Serie B. Montegranaro resta regina, passo indietro Falconara

Serie B. Montegranaro resta regina, passo indietro Falconara

Commenta per primo!

Comanda la Dino Bigioni Shoes. Almeno per ora. Con un gran secondo tempo, la Poderosa fa suo il big match contro la Sandretto Falconara e resta solitaria al comando della classifica del girone D, con la sola San Severo (già battuta nello scontro diretto) a tenere la scia e i falchetti appaiati a Campli a 4 punti dalla corazzata di coach Steffè. Per due quarti e mezzo le due squadre si sono praticamente equivalse, con Montegranaro a colpire a raffica dalla lunga distanza (14/30 alla fine contro il 4/22 degli ospiti) e Falconara a rispondere facendo valere il gioco interno di Marco Maganza (doppia-doppia da 15 punti e 10 rimbalzi) e le scorribande dell’atteso ex Filippo Alessandri (18 punti e 6 assist). Ma quando i continui cambi di difesa hanno cominciato a fiaccare la squadra di coach Reggiani, ad affondare il colpo ci ha pensato la premiata ditta Rossi-Di Trani. Inarrestabili i due piccoli gialloneri, 44 punti con 8/14 da 3 in coppia e soprattutto la netta sensazione di avere sempre la partita in controllo. La Dino Bigioni è stata brava a reggere l’urto lavorando su cambi difensivi e lavoro dei piccoli in anticipo sul post basso. E quando sono finiti i rifornimenti in area, vista la deficitaria prestazione dalla lunga distanza, la Sandretto ha mostrato il fianco.

Che la serata fosse propizia il folto pubblico di via Martiri d’Ungheria (circa 800 spettatori, con la presenza colorata dei ragazzi del settore giovanile cui all’intervallo è stata regalata una passerella a metà campo con tanto di doni natalizi) l’aveva capito sin dalle prime battute, con la Poderosa a infilare quattro triple in un amen per allungare sul 24-17 di fine primo quarto. La Sandretto, però, non si scompone ed anzi ritrova il filo del discorso nel secondo periodo, quando Eliantonio e Alessandri colpiscono in serie riportando sotto i bianconeri. Il sorpasso, però, è nel segno di chi non ti aspetti. Pozzetti entra a 2’ dall’intervallo lungo e griffa due canestri in un batter d’occhio che spingono gli ospiti avanti di 3 (36-39 al 19’). Falconara sembra più reattiva anche quando si rientra sul parquet dopo l’intervallo lungo, la zona 2-3 confonde l’attacco giallonero e sembra che la squadra di coach Reggiani possa prendere in mano la gara. Ma nel momento difficile la difesa giallonera si quadra, Di Trani affonda il colpo con un paio di triple seguito a ruota da Trionfo e Sanna e sul finire del terzo periodo la Dino Bigioni è al massimo vantaggio (58-49). La Sandretto ci prova pure a reagire, ma la difesa veregrense ora funziona, la tripla di Di Viccaro a 6’ dalla sirena illude (65-59) perché sta per arrivare il colpo di grazia. Due triple in fila di Rossi fiaccano le ultime resistenze della Sandretto, che non può nulla con il fallo sistematico. Esplode di gioia la Dino Bigioni, che ora vede vicina la storica qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia.

Queste le parole di coach Steffè a fine partita. “Sono contento di più cose quest’oggi. In primis, abbiamo voluto e saputo difendere con continuità nel terzo e quarto periodo, comunicando meglio e anticipando in post basso, pur subendo un po’ nell’uno contro uno anche se era normale dato che volevamo marcare forte i loro tiratori. Ogni volta che hanno provato a riagganciarci abbiamo risposto con una buona difesa, tenendo alta la concentrazione fino alla fine. E ovvio che ci sono tanti particolari da sistemare, ma voglio sottolineare anche come dietro la prova esemplare di Marco Rossi e di tutti gli altri ci sia un lavoro perfetto dello staff e della società, che ha permesso a tutta la squadra di arrivare a questa partita nelle migliori condizioni. Ora guardiamo oltre: ci aspettano altre sfide prima di centrare il primo obiettivo della stagione, ovvero la Coppa Italia, cui teniamo molto. La sfida, per noi, sarà quella di alzare l’asticella, non di abbassarla”.

DINO BIGIONI MONTEGRANARO – SANDRETTO FALCONARA 80-67

MONTEGRANARO: Fabi, Sanna 11, Gatti 3, Rossi 23, Marzullo ne, Broglia 13, Trionfo 3, Di Trani 21, Piccone, Rosignoli 6. All.: Steffè.

FALCONARA: Pozzetti 8, Ruini 2, Battagli ne, Alessandri 18, Di Viccaro 3, Maganza 15, Eliantonio 9, Mastroianni, Micevic 6, Tessitore 6. All.: Reggiani.

ARBITRI: Giovanni Roca e Pietro Rodia di Avellino.

PARZIALI: 24-17, 14-22, 20-10, 22-18.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy