Serie B. Meravigliosa Eurobasket, è 2-1 nella serie con Palestrina

Serie B. Meravigliosa Eurobasket, è 2-1 nella serie con Palestrina

Commenta per primo!

Eurobasket – Palestrina 81-72 (15-19, 36-51, 52-60)

Serie: 2-1

Eurobasket:  Alviti, Casale 3, Fanti 3, Scarponi 17, Righetti 18, Gori, Romeo, Staffieri 11, Salari 5, Pullazi 24. All. Bonora.

Palestrina: Pecetta, Rischia 12, Rossi 24, Molinari 3, Poggi, Di Giacomo 2, Samoggia 3, Brenda 15, Stirpe 2, Gagliardo 11. All. Lulli.

Straordinaria prestazione dell’Eurobasket, che vince in rimonta gara 3 in casa contro Palestrina e torna al comando nella serie (2-1). Una vittoria sofferta ma meritata, giunta dopo un primo tempo in cui la squadra di Bonora, Tonolli e Pilot aveva subito ben 51 punti. Nel primo tempo l’Eurobasket non trova quasi mai il canestro e Palestrina invece sì. Altissime le percentuali degli ospiti dopo 20’, che tirano con il 61% dal campo trovando fiducia nelle conclusioni, agevolate da un attacco dell’Eurobasket che si inceppa e colpisce solo dalla distanza, il più delle volte con uno Scarponi che termina i primi 20’ con 11 punti, migliore dei suoi. Il problema falli di Pullazi (3 all’intervallo) e l’infortunio di Casale, però, pesano non poco sulla necessità di ribaltare la partita nella ripresa. Eppure ad inizio secondo tempo Palestrina non ha più l’ossigeno vitale in attacco e mette a referto solo 8 punti nel terzo quarto. Pullazi e Righetti spingono l’Eurobasket fino al sorpasso di inizio  quarto e fanno esplodere un Palatiziano colmo di gioia e tifosi, per un successo che all’intervallo sembrava lontanissimo. Domenica si torna qui per gara 4, ore 18, nella speranza di vedere ancora una volta una festa di basket capitolina, colorata dai tifosi di Eurobasket e Palestrina come questa sera. L’Eurobasket avrà il match point per volare in finale, Palestrina giocherà sapendo che si tratta di una gara dentro-fuori.

Solito starting five per Bonora: Casale, Fanti, Staffieri, Righetti, Pullazi. Lulli deve rinunciare a capitan Vitale, infortunato, in campo già a mezzo servizio in gara 2. Così Palestrina parte con Rischia, Rossi, Brenda, Samoggia e Gagliardo. Palestrina avanti 2-6 al 2’ coi liberi di Rischia, la prima tripla della serata però è di Casale (5-6). Subito dopo Fanti recupera palla e serve a Righetti il canestro del primo vantaggio Eurobasket, immediatamente vanificato dalla tripla in precario equilibrio di Rossi (7-9) al 4’. Pullazi si trova già con due falli a metà quarto e l’Eurobasket pasticcia in attacco con palle perse banalmente. Rischia infila altri quattro punti e Bonora chiama timeout al 5’ (7-13), ma il miniparziale di Palestrina (0-9) si chiude subito dopo col rimbalzo offensivo di Brenda (7-15). La tripla di Staffieri vale il 12-15, ma Rischia si dimostra pienamente in partita, sempre in sospensione (12-17 all’8). L’Eurobasket bussa ancora da tre con Scarponi ma il solito Rischia (10 punti a fine quarto) fissa la prima frazione sul 15-19.

Partenza razzo delle due squadre ad inizio secondo quarto: Molinari, Scarponi e Rossi bruciano la retina da tre nel primo minuto di gioco (18-25), poi Rossi penetra per il +9 mentre Molinari si vede fischiare il terzo personale al 12’. L’Eurobasket prova a riavvicinarsi con Fanti, ma Stirpe e Samoggia trovano i primi punti della loro serata, seguiti da Brenda che allunga fino al 23-34 con una tripla laterale. La risposta dei padroni di casa porta ancora la firma di Scarponi, pericoloso oltre l’arco, cui segue il bel movimento di Staffieri sul perno (28-35 a metà secondo periodo). La partita però scivola via dalle mani dell’Eurobasket nel giro di pochi secondi: prima tripla di Gagliardo, poi palla rubata di Rossi e 30-42 al 17’. Problemi per capitan Casale che lascia il campo a Salari. Ogni possesso dell’Eurobasket è difficoltoso, Rossi è indemoniato e mette due triple consecutive per il 32-48 al 18’. Si torna negli spogliatoi sul +15 Palestrina (36-51), 32 punti segnati dagli ospiti nel secondo quarto.

Scende in campo con maggiore intensità l’Eurobasket ad inizio ripresa, sempre senza Casale out per infortunio. Palestrina paga qualcosa in attacco e nei primi 3’ non trova punti. Pullazi invece ne mette 5 di fila e riporta i suoi sul -10 (31-41), obbligando Lulli a parlare ai suoi. Il discorso offensivo viene dunque ripreso da Rossi, ancora letale dall’angolo (41-56), che al 25’ ritira giù l’Eurobasket sul -15 di fine primo tempo. Di nuovo Pullazi, trasformato nella ripresa, produce però cinque punti consecutivi per il 46-56 al 26’. Le palle perse continuano ad essere un fattore nella serie, l’Eurobasket ne produce molte ma riaccorcia comunque con la tripla dall’angolo di Salari (49-58) e subito dopo con quella centrale di Righetti (52-58) al 29’.  Al 30’ è 52-60, con Palestrina che mette solo 9 punti nel quarto a fronte dei 32 del secondo.

Pullazi scuote subito i suoi da tre (55-60) e Palestrina rivede vicini gli avversari dopo tanto tempo, anche perché subito dopo Scarponi imita Pullazi e sul 58-60 Lulli chiama timeout. Al rientro in campo Righetti ruba palla a Rischia, antisportivo e pari ai liberi (60-60 al 32’). E’ sempre l’ex olimpico a trascinare l’Eurobasket nell’ultimo quarto, suo il canestro del sorpasso al 33’, cui segue un gioco da tre punti di Staffieri che al 34’ fa scoppiare il PalaTiziano: 67-62 e Palestrina in blackout prolungato. Al 35’ tripla di Scarponi e +8 Eurobasket, ma Fanti esce per cinque falli e Bonora perde anche il secondo esterno titolare dopo il ko di Casale. Il vantaggio diventa di 10 punti coi liberi di Pullazi al 36’, in un finale ovviamente condizionato dal bonus falli e i viaggi in lunetta: Gagliardo fa 2/2. E’ proprio il pivot arancioverde ad assumersi nel finale la responsabilità dei possessi in post basso, e anche in difesa quando stoppa Pullazi in penetrazione. Ma è troppo tardi per Palestrina, l’Eurobasket scappa via e con un Pullazi strepitoso (24 punti + 13 rimbalzi a fine serata) chiude i giochi da tre nell’ultimo minuto.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy