Serie B. Montegranaro fatica contro Ortona ma approda alle Final Four

Serie B. Montegranaro fatica contro Ortona ma approda alle Final Four

Commenta per primo!

 Che non sarebbe stato facile battere Ortona lo si sapeva. E così è stato La Dino Bigioni Shoes suda anche più delle proverbiali sette camicie ma alla fine ha la meglio su una coriacea We’re e chiude con la vittoria numero 14 su 15 partite un girone di andata da incorniciare. Col titolo di campione d’inverno e la qualificazione alle Final Four di Coppa Italia già in tasca e il Capodanno di mezzo, il rischio di un rilassamento al cospetto di una squadra solida e rodata come quella abruzzese c’era eccome. Ma la Poderosa, pur in una giornata balistica decisamente negativa (38% dal campo con tanti tiri aperti sbagliati), è riuscita nel finale a portare a casa due punti che la tengono in vetta al girone D con due lunghezze di vantaggio su San Severo.

I meriti, oggi, vanno cercati soprattutto tra coloro che si sono alzati da una panchina che ha prodotto ben 31 dei 76 punti gialloneri. Un Fabi sempre più intraprendente ha dettato il cambio di ritmo a suon di canestri, Trionfo è andato oltre i pur importanti 11 punti sporcando palloni su palloni in difesa e spizzicandone a bizzeffe a rimbalzo, mentre capitan Gatti in una serata che per 39’ era stata a dir poco buia (1/8 al tiro fino all’ultimo giro di lancette) ha tirato fuori dal cilindro la tripla del 74-70 che, di fatto, ha fiaccato le ultime resistenze ortonesi.

Grandi meriti, comunque, vanno riconosciuti alla squadra ospite, che ha sciorinato per lunghi tratti un grande basket, spingendosi presto sul +9 (8-17 al 10’) contro una Dino Bigioni Shoes incapace di trovare il fondo della retina e ferma ad un desolante 3/15 dal campo alla fine del primo quarto. I gialloneri ricuciono nel secondo periodo proprio grazie all’energia di Fabi e Trionfo ma anche alle invenzioni di Di Trani (suo il canestro del 27-23 al 16’). Poi la We’re, però, prova a dare la spallata a cavallo dell’intervallo lungo. Un parziale di 0-16 firmato dalle triple di Martelli e Gialloreto spingono sott’acqua la Poderosa (33-45 al 21’), una scena vista più volte nei terzi periodi di questa stagione. Un punto alla volta la squadra di coach Steffè ha iniziato ad erodere il vantaggio biancoblu, sorpassando e spingendosi fino al +5 con la tripla di Fabi (67-62 a 7’ dalla sirena). Sul più bello, però, i gialloneri sembrano inchiodarsi: 4’ senza segnare e Ortona rimette il naso avanti (69-70 a 2’ dalla fine con canestro di Gialloreto). Rossi replica dalle lunetta, poi arriva l’ora del capitano: penetra e scarica di Di Trani e Gatti si fa trovare libero dall’arco per colpire col canestro del +4 a 59” dalla sirena. La We’re non ne ha più, dalla lunetta Gatti e Broglia sigillano il sesto successo consecutivo per la compagine del presidente Bigioni.

Queste le parole di coach Steffè a fine partita: “Tutto ciò che sapevamo e avevamo visto di Ortona si è confermato sul campo. È una delle squadre che gioca meglio, hanno un’ottima organizzazione e i tempi di passaggio giusti. Abbiamo subito molto nei primi due quarti la loro abilità di far girare la palla costringendoci ad aiutare e recuperare e creando così tanti tiri aperti. Nel secondo tempo siamo stati molto più aggressivi, magari forzando anche alcune situazioni per minare le loro sicurezze. Siamo stati bravi ad andare sulle linee di passaggio e a non concedere più nulla di semplice. Abbiamo fatto una partita di voglia più che di tattica stavolta”.

DINO BIGIONI SHOES MONTEGRANARO – WE’RE ORTONA 76-70

MONTEGRANARO: Fabi 12, Sanna 2, Gatti 8, Rossi 12, Cesana ne, Broglia 7, Trionfo 11, Di Trani 11, Piccone ne, Rosignoli 13. All.: Steffé.

ORTONA: Di Carmine 10, Gialloreto 19, Musso, Agostinone ne, Brown 4, Leo 8, Martone 6, Diomede 9, Martelli 9, Comignani 5. All.: Sorgentone.

ARBITRI: Andrea Andreatta di Udine e Giuseppe Balducci di Valvasone (PN).

PARZIALI: 8-17, 25-22, 26-21, 17-10.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy