Serie B. L’Apu prosegue il suo cammino travolgendo anche Padova

Serie B. L’Apu prosegue il suo cammino travolgendo anche Padova

Udine supera in scioltezza Padova.

L’Apu Gsa Udine ospita la Broetto Costruzioni Virtus Padova nella settima giornata di ritorno. Questa sera la situazione si fa più interessante rispetto al girone d’andata – quando i giocatori di Lino Lardo avevano regolato gli avversari per 61-81 – perché in palio, per Udine, c’è il mantenimento del primato in classifica, per Padova, la possibilità di continuare la striscia di vittorie consecutive, ferma a quota 4 dopo l’ultima prestazione in casa dell’Allmag Moncalieri.

APU GSA UDINE 73 – BROETTO VIRTUS PADOVA 59

(24-5; 38-29; 57-45)

Quintetto Udine: Castelli, Nobile, Porta, Di Giuliomaria, Ferrari.
Quintetto Padova: Crosato, Canelo, Stojkov, Di Fonzo, Schiavon.

Partenza lampo al PalaBenedetti per i padroni di casa, subito a segno con Ferrari dopo la palla contesa vinta da Di Giuliomaria. Ad incrementare il vantaggio udinese, ci pensa la schiacciata di Castelli nell’azione immediatamente successiva. Padova sembra disorientata dall’intensità dei friulani; è difficile star dietro ad una formazione che corre e che cerca sempre il gioco veloce in transizione. A 7’33 Porta segna e il 7-0 iniziale costringe coach Friso a chiedere il time-out. Al rientro Lazzaro trova il primo canestro per i veneti, ma dall’altra parte del campo continua il momento positivo della Gsa che riesce a guidare il match con più di 10 lunghezze di scarto. Al termine del primo quarto la formazione ospite insegue a -19 (parziale di 9-0 degli udinesi nella seconda metà della frazione): 24-5.

L’assenza di Poltroneri tra le file bianconere sembra non pesare sul bilancio della gara. Anche nel secondo quarto la Gsa gestisce senza particolari problemi. Padova cerca di farsi più pericolosa e a 6’53 si riavvicina con il canestro di Tuci, annullato subito dalla “bomba” di Pinton, il quale si esibisce nella sua specialità. Solo sul finire del periodo la rimonta della Broetto comincia a definirsi: a 2’32 Schiavon spara dai 6 e 75 per il -8 (33-25); uno scarto che può essere insidioso per i friulani, Truccolo, rientrato proprio questa sera dopo un periodo di stop causa infortunio, rimette le cose in chiaro, rispedendo senza troppi indugi gli avversari al -10. Padova, però, ora sa come far male alla squadra di Lardo e, infatti, in conclusione del secondo periodo, Busca e compagni, grazie al tiro di Lazzaro, fissano il punteggio sul 38-29.

Dopo la pausa lunga, la ripresa del gioco è in salita. Il primo punto del quarto arriva con i tiri liberi di Porta a 8’46, invalidati subito dopo dalla tripla del solito Lazzaro che riaccorcia a -8 (40-32). È lo stesso numero 12 veneto, un minuto dopo circa, a firmare il -5 (40-35) sempre con una realizzazione dall’arco. La Gsa replica e lo fa soprattutto con uno scatenato Pinton, in grado di piazzare in pochi secondi un mini parziale di 5-0 (49-37). La Virtus, dopo la rimonta, fatica a trovare il canestro e Udine ne approfitta, ritornando fino al +15 a 4’31. Sostanzialmente la situazione rimane in equilibrio fino al 57-45 di fine periodo.

Negli ultimi dieci minuti di gioco i virtussini dimostrano di aver esaurito le opzioni offensive: Udine, solida e compatta su entrambi i fronti, amministra il punteggio. Il primo a segnare è Castelli che riporta il +15 (60-45, 9’05) in favore dei bianconeri; poi ci pensa capitan Vanuzzo, ritornato oggi sul rettangolo di gioco in seguito ad alcuni problemi fisici che lo hanno tenuto lontano per un paio di settimane. A 5’35 Truccolo, trovando il bersaglio dalla lunga distanza, sancisce +20 friulano, massimo vantaggio raggiunto dai padroni di casa e replicato poi anche a 3’45 (71-51). La Broetto non può niente contro la corazzata di coach Lardo che, nuovamente, travolge i propri avversari e mette in cassaforte un’ennesima prestazione magistrale. A nulla servono le ultime cartucce sparate da Schiavon e Lazzaro sul finire del match: la partita si conclude sul 73-59 e per l’Apu Gsa Udine è ancora primo posto a pari merito con Orzinuovi, vincente stasera su Desio.

APU GSA UDINE: Castelli 22, Marchetti 11, Zacchetti 3, Truccolo 9, Nobile 5, Di Giuliomaria 6, Porta 4, Pinton 17, Ferrari 8, Vanuzzo 4. Coach Lardo.
BROETTO VIRTUS PADOVA: Stojkov 3, Schiavon 8, Canelo 8, Contin, Lazzaro 15, Salvato 5, Tuci 5, Crosato 7, Busca 4, Di Fonzo 4. Coach Friso.
Arbitri dell’incontro: Almerigogna Moreno di Trieste e Spessot Massimiliano di Gradisca D’Isonzo (GO).
Tiri liberi: Udine 15/19; Padova 6/11. Tiri da due: Udine 20/28; Padova 13/34. Tiri da tre: Udine 6/18; Padova 9/25. Palle recuperate: Udine 8; Padova 7. Palle perse: Udine 20; Padova 10. Rimbalzi: Udine 40 (Di Giuliomaria 8); Padova 21 (Crosato 6). 5 falli: Di Giuliomaria al 39’.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy