Serie B. Magia di Vitale a Giulianova, Palestrina avanti

Serie B. Magia di Vitale a Giulianova, Palestrina avanti

Commenta per primo!

GIULIANOVA 84 PALESTRINA 85 DTS

GIULIANOVA: De Angelis 22, Sacripante 7, Diener 16, Papa 11, Gallerini 12, Gloria4 , Cianella 12, Mennilli , Magazzeni ne, Pastore . All Francani
PALESTRINA: Rischia 13, Rossi 15, Vitale 13, Di Giacomo 5, Samoggia 6, Molinari 2, Pecetta ne, Brenda 5, Stirpe ne, Gagliardo 26. All. Lulli
Parziali: 27-17, 47-39, 63-54, 73-73

Gara2 per Giulianova equivale ad un dentro o fuori, mentre Palestrina vorrebbe evitare il ritorno al PalaIaia e festeggiare le semifinali. La partenza fa ben sperare visto lo 5-10 chiuso ai liberi da Rischia ma la partita resta molto aperta e Giulianova ribalta subito, mettendo in campo anche tanta grinta. De Angelis e Gloria sono i mattatori del primo tempo e in prima persona portano i locali sul 17-12, riavvicinamento sancito da Vitale da tre ma Cianella inizia la sua bella serata al tiro. Rossi sbaglia due liberi ma si rifà poco dopo, Papa ancora dalla lunetta e proprio Cianella sulla sirena costruiscono un importante +10. Come in campionato, Palestrina nel secondo quarto va vicina al ricongiungimento, lasciando solo tre punti agli avversari e soprattutto grazie ad un break in un minuto di 6-0 si colloca sul 30-27. Gagliardo colpisce due volte consecutivamente ma Giulianova è tenace e riesce a ripristinare il +10 a metà frazione. Palestrina appare sprofondare sotto i colpi dei giovani Papa e De Angelis, riportata sotto la doppia cifra solo per un attimo da Vitale, che, insieme a Samoggia, soffre però la situazione falli. A dare speranza è allora Brenda allo scadere, anche lui da tre va a segno impreziosendo una prestazione con 13 rimbalzi d’oro.

Samoggia rompe il ghiaccio proprio in avvio di ripresa, ma il tiro da fuori è amico dei locali che così toccano persino il 57-43. Non brilla affatto la squadra ospite che cerca la quadra tra cambi e conclusioni poco felici, si muove il punteggio solo dalla linea della carità ma arriva fortunatamente un segnale di ripresa sul finire del terzo quarto. Gagliardo, Vitale e Samoggia consentono agli arancio verdi di mettersi a -7 e dimostrare piena vitalità, nonostante il canestro finale del 63-54. Gagliardo tuttavia va in crescendo e sfodera colpi da maestro, sono i suoi punti a rimettere in carreggiata gli ospiti che possono dirsi pienamente in corsa nell’ultimo quarto. Coi liberi di Rischia si torna ad un possesso di distanza, è ora Giulianova ad annaspare ma trova una tripla di Gallerini dopo diversi tentativi di pareggio cercati dai prenestini: 66-60. Gagliardo continua a colpire e Vitale mette un’altra tripla per il fatidico -1, Gallerini sostiene i compagni ma dopo i liberi di Rischia c’è anche la chance del sorpasso. Si va verso i minuti finali, Diener completa un gioco da tre punti, Giulianova potrebbe uccidere l’incontro ma trova la resistenza ospite che si concretizza in due azioni che significano la nuova parità. Entrambe le squadre sciupano l’ultimo possesso e la sirena regala ancora una volta un supplementare.

Extra time aperto da Rischia e così Palestrina torna avanti dopo una vita, Diener risponde da tre e a seguire De Angelis confeziona il 78-75. Gagliardo ancora di salvezza per il -1, riproposto anche dopo i liberi di Diener: 80-79. Nella battaglia di nervi svettano Rossi e Rischia che con un 2/2 e un’azione in velocità mettono i compagni sul +3 a 80 secondi dal termine. Timeout prezioso che riporta convinzione tra gli abruzzesi bravi con Diener a completare l’ennesimo sorpasso nel momento più delicato: 84-83. Ultimo pallone nelle mani di Vitale che praticamente cadendo a terra riesce comunque a segnare il canestro della staffa, negli ultimi secondi la preghiera di Giulianova non va a buon fine e può partire la festa arancioverde: è semifinale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy