Serie B. L’Eurobasket non è sazia: espugnata Maddaloni

Serie B. L’Eurobasket non è sazia: espugnata Maddaloni

Per nulla appagata dal primo posto già conquistato la scorsa settimana e con largo anticipo, la capolista Roma Gas & Power non fa sconti e passa con convinzione anche sul campo di Maddaloni.

Commenta per primo!

PALLACANESTRO SAN MICHELE MADDALONI – ROMA GAS & POWER EUROBASKET 59-71 (6-20; 24 – 34; 42-60)

PALLACANESTRO SAN MICHELE: Ragnino (0/1), Zamo (0/1 da 3), Listwon 7 (3/4; 0/1), Caceres 6 (2/9; 0/2), Desiato 18 (7/9; 1/4), Rubbera 12 (4/11; 0/4), Garofalo 1 (0/2; 0/1), Rusciano 4 (2/3; 0/1), Pascarella 3 (1/1 da 3), Florio 8 (1/2; 2/4). All. Monda, Ass. Palmisani e De Maria

ROMA GAS & POWER: Belloni (0/1), Dip 9 (3/10), Casale 3 (0/2; 1/6), Fanti 12 (5/7; 0/2), Stanic 12 (3/5; 0/3), Staffieri 2 (1/2; 0/2), Birindelli 13 (5/8), Enihe (0/1), Petrucci 3 (1/5 da 3), Rizzitiello 17 (6/8; 1/6). All. Bonora, Ass. Pasqunelli e Pilot

Per nulla appagata dal primo posto già conquistato la scorsa settimana e con largo anticipo, la capolista Roma Gas & Power non fa sconti e passa con convinzione anche sul campo di Maddaloni. Basta un ottimo primo quarto di grande concentrazione ed attenzione difensiva alla squadra di Bonora, sempre priva di Righetti, per uscire dal Pala Angioni Caliendo con la ventiquattresima affermazione stagionale, nella speranza che non sia particolarmente grave l’infortunio a Marcelo Dip. Il pivot ex Recanati, infatti, è uscito ad inizio terzo quarto per un sospetto colpo al ginocchio, senza più ovviamente fare ritorno in campo.
Era stato proprio lui, punendo due volte dalla media la zona fronte pari che coach Monda ha schierato dalla prima azione, a rispondere al primo canestro di Rusciano, aprendo un micidiale break di 14-0 alimentato da tre canestri in fila di Fanti e chiuso da due liberi di Rizzitiello, prima di un canestro di Rubbera ad interrompere un digiuno durato sei lunghi minuti: 4-14 a 2.40’’ dal primo riposo. L’Eurobasket continua a concedere poco in difesa, mentre quattro punti in fila di Dip ed un canestro di Fanti lanciato a tutto campo da Stanic chiudono un eccellente primo quarto.
Il tema non cambia per larghi tratti del secondo parziale, perché il primo canestro è di Desiato, ma due assist in successione prima di Stanic e poi di Birindelli per Rizzitiello e poi un canestro dello stesso numero venti triplicano i padroni di casa (9-27), che si accendono solo con due bombe in fila di Florio. Alla prima risponde Casale (12-30), ma il classe ’95 di casa bissa e con Desiato e Listwon prima ricuce (19-30), e poi regala ai padroni di casa di fatto il primo svantaggio della partita sotto la doppia cifra: 23-32. L’ultimo canestro del tempo, però, è segnato da una bella ed energica penetrazione di Rizzitiello, mentre Desiato amministra un tecnico fischiato a Stanic permettendo alla San Mec di chiudere al limite della doppia cifra di gap all’intervallo lungo: 24-34.
E’ il momento più complesso dell’intera gara per la capolista, che, al rientro in campo, deve solo fare i conti con l’uscita prematura di Dip per infortunio già descritta, ma in un attimo, grazie anche all’ottimo impatto di fisico ed energia di Birindelli, ritrova il controllo della partita. Da un suo recupero difensivo su Rusciano nasce la bomba di Petrucci (27-38), che poi lo serve in contropiede (27-40), mentre l’ultimo sussulto significativo è un 4-0 griffato dall’asse play-pivot di casa Desiato-Rusciano. Perché nel frattempo Stanic si mette anche in proprio con cinque punti in fila (32-45 al 24’), prima di innescare il contropiede di Rizzitiello che duplica il +16 (34-50) già raggiunto nell’azione precedente con una sua bomba, mentre il gioco da tre punti ed un canestro viziato da interferenza irregolare dopo un gran rimbalzo in attacco su errore di Staffieri, consentono a Birindelli di aggiornare fino a +18 il momentaneo massimo vantaggio.
E’ il preludio alle venti lunghezze, che vengono subito toccate con un canestro di Rizzitiello su assist di Birindelli e due liberi di Fanti (44-64 a 7.30’’ dalla fine), mentre Casale ispira prima Rizzitiello e poi Fanti per il +21: 47-68 al 35’. La partita, di fatto, si chiude qui, perché Maddaloni, trascinata soprattutto da Florio (54-69 al 37’) e Desiato, prova generosamente a rosicchiare qualcosa, ma l’intensità difensiva dell’Eurobasket non accenna ad arrestarsi e per i due coach è tempo di regalare altri minuti preziosi ai rispettivi giovani. Ne approfitta Pascarella, che firma il 59-71 finale con una bomba allo scadere.

“È stata una prestazione difensiva positiva per larghi tratti della gara – è il commento a caldo dell’assistant coach Maurizio Pasquinelli – mentre altrettanto non si può dire di quanto è stato fatto nella metà campo offensiva, con troppi canestri sbagliati per quelli che sono i nostri standard. La reazione di Maddaloni era prevedibile e, in parte, l’abbiamo assecondata, riuscendo però poi ad arginarla soprattutto con la nostra difesa”.

Ufficio Stampa Eurobasket Roma

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy