Serie B. LUISS corsara a Catanzaro

Serie B. LUISS corsara a Catanzaro

Esordio con vittoria per l’ASD LUISS che conquista i primi due punti della stagione espugnando Catanzaro con il risultato di 92-81 al termine di una bellissima partita che ha visto protagonisti tutti i ragazzi a disposizione di Coach Paccariè.

Commenta per primo!

PLANET BASKET CATANZARO – ASD LUISS ROMA 81-92

Parziali: 23-21; 41-44; 56-66.

Planet Basket Catanzaro: Artioli 17, Carpanzano 26, Calabretta ne, Naso 8, Guadagnola 10, Di Dio 8, Latella ne, Morici 7, Battaglia, Dell’Uomo. All: Pullano.

ASD LUISS Roma: Faragalli 18, Pozzetti 12, Miriello, Sanguinetti, Scuderi 27, Ramenghi 17, Faccenda ne, Bonaccorso 4, De Dominicis 6, Beretta 5. All: Paccariè.

Esordio con vittoria per l’ASD LUISS che conquista i primi due punti della stagione espugnando Catanzaro con il risultato di 92-81 al termine di una bellissima partita che ha visto protagonisti tutti i ragazzi a disposizione di Coach Paccariè. Sugli scudi Andrea Scuderi, autore di 27 punti in occasione della prima partita da avversario della sua città, seguito dalla prima doppia-doppia della stagione di Ramenghi, che ha realizzato 17 punti e conquistato 11 rimbalzi, e dai 18 punti e 3 assist di Capitan Faragalli. Per i padroni di casa ottima la prestazione di Carpanzano e Artioli, autori rispettivamente di 26 e 17 punti.

Partita sin dall’inizio frizzante al Pala Giovino, con Andrea Scuderi, cui è stato tributato un commovente applauso da parte di tutto il pubblico presente prima della palla a due, a sbloccare la situazione con una tripla. Dopo 150’’ il punteggio è di 5-5, poi Artioli e Carpanzano da un lato e Scuderi e Beretta dall’altro realizzano il 10-10 al 5°. Ramenghi con 4 punti consecutivi porta i suoi sul 14-10, ma Guadagnola prima firma la parità poi il sorpasso: 18-14 a poco meno di 2’ dalla fine del quarto. Ancora Scuderi, Ramenghi e Guadagnola sono i protagonisti e il quarto si chiude sul 23-21 in favore dei padroni di casa.

La seconda frazione si apre con i primi punti ufficiali di Pozzetti, seguito da altri 4 punti di Ramenghi che valgono il +4 LUISS al 12°: 23-27. Naso riporta i suoi a canestro, poi per qualche azione le due squadre non realizzano ed è ancora l’ispiratissimo Ramenghi a sbloccare l’empasse: 25-29 al 14°. Scuderi con un’altra tripla sigla il +7 (25-32), Naso tiene i suoi a stretto contatto, ma capitan Faragalli realizza dai 6.75mt il +11 a 4’ dal rientro negli spogliatoi: 27-38. Anche Ramenghi mette a segno un canestro dalla lunga distanza per il massimo vantaggio degli universitari (27-41), ma a questo punto Catanzaro reagisce con Artioli e Carpanzano (35-41), poi viene fischiato un fallo tecnico a Miriello e i giallorossi ne approfittano, ancora con Artioli e Carpanzano, per ritornare sul -1: 40-41 a pochi secondi dalla fine. Faragalli segna ancora e la squadra di Paccariè va al riposo sul +3: 41-44.

Al rientro in campo la LUISS ricomincia come aveva finito, con Faragalli a trascinare i suoi con un’altra tripla, poi arrivano i primi due punti anche del giovane Bonaccorso e i capitolini ritornano sul +8 dopo 90’’: 41-49. Morici e Guadagnola realizzano per Catanzaro, Faragalli e Ramenghi per i luissini e il vantaggio dei biancoblu resta invariato: 45-53. Artioli mette a referto il -5, ma Scuderi dinanzi ai suoi vecchi tifosi mette in mostra ancora le specialità della casa e con una tripla, un libero e un canestro dalla media distanza riporta i suoi sulla doppia cifra di vantaggio: 48-59 al 24°. Carpanzano permette ai suoi di restare a debita distanza, ma De Dominicis con 4 punti consecutivi consente alla LUISS di risalire sul +11: 52-63 al 26°. Faragalli e Naso realizzano sui due lati del campo, poi Beretta mette a segno i liberi che valgono il +12 a 120’’ dalla fine del terzo quarto: 54-66. Il canestro finale di Naso manda in archivio la frazione sul 66-56 in favore degli universitari.

Il quarto finale si apre con l’ennesima tripla di Scuderi, cui fa seguito quella di Di Dio, che lasciano invariato il +10 dei luissini: 59-69. A questo punto Pozzetti diventa protagonista con una tripla ed un canestro dal pitturato che valgono il massimo vantaggio del match per i ragazzi di Paccariè: 59-74 al 33°. La LUISS non si deconcentra e con Bonaccorso incrementa il bottino a 6’ dalla sirena finale (59-76), con Catanzaro che ritrova il canestro con i liberi di Artioli (61-76), ma è ancora Scuderi a ristabilire la distanza tra le due formazioni: 61-78 a metà quarto. Di Dio sigla il -15, ma Pozzetti dai 6.75mt mette praticamente la parola fine sul match: 63-81. I calabresi non ci stanno a perdere con un passivo così pesante e con Monacelli e Di Dio si riportano a 12 lunghezze di distanza dai romani: 69-81. Beretta segna un canestro importante, ma Carpanzano, Capitano calabrese, è l’ultimo a mollare e con un’altra tripla sigla il -11 a 2’ dal termine. Anche l’altro capitano, Faragalli, è altrettanto determinato e segna la tripla che chiude praticamente i conti: 72-86. Carpanzano, Pozzetti e Faragalli realizzano i canestri finali del match che si chiude sul 92-81 in favore dell’ASD LUISS.

FONTE: Uff. Stampa ASD LUISS Roma

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy