Serie B Market: tutte le mosse di Cento, Udine, Piacenza e Pavia

Serie B Market: tutte le mosse di Cento, Udine, Piacenza e Pavia

Commenta per primo!

È un mercato grandi firme quello che si accinge a partire in Serie B. Perché i motori sono già al massimo dei giri, pronti a scattare appena il semaforo dara` il suo ok. Ed è assalto vero e proprio si diritti sportivi di Ravenna e Senigaglia, che con Barcellona al piano di sopra rischiano seriamente di chiudere bottega. Ravenna sta disperatamente cercando soldi, l azionariato popolare è riuscito ad oggi a recuperare 46 mila euro, ne servono altri 150 entro il 10, border line fatidica decisa dal patron Vianello prima del possibile default dei romagnoli. Come condor veleggiano su un morto che cammina, sportivamente parlando, Udine e Bergamo ricche di denaro fresco da investire in un operazione di tale portata. Sta alla finestra anche Forlì, pronta a portarsi qualche compagno di merende di Amoni (Cicognani?).Altra situazione critica è quella di Recanati, il cui mancato si della Sandretto, ha gettato nello sconfitto il patron Pierini. Il titolo sportivo sarebbe stato offerto a Falconara, Montegranaro, solletica l’idea a Montichiari ma in riva all’ Adriatico sperano in una sinergia con Macerata, per trasferire armi e bagagli tra le mura del Fonte Scodella casa della Lube. Detto della compravendita dei diritti sportivi, addentriamoci nel mondo dei cestisti, quello che fa sognare ad occhi aperti ogni tifoseria. Partiamo da Cento dove tra Marco Albanesi ,coach ed il nuovo ds Andrea Pulidori è amore a prima vista (cestistica of course). Il confermatissimo coach lombardo ha regalato al suo dirigente la lista della spesa: di questa lista fanno parte nomi come Davide Andreaus, Dario Arrigoni come papabili nel ruolo di ala grande, la voglia matta della Tramec di confermare Sebastiano Bianchi, che traballa di fronte al cuore (ingaggio alzato ed un progetto tecnico in cui l ala classe 92 diventa protagonista assoluto) di un ragazzo ormai idolo della curva.Si cerca anche un esterno che faccia riposare i confermati Demartini-Ditrani, tra i papabili spiccano i nomi di Marco Contento, classe ’91 ex Trieste, Udine, Bari e ko quest`anno in quel di Brescia, intriga Gherardo Sabatini (classe ’94) a Treviglio in questa stagione, e che potrebbe essere convinto di scendere di categoria da Marco Sanguettoli, suo mentore nelle giovanili Virtus Bologna, che dopo un quarto di secolo all’ ombra dell’ Arcoveggio, sembrerebbe in procinto di diventare il nuovo responsabile giovanile della Benedetto. Se fosse cosi , un gran colpo per le rinnovate ambizioni biancorosse. Intriga anche il classe 96 Paolo Busetto play guardia in uscita da Treviso come il lungo Jacopo Vedovato classe 95 ,205 cm, ma su entrambi c è molta concorrenza. Nel reparto lunghi il corteggiamento di Benfatto è noto, tra i nomi nuovi che circolano c è anche quello di Gabriele Mirrone, 205 cm classe ’92 quest anno a Vasto ma già visto in quel di Ferrara . Anche Udine pensa in grande: in attesa di un segnale da parte di Martelossi, che ad inizio settimana dara` una risposta a Ferrara. Corpaci dunque si trova sulla graticola come Inzaghi: ha il contratto ma potrebbe essere non confermato. Con l’eventuale arrivo di Martellossi ad Udine Ferri e Benfatto potrebbero seguire il loro allenatore che potrebbe ritrovare anche Ricky Truccolo e Devis Medizza per un APU molto friulana. Chi zitta zitta di sta muovendo è la nei promossa Vicenza, che ha preso informazioni sul duo ex Arzignano Bordignon- Zanotti. Montichiari ha sondato la disponibilità per Michelori che però potrebbe raggiungere Garri a Tortona: in questo caso Paolo Rotondo (che piace anche a Piacenza) diventa un pezzo pregiato anche perché con lui potrebbe arrivare Ken Viglianisi. Per la panchina di Piacenza piace Stefano Bizzosi ma non solo, visto che tra i nomi caldi spiccano quelli di Alessandro Galli e di Adriano Furlani. Risalendo il Po’. Pavia ha sondato il terreno per Magini (Bergamo), Pavone (Torino) Biallkowski (Mortara da Casale), mentre la neopromossa Vigevano firma in un colpo solo Simone Bianchi (ex coach Pavia) e Mirko Cavallaro ,vigevanese doc che dopo un lungo girare per l Italia (Mortara ed Oleggio gli ultimi suoi domicili cestistici) ha deciso di sposare il progetto ducale, e con Bianchi che sogna Iris Ikangi qualora Cento non lo confermasse…ma questa come cantava Pino Daniele è tutta un altra storia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy