Serie B. Montegranaro sola in vetta, terza sconfitta nel derby per Sant’Elpidio

Serie B. Montegranaro sola in vetta, terza sconfitta nel derby per Sant’Elpidio

Commenta per primo!

Dino Bigioni Shoes Montegranaro – Ecoelpidiense Stella Porto Sant’Elpidio 71-60

Una vittoria meritata, ma che brividi nel finale. La Dino Bigioni Shoes batte con merito l’Ecoelpidiense Stella Porto Sant’Elpidio rischiano di sciupare nel finale un vantaggio che aveva toccato le 25 lunghezze ma alla fine portano a casa un derby che ha riempito di calore la Bombonera. I gialloneri ringraziano ancora una volta la lucidità nel finale di Di Trani ma anche le ottime prove di un Sanna pressoché perfetto nel primo tempo (dove realizza 12 dei suoi 14 punti) e il tandem Rosignoli-Trionfo incisivo su entrambe le metà campo. Senza dimenticare un Fabi che ha spento l’emozione a suon di triple, un Gatti al solito chirurgico e un Rossi stoico nel finale a rientrare sul parquet nonostante un dolore ad un ginocchio.

La Poderosa mette in chiaro le sue intenzioni sin dall’avvio. Un 8-0 marchiato a fuoco da due liberi e una tripla di Sanna mettono il match subito nelle mani dei padroni di casa, anche perché Porto Sant’Elpidio fa uno stillicidio in attacco. Palle perse (addirittura 14 a metà gara) e scelte poco oculate non si contano, i biancoazzurri sembrano paralizzati. Tortù li scioglie mettendoci almeno un po’ di intensità, ma la Dino Bigioni dà un’altra spallata sul finire del primo periodo e allunga fino al +11 (24-13 al 10’) con un Sanna imprendibile per la difesa portoelpidiense. Esordisce Del Brocco per Porto Sant’Elpidio ma la musica non cambia nel secondo periodo. Anzi. Porto Sant’Elpidio si sbatte e lotta sotto canestro, ma spreca di tutto per cui alla Poderosa bastano maggiore ordine e buone percentuali per prendere il largo. La seconda tripla di Fabi spinge la Dino Bigioni fino al +20 (35-15 al 16’) poi la Poderosa si rilassa un po’ e l’Ecoelpidiense accorcia, chiudendo la prima metà di gara sotto di 16 (39-23).

La squadra di coach Steffè forse crede di averla già chiusa e al rientro dagli spogliatoi non riesce a incidere soprattutto in attacco. La difesa, invece, continua a stringere nelle sue spire una Porto Sant’Elpidio per la quale ogni canestro è un parto gemellare. Gli ospiti, sorretti da Tortù, si avvicinano fino al -14 (43-29 al 25’), poi lo strappo che pare quello decisivo. La Dino Bigioni firma una break di 11-0 e vola a +25 sul finire del terzo periodo (54-29), facendo credere ai più che la gara fosse chiusa. Niente di più sbagliato.

I veregrensi alzano troppo presto il pedale dall’acceleratore, coach Schiavi pesca dalla panchina il jolly Caridà, che con 11 punti in 10’ spinge l’Ecoelpidiense a una rimonta che avrebbe dell’incredibile. I biancoazzurri tirano fuori un quarto da 31 punti dopo averne realizzati appena 29 nei primi 30’ e tornano minacciosi fino al -6 con la tripla dell’ex dal dente avvelenato Lorenzo Andreani (66-60 a 1’24”). La freddezza di Di Trani, però, scaccia gli incubi dalla lunetta, Porto Sant’Elpidio finisce la benzina e la Poderosa fa suo il derby per la terza volta consecutiva, mantenendo così la vetta della classifica del girone D.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy