Serie B – Lecco passa ad Olginate in un primo storico derby

Serie B – Lecco passa ad Olginate in un primo storico derby

Il primo derby di Serie B tra due formazioni lecchesi si e’ disputato davanti ad un fantastico pubblico alla presentazione delle formazioni ha realizzato una coreografia fantastica.

di La Redazione

NPO GORDON – Gimar Basket LECCO: 66 – 87 (18-23; 34-47; 49-70)
Il primo derby di Serie B tra due formazioni lecchesi si e’ disputato davanti ad un fantastico pubblico alla presentazione delle formazioni ha realizzato una coreografia fantastica.
Purtroppo NPO e’ riuscita a giocare alla pari solo nel primo quarto per poi subire la maggiore fisicita’ e intensita della Gimar Lecco nonche’ la loro precisione dall’arco guidati magistralmente dall’MVP Maccaferri, vero leader in campo. Anche nel momento della reazione Gordon con parziale 11-0, il playmaker Maccaferri, ha saputo ripreso le redini del gioco e ha prontamente ricacciato a -20 gli avversari chiudendo di fatto anticipatamente l’esito dell’incontro.

Coach Galli inserisce subito in quintetto i tre ex lecchesi – Bassani, Todeschini e Siberna – insieme a Planezio e Tagliabue. Meneguzzo risponde con Maccaferri, Quartieri, Cacace, Spera e Balanzoni.
L’incontro e’ subito scoppiettante con i giocatori che non sbaglaino un colpo iniziando dalle triple di Quartieri edell’ex Siberna con Olginate che gioca bene in attaccao e non sbaglia nullo andando anche in vantaggio sul 14-9, ma il Lecco risponde con un parziale di cinque punti consecutivi e ritrova il pareggio.
Il primo cambio arriva con Coach Meneguzzo che avvicenda un impreciso Spera con Morgello che immediatamente mette a segno la tripla del sorpasso (16-19) su assist del perfetto Maccaferri (9 assist e 13 punti per lui alla fine) per chiudere la prima frazione sul 18-23 con Olginate che fatica ad arginare i blucelesti a rimbalzo offensivo.
Il secondo quarto viene caratterizzato da momenti molto nervosi con i grigi che faticano a mantenere una linea tecnica adeguata al livello della partita. La Gimar capitalizza ancora sulla tripla di Morgillo e, dopo il tecnico a coach Galli per un “non fischio” su Fadilou Seck, i blucelesti toccano per la prima volta la doppia cifra di vantaggio con una bella combinazione Spera-Cacace (18-29).
L’inizio fulmineo di Lecco, 2-10 del quarto ma 2-16 a cavallo delle due frazioni obbliga Coach Galli ad un time out dopo soli quattro minuti.
L’inerzia della partita rimane nelle mani della Gimar che approfitta di un ingenuo doppio fallo e antisportivo di Marco Tagliabue, convertito con due liberi di Balanzoni e una tripla di Maccaferri (25-42).
La partita non si spegne nemmeno sul 25-42, anzi col terzo fallo di Spera, tecnico a Quartieri per simulazione e due tecnici in trenta secondi a coach Meneguzzo, espulso dal campo.
Marino’ capitalizza i viaggi in lunetta tornando sul 34-44 e dopo aver sprecato alcune facili conclusioni che avrebbero potuto accorciare ulteriormente il divario all’intervallo, viene punita magistralmente sulla sirena dal mortifero Maccaferri ed il primo tempo si chiude sul 34-47; punteggio troppo pesante per l’andamento della prima parte dell’incontro.

La Gimar riprende a bombardare subito da oltre l’arco con Matteo Fabi all’inizio del secondo tempo,tornando nuovamente ai venti punti di vantaggio dopo due minuti di gioco (34-54). La Gordon, sospinta dal suo favoloso pubblico, reagisce con un pesante break grazie alla tripla di Andrea Bassani e i canestri di Giacomo Siberna che scuotono Olginate e con il parziale di undici punti consecutivi si torna sul 45-57.
Lecco sembra subire la veemenza NPO e proprio sul piu’ bello e’ Cacace a trovare la tripla sulla sirena dei 24” suonando la sveglia ai compagni ed uscendo dal momento negativo.
La Gimar Lecco riprende la totale inerzia della partita senza piu’ fermarsi restituendo il parziale di 11-0 riportandosi sul 45-68 per poi chiudere il terso quarto sul 49-70 e di fatto sentenziando anticipatamente l’esito del match anche perche’ Olginate da diversi minuti ha dovuto far sedere in panchina Siberna e Planezio con 4 falli e causa l’assenza dell’infortunato Colnago, per coach Galli le rotazioni sugli esterni si limitano solo al classe ’99 Lorenzo Rota che ha il merito di entrare subito in partita con ottime giocate.

L’ultima frazione riprende con la Gordon che segna i primi quattro punti proprio con due belle penetrazioni di  Lorenzo Rota, ma è l’unico segnale di vita di una NPO ormai incapace di contenere l’agonismo di Lecco e le due triple consecutive di Cacace e Quartieri segnano il nuovo massimo vantaggio (53-80), il resto del tempo è un lungo garbage time che porterà fino al 66-87 finale.

Ckach Galli: “Abbiamo tirato ben 16 tiri in meno di Lecco e ha pesato tantissimo. Ho fatto due errori caricando troppo i miei giocatori facendogli sentire troppo la partita ed in settimana ho lavorato troppo su come punire Lecco e i ragazzi mi hanno seguito in campo e questo ci ha portato a snaturare il nostro atteggiamento offensivo. Mi piacerebbe rigiocarla subito facendo quello che siamo capace. Abbiamo reagito nel terzo quarto e penso che il punteggio sia troppo pesante per quello che abbiamo visto in campo”
Coach Ivano Perego: “Un’emozione nitida che sabato sera era dipinta sul volto di Perego. Anche perché il Basket Lecco a Olginate è stato praticamente perfetto. Un mix letale di forza, atletismo, tecnica e cattiveria agonistica. «Abbiamo già vistò diverse volte questa prestazione, per esempio contro Piacenza e Crema. Se i ragazzi vogliono e hanno l’intensità giusta in difesa, tutto diventa più facile”.

Tabellini:
NPO GORDON : Siberna 12, Planezio 5, Tagliabue 13, Todeschini 7, Bassani A. 18, Marinò 5, Seck, Rota 6, Bonfanti, Moretti ne, Maver ne, Butta ne. All. Galli A.
LECCO: Quartieri 12, Fabi 12, Maccaferri 13, Albenga ne, Vitelli, Riva A. ne, Balanzoni 14, Spera 6, Morgillo 10, Cacace A. 18, Garota ne, Solazzi 2. All. Meneguzzo – Perego

FONTE: Uff. Stampa NPO Olginate

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy