiducia ad una Sangiorgese che cerca, punto dopo punto, di ricucire il distacco. Vanuzzo e Truccolo, però, in poco tempo, ricacciano indietro San Giorgio, anche se l’attacco dei ragazzi in casacca nera non riesce a decollare come, invece, accade di solito. A 1’57, Gorreri sigla il suo undicesimo punto dalla lunga distanza per il -6 (32-38); dall’altra parte Truccolo risponde nello stesso modo, ma Gorreri vuole avere l’ultima parola e allora nell’azione successiva è di nuovo il numero 11 in maglia bianca a trovare il fondo della retina dall’arco (35-41). Le squadre vanno negli spogliatoi sul 37-41.

Riprende la gara e la musica cambia: l’Apu Gsa allunga (parziale di 2-12) fino al 39-51. Dopo il time out, De Ruvo reagisce con una tripla immediata, ma Udine ora si muove meglio, riemerge la sinergia di squadra e i canestri cominciano a fioccare uno dopo l’altro. A 5’26 Porta, acquisto recente della formazione friulana, raggiunge la doppia cifra: l’argentino, dispensatore soprattutto di assist spettacolari, conferma di essere il valore aggiunto di questa squadra che già prima del suo arrivo vantava un’ottima solidità. Pesa, invece, sulla Sangiorgese la prestazione opaca di Tassinari, penalizzato forse dai falli commessi. Castelli, per l’Apu, sigla i suoi primi punti (51-62): anche per lui questa sera una performance non all’altezza delle sue capacità offensive. Il ritmo gara comunque diventa incalzante; l’Apu mantiene, senza troppe difficoltà, le redini del match fino alla conclusione del quarto (66-57).

Ultimi dieci minuti tutti da vivere: Udine è in grado di conservare il suo vantaggio, ma San Giorgio su Lugano può rendersi ancora pericolosa. A 7’37, infatti, Gorreri viene messo in ritmo per la tripla del -6 (62-68). Castelli realizza, ma De Ruvo è ancora protagonista dalla distanza; i lombardi utilizzano molto questa soluzione offensiva per fare male agli avversari. La Gsa allora si affida al suo nuovo regista: Porta sale in cattedra e comincia a macinare punti, regalando il +12 (65-77) a 4’29. Anche Tassinari sembra destarsi per il finale di partita; poi Priuli alimenta le speranze sangiorgesi segnando da sotto misura ma è Gorreri a dare la svolta: tripla del numero 11 di casa e -5 (72-77) a 2’17 dal termine. Ferrari fa respirare i friulani con un canestro dai sei e settantacinque; sebbene ci sia tutto il tempo di recuperare, De Ruvo perde banalmente un pallone in quel momento fondamentale. Tutti gli sforzi dei lombardi, che in ogni caso hanno il merito di aver dato del filo da torcere alla capolista, vengono vanificati: l’Apu Gsa, dopo una partita non del tutto semplice, si impone per 74-80.

LTC SANGIORGESE BASKET: Tassinari 9, Vitali 4, Rossi 5, De Ruvo 15, Priuli 9, Biraghi n.e., Nuclich 3, Gorreri 22, Toso 7, Dushi n.e. Coach Gandini.
APU GSA UDINE: Castelli 4, Marchetti n.e., Zacchetti 5, Truccolo 11, Nobile 2, Di Giuliomaria 4, Porta 13, Pinton 12, Ferrari 14, Vanuzzo 15. Coach Lardo.
Arbitri dell’incontro: Spano Nunzio di Sannicandro di Bari (BA) e Schena Cosimo di Castellana Grotte (BA).
Tiri liberi: Sangiorgese 7/12; Udine 12/18. Tiri da due: Sangiorgese 17/28; Udine 19/31. Tiri da tre: Sangiorgese 11/30; Udine 10/24. Palle recuperate: Sangiorgese 8; Udine 10. Palle perse: Sangiorgese 21; Udine 25. Rimbalzi: Sangiorgese 27; Udine 30.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy