Serie B. L’Eurobasket vince gara 3, ma Senigallia esce a testa altissima

Serie B. L’Eurobasket vince gara 3, ma Senigallia esce a testa altissima

Commenta per primo!

Finisce con tutto il PalaPanzini che tributa un standing ovation alla Goldengas, che perdendo la “bella” dei quarti di finale playoff contro l’Eurobasket termina qui una stagione comunque entusiasmante, caratterizzata da ben 21 vittorie in 29 partite.

La squadra di Valli perde 58-65 non senza rimpianti: l’inizio è infatti ottimo per i senigalliesi, avanti anche di 12 punti (24-12 al 12’), ma poi l’Eurobasket entra in partita e dalla fine del secondo quarto (35-31) si va avanti punto a punto con gli ospiti in vantaggio per la prima volta praticamente solo al suono della terza sirena (45-47 al 30’).

Finale incandescente in un PalaPanzini che sin dal primo minuto è una bolgia, tanto che in alcuni momenti non si sente nemmeno lo speaker: Senigallia, già orfana di Bertoni e con Maddaloni in campo palesemente debilitato per soli 13’, torna di nuovo avanti nonostante anche Casagrande subisca un acciacco dopo un rimbalzo difensivo.

Sul 56-53 per i locali, l’Eurobasket impatta però nuovamente a 3’ dalla fine con una tripla che a molti pare scagliata dopo il suono della sirena dei 24’’ (non esente da colpe, in ogni caso, l’arbitraggio, che non sempre utilizza lo stesso metro di giudizio), poi in pratica Senigallia non segna più.

Pullazi sorpassa a 58’’ dalla fine (58-59), e nei possessi successivi la Goldengas fa fatica in attacco permettendo l’allungo agli ospiti, che portano a casa partita e qualificazione grazie ai liberi della sicurezza dell’ex nazionale Righetti.

TABELLINO

GOLDENGAS SENIGALLIA:
Battisti 16, Pasquinelli 5, Maddaloni 3, Casagrande 12, Pierantoni 11;
Scrima 2, Giampieri 6, Catalani 3, Bertoni ne, Cicconi Massi ne.

All Valli

EUROBASKET ROMA:

Casale 5, Fanti 7, Staffieri 7, Righetti 14, Pullazi 16;
Romeo, Salari ne, Alviti 6, Scarponi 8, Gori 2.

All. Bonora

Arbitri: Leggiero di Lecce e Lucarella di Taranto.

Parziali: 17-12 35-31 45-47 58-65.

Note: spettatori 800 circa. Un minuto di raccoglimento per le tre vittime ad un anno esatto dall’alluvione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy