Serie B. L’Eurobasket schianta Palestrina, sarà finale con Rieti

Serie B. L’Eurobasket schianta Palestrina, sarà finale con Rieti

Commenta per primo!

EUROBASKET VIRTUS ROMA – CITYSIGHTSEEING PALESTRINA 77-70

Parziali: 25-17, 41-42, 61-56

Serie: 3-1

Eurobasket: Alviti 2, Casale, Fanti 2, Scarponi 17, Righetti 15, Gori, Romeo 2, Staffieri 13, Salari, Pullazi 26. All. Bonora.

Palestrina: Rischia 14, Rossi 12, Molinari 2, Vitale 3, Poggi, Di Giacomo, Samoggia 21, Brenda 6, Stirpe, Gagliardo 12. All. Lulli.

L’Eurobasket vola in finale playoff di serie B per la prima volta nella sua storia. Semifinale contro Palestrina superata 3-1, coi due punti decisivi conquistati in un PalaTiziano sempre pieno di tifosi in gara 3 e gara 4. La squadra di Bonora, Tonolli e Pilot conquista la finale dopo aver conquistato il fattore campo della serie in gara 1, espugnando il Palaiaia, poi unico ko in gara 2 e serie chiusa in casa.

Gara 4 di semifinale che si gioca davanti a mille spettatori, tra cui il presidente Fip Gianni Petrucci. Minuto di silenzio e omaggio floreale del capitano Eurobasket Giulio Casale sotto il settore dei tifosi ospiti, prima della gara, in memoria di Stefano Salvatori, ragazzo 18enne ex tesserato di Palestrina scomparso nella notte. Bonora e Lulli sono alle prese con i guai fisici dei rispettivi capitani, Casale e Vitale. Il primo ha saltato metà gara 3, il secondo metà gara 2 e tutta gara 3. Tutti e due però stringono i denti e partono in quintetto: Casale, Fanti, Staffieri, Righetti e Pullazi per l’Eurobasket, Rischia, Rossi, Vitale, Samoggia e Gagliardo per Palestrina. Ottima Eurobasket in difesa ad inizio gara, Righetti, Staffieri e Pullazi mettono i primi 6 punti (6-0) al 3’. Palestrina non pervenuta nei primi minuti e punita due volte centralmente da Righetti, letale da tre (12-4). La prima vera reazione degli ospiti si materializza con Rossi al 5’, preciso da tre (12-7), cui replica subito Staffieri ancora oltre l’arco (15-7). Timeout Palestrina, Lulli ordina la zona e con le triple di Rischia e Vitale si torna a contatto all’8 (20-17). Poi Rossi sgomita su Pullazi, antisportivo e 1/2 (21-17 al 9’). Il pivot torna più tardi in lunetta ma fa ancora 50%, nel finale Scarponi taglia la difesa avversaria e piazza una tripla quasi sulla sirena: 25-17.

Ad inizio secondo quarto l’Eurobasket allunga sul +13 in mezzo minuto, merito della tripla di Scarponi e del 2/2 di Pullazi che converte una antisportivo di Molinari (30-17). Quattro punti di Gagliardo danno il via ad parziale di Palestrina che tocca lo 0-6 grazie a Samoggia. Poi Romeo penetra con la sue consueta energia e toglie il tappo all’attacco dell’Eurobasket (32-23 al 13’). Palestrina non molla e con la tripla di Rossi torna a -6 (32-26), preludio alla schiacciata ad una mano di Alviti dopo penetrazione su linea di fondo. Palestrina si regge nel quarto sull’esperienza di Gagliardo (36-30 al 17’), sempre pericoloso in post basso e dalla media, ma accusa il problema falli di Rossi (tre personali al 18’). Tecnico a Lulli ed Eurobasket che allunga sul 39-30 e poi sul +11 col solito Righetti. Ma gli ospiti replicano prontamente con un parziale di 0-6 dove trova spazio anche un fallo in attacco fischiato a Righetti: 41-36 con un minuto da giocare nel tempo. Minuto letale per l’Eurobasket, che torna negli spogliatoi in svantaggio (41-42) per effetto delle due triple di Brenda e Rischia.

L’Eurobasket che rientra in campo però ha il fuoco addosso. Parziale di 10-0 in tre minuti, targato Pullazi (8 punti e assist a Fanti). Timeout Palestrina sul 51-42 e Rossi che torna a togliere la castagne dal fuoco in sospensione (51-44), imitato da Gagliardo nel pitturato (51-46 al 24’).  Lo scambio di triple Pullazi-Brenda movimenta la metà quarto (57-51 al 26’), prima della stoppata di Staffieri su un Rossi sempre incontenibile in penetrazione. Dall’altra parte uno scatenato Pullazi completa un gioco da tre punti (60-51 al 27’), con Lulli che gioca anche la carta Di Giacomo per arginare il lungo romano. Sulla sirena è una tripla di Samoggia a ricucire comunque sul -5 (61-56).

I padroni di casa toccano ad inizio ultimo periodo anche il +7 con Righetti, ma Palestrina ha sette vite e in un attimo si rimette in carreggiata: facili punti per Rischia e Samoggia contro una difesa in vacanza: 63-60 e timeout Bonora al 32’. Le squadre collezionano errori e palle perse, per due minuti si litiga col canestro e in campo il clima si surriscalda. Scarponi da tre obbliga Lulli ad un nuovo timeout per effetto di una tripla che fa esplodere il Palazzetto (67-60 al 34’). La sospensione però non  toglie la polvere dall’attacco dei prenestini che poco dopo devono assistere all’ennesimo colpo da tre di Scarponi (70-60 a metà quarto). Nei minuti finali l’Eurobasket gioca col punteggio e col cronometro, Brenda da tre dà speranza agli arancioverdi (72-65 al 38’) e poi Samoggia infila la tripla del -4 (74-70 con 40’’ da giocare) ma non basta perché Pullazi in lunetta fredda Palestrina per l’ultima volta. L’Eurobasket va in finale playoff di serie B, per la prima volta nella sua giovanissima storia.

Casale a fine gara. “Sono felicissimo, abbiamo giocato questa partita con lo stesso spirito che si riserva ad una gara 5, concentrati e convinti di non mollare niente. Non era facile, ma l’accesso alla finale è il premio per un gruppo incredibile che ha sempre lavorato tutto l’anno col massimo impegno. Dai giovani Romeo, Salari e Alviti, ai veterani. Ringrazio tutti, anche lo staff che lavora con noi, per questa fantastica avventura”.

Tonolli. “Abbiamo preso il fattore campo in gara 1 e chiuso la serie con personalità quest’oggi. E’ il coronamento di un girone di ritorno davvero ottimo, in cui abbiamo battuto squadre come Rieti e Montegranaro, che oggi si giocavano l’altro posto in finale. Sono stato protagonista tante volte qui al PalaTiziano con la maglia della Virtus, mai mi sarei immaginato di potere rivivere momenti così gioiosi, come Eurobasket”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy