Serie B. Napoli, con Palermo c’è una doppia sconfitta da vendicare

Serie B. Napoli, con Palermo c’è una doppia sconfitta da vendicare

Commenta per primo!

Come prenderla, come inquadrarla, questa Napoli – Palermo che fino a due settimane avrebbe saputo di scontro diretto e basta? Beh, nell’incertezza…interpretiamola come sempre, anzi meglio di sempre. Perché alle spalle c’è un’imprevista quanto durissima sconfitta da smaltire, contro la LUISS… e ce n’è un’altra da vendicare: quella dell’andata contro i granata di Tucci, altrettanto rocambolesca, altrettanto sofferta. Triple a go-go, rientri difensivi al diapason, concentrazione che va e che viene, a rimbalzo come in attacco: così apparentemente diversi, il primo e l’ultimo di questi pochissimi, ma bruttissimi scivoloni della DiLo band trovano invece più di un punto di contatto, autentiche condizioni fondamentali per consumare il delitto perfetto. Quel delitto che l’Azzurro non può più permettersi, con la vetta che si è allontanata a -4, quello che Palermo proverà a ripetere, nonostante tutto.

Già, perché nonostante un bel filotto di sette vittorie nelle ultime otto, in barba alla crisi che aveva fatto scivolare gli ospiti in posizioni preoccupanti, quasi ai margini della zona playoff, il 2016 imboccato dall’Aquila sarà tutt’altro che una “stairway to heaven”: il main sponsor che non c’è (e che invece ci si aspettava), il passo più lungo della gamba confessato due settimane fa da patron Rappa, dopo l’incredibile sconfitta spartiacque contro la Scafati dalle nove meraviglie, quindi la mezza smobilitazione dell’ultima settimana, con gli addii pesanti del metronomo Stella (diretto a Bisceglie) e di un fighter dalla mano educata quale Nelson Rizzitiello, firmato in un amen dalla capolista. Di questo rompete le righe, che nei fatti sconfessa gli ambiziosi programmi pensati ai blocchi di partenza, avrebbe dovuto far parte anche Federico Nicolas Requena. E non è mancato chi che da più di un pulpito ha lanciato la candidatura Napoli, nell’idea che un giocatore con i suoi chili, i suoi centrimetri, la sua esperienza e la sua mano, fosse un toccasana, per una squadra che a rimbalzo dia di più anche quando Serino non c’è, il tutto senza rinunciare ai punti che l’oriundo può assicurare. Sulla carta, va sottolineato, sarebbe un innesto tutt’altro che sopra le righe, ma almeno per ora, il gaucho “4” titolare resta dov’è, con quel che resta della truppa, aggiustata per arrivare quantomeno ai playoff, ma tutt’altro che innocua, tutt’altro che in rotta.

Innanzitutto in regia non c’è un vuoto strutturale, e come in tutti i reparti gli spazi possono anche stimolare chi resta. E anche Stella è Stella, Tucci avrà comunque a disposizione il rasta ex Chieti Di Emidio (6.3 ppg in 21′), che si alternerà con l’ex Ruvo, Matera e Nord Barese Daniele Merletto (7.8 ppg con 3.9 apg in 24′), cresciuto a pane e basket da Giulio Cadeo. Passando agli esterni, è sfuggito al diluvio anche Bruno Ondo Mengue (8.5 ppg al 66% da 2 e il 39% da 3 con 2.3 rpg in 19′), classe ’92 che sta facendo dimenticare la sua etichetta di giovane stellino incompiuto, con qualche parentesi a Trieste e Veroli, e una promozione a Siena più caduta dal cielo che costruita in proprio. Al suo fianco, poi, c’è quell’ex Corato e Matera Marcello Cozzoli che sa sempre il fatto suo (11.3 ppg al 70% e il 41% da 3 in 23′), un giocatore che in carriera avrebbe potuto dare molto di più, con un talento che c’è, devastante se in giornata.

Passando quindi in vernice, certamente non hanno fruttato le scommesse di Emanuele Urbani (3.9 ppg in 10′), ’93 scuola Trieste ma non irresistibile, ma soprattutto quella dell’ex Fortitudo e Viola Alessandro Azzaro, “3/4” classe ’93 senza troppi picchi (6.1 ppg al 64% da 2 con 3.2 rpg in 17′), ma oltre al valore aggiunto di Requena (9.1 ppg al 38.5% da 3 con 5.4 rpg), massima attenzione a Riccardo Antonelli, scuola Varese ed ex Casale e Scafati che ha confermato ottime doti e spalle larghissime, in una stagione che ha già riservato più di una sorpresa (9.3 ppg e 7.0 rpg in 25′).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy