Serie B. L’Aquila Palermo doma una coriacea Stella Azzurra Roma solo nel finale

Serie B. L’Aquila Palermo doma una coriacea Stella Azzurra Roma solo nel finale

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per l’Aquila Palermo che tuttavia ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere la meglio su una Stella Azzurra Roma che non si è mai arresa anche quando nel finale la gara sembrava chiusa.

Commenta per primo!

Di Giovanni Trovato

NUOVA AQUILA PALERMO – STELLA AZZURRA ROMA 73-70 (15-16, 35-36, 46-49)

PALERMO: Requena 11, Antonelli 16, Merletto 19, Di Emidio 13, Ondo Mengue 4, Azzaro 1, Cozzoli 7, Urbani 2. N.e.: Rappa, Bruno. Coach: Tucci.

STELLA AZZURRA: Guariglia 8, Nikolic L. 13, Radonjic 17, Trapani 16, Seye 2, Da Campo 8, Vitale 3, Ulaneo 3. N.e.: Antonaci. Coach: D’Arcangeli; assistente: Cottignoli.

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per l’Aquila Palermo che tuttavia ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere la meglio su una Stella Azzurra Roma che non si è mai arresa anche quando nel finale la gara sembrava chiusa. Gara non bella e molto nervosa che è stata in equilibrio fin dalle prime battute, lo testimoniano i tantissimi falli fischiati e ben quattro falli tecnici, due per parte. Padroni di casa che provano a scappare nel punteggio ma dal 13 – 8 per i biancorossi, i romani atletici ed aggressivi, schierati per gli interi 40 minuti a zona da D’Arcangeli, piazzano un parziale di 0 – 8 che li porta avanti nel punteggio. Trasciati da Trapani e Radonjic i nerostellati non mollano il vantaggio neanche nel secondo periodo. Roma sempre avanti e Palermo, in dificoltà contro la difesa ospite, sempre ad inseguire, penalizzata da alcine decisioni arbitrali apparse alquanto originali. Il merito dei biancorossi, in una giornata non brillante sotto l’aspetto offensivo, è stato quello di non farsi mai staccare nel punteggio trascinata dal duo Merletto – Antonelli in grande evidenza, Si và all’intervallo lungo sul 35 – 36 per la squadra ospite. Al rientro la gara si fà sempre più spigolosa e nervosa con molti contatti al di là del lecito. I biancorossi palermitani che provano a rientrare ma subiscono l’ennesimo break degli ospiti che toccano il massimo vantaggio sul più 7 sul 40 – 47. Le triple di Merletto, Cozzoli, finalmente al rientro dopo più di un mese, e Di Emidio consentono all’Aquila di rifarsi sotto. Si va all’ultimo intervallo con la Stella Azzurra avanti di 3 sul 46 – 49. Subito tripla del pareggio di Cozzoli il pareggio. Nei primi due minuti dell’ultimo quarto òe squadre si sfidano nel tiro dalla grande distanza. Ne trae beneficio la formazione di Tucci che va avanti nel pinteggio per non mollarlo più fino alla fine. Ultimi secondi tuttavia al cardiopalma. Palermo perde due palloni e prima con una tripla di Ranonjic e poi con una penetrazione di Trapani portano gli ospiti sul meno 3. L’Aquila controlla l’ultima rimessa. Si chiude sul 73 – 70. Per Palermo trerz successo consecutivo pass, matematico per i play off e soprattutto quarto posto attuale in cassaforte data la sconfitta di ieri di Cassino in casa contro Scauri. La Stella Azzurra conferma di essere una miniera di talenti e che la salvezza già raggiunta è una gradissimo riusultato in considerazione della giovanissima età del roster.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy