Serie B. Maddaloni si spegne all’overtime, la Stella Azzurra porta a casa punti salvezza

Serie B. Maddaloni si spegne all’overtime, la Stella Azzurra porta a casa punti salvezza

Commenta per primo!

Con un’impresa ai limiti dell’impossibile la Stella Azzurra Roma strappa una delle più emozionanti vittorie della sua stagione di Serie B maschile. Sotto di 12 punti a 5 minuti dalla fine dei tempi regolamentari la squadra di Germano D’Arcangeli rimonta e batte la Mec San Maddaloni al supplementare per 80-68 all’Arena Felici, nella sfida della seconda giornata di ritorno del girone C. E’ un clamoroso parziale di 35-11 negli ultimi 10′ del match a consegnare il settimo successo in 17 gare di campionato a Radonjic e compagni, che trovano cuore e attributi per sopravvivere ad una partita che li ha visti sotto nel punteggio per oltre 38 dei 45 minuti totali, ottenendo pure una vittoria dal valore doppio in uno scontro diretto per la salvezza.

Ad inizio gara gli ospiti campani fanno vedere di essere ben determinati a vendicare il ko dell’andata, i due lunghi titolari Caceres e Rusciano hanno grande fetta del merito nella migliore partenza dei maddalonesi, che chiudono il primo tempo avanti di 5 lunghezze, 27-32, proprio con un canestro allo scadere dell’ala grande italo-argentina. I due salgono sempre più in cattedra nel corso del terzo quarto, i loro 37 punti quasi equamente distribuiti all’arrivo del 30° portano decisamente il match dalla parte campana, con gli uomini di Giovanni Monda a poter gestire all’inizio del quarto periodo il nuovo massimo vantaggio, 36-50, mentre gli stellini padroni di casa non sembrano proprio in grado di trovare il giusto ritmo gara. Così, quando l’incontenibile stazza di Rusciano consente a Maddaloni di mantenere un discreto margine a 5′ dalla fine sul 45-57, quasi nessuno nell’impianto capitolino vede i margini per un rientro dei portacolori di casa. Che invece cambiano marcia magicamente. A dare il là sono la rabbia e l’orgoglio di capitan Radonjic, un paio di coast-to-coast del montenegrino danno l’esempio ai compagni (50-59 a -3’30”), Ulaneo lo imita con due canestri da sotto nel giro di una quindicina di secondi (il secondo su rubata+assist di Trapani) e la penetrazione di Da Campo rimette ufficialmente in carreggiata la Stella sul 56-59 con 2’15” da giocare. Maddaloni accusa il colpo, in attacco non trova più la via del canestro, a differenza di Trapani, che trova 7 punti in fila per il primo sorpasso nerostellato in gara sul 63-61, concretizzato da un suo gioco da tre punti a 37” dal fine quarto quarto che manda in visibilio il pubblico di casa. Gli ospiti, però, non sono morti, con un complicato terzo tempo Desiato trova il canestro del pari e nell’ultima azione dei regolamentari Trapani viene stoppato. E’ overtime e qui c’è quasi da subito una sola padrona, la Stella, che da due canestri di Da Campo e da un suo assist tracciante per la tripla del solito Trapani pesca il confortante 70-66 a 3′ dal termine. E’ poi Lazar Nikolic a mettere il sigillo al match: il 2.03 serbo, già killer all’andata dei campani con 28 punti, segna in rapida successione un gioco da tre punti, il libero del tecnico a Caceres (uscito per falli come successo in precedenza a Rusciano) e converte un rimbalzo d’attacco per il 76-66 che pone di fatto fine alle ostilità a 100” dalla sirena. Portando momentaneamente la Stella a +4 punti in classifica sulla zona-playout, dove ci resta in maniera sempre più seria Maddaloni, che non si smuove dai suoi 6 punti totali.

Altra prova da MVP per il neodiciasettenne Emanuele Trapani, che esce dalla panchina per diventare il top scorer stellino con 19 punti+4 assist+4 recuperi, con un plus/minus di +26 negli oltre 37′ in cui è rimasto sul parquet. Mattia Da Campo con 14 punti guida gli altri quattro nerostellati in doppia cifra, che vedono i 12+8 rimbalzi di Radonjic, gli 11 di Lazar Nikolic e i 10 di Scott Ulaneo. Ad esaltare la prestazione della Stella anche l’highlight più spettacolare della gara, fatto registrare nel quarto periodo da Stefan Nikolic con un tap-in concluso in schiacciata di mano sinistra (non la sua mano forte).

Nel prossimo turno la Stella è attesa da un’altra sfida con un’avversaria campana, stavolta della parte altissima della classifica, la Mimi’s Napoli, che aspetta la visita stellina domenica 24 gennaio alle ore 18.

STELLA AZZURRA ROMA – MEC SAN MADDALONI 80-68 d1ts (14-17, 27-32, 36-50, 63-63)

STELLA AZZURRA: Da Campo 14, Nikolic L. 11, Radonjic 12, Antonaci 2, Nikolic S. 4, Ulaneo 10, Seye, Guariglia 4, Vitale 4, Trapani 19. Coach: D’Arcangeli.

MADDALONI: Ragnino, Caceres 22, Desiato 4, Marini G. 12, Mandato, Garofalo 4, Rusciano 18, Florio 8, Pascarella, Perillo. Coach: Monda.

ARBITRI: Giancecchi di San Marino e Bianchi L. di Rimini.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy