Serie B. Napoli da due volti, Palermo vince in rimonta e si conferma gran favorita del Girone C

Serie B. Napoli da due volti, Palermo vince in rimonta e si conferma gran favorita del Girone C

Commenta per primo!

NUOVA AQUILA PALERMO – GIVOVA NAPOLI 69-57 (10-15,21-36,42-44)

Palermo: Bruno n.e., Requena 13, Stella 11, Azzaro 6, Cozzoli 7, Antonelli 3, Merletto 17, Di Emidio 2, Urbani, Ondo Mengue 11. Coach. Gianluca Tucci.

Napoli: Spera, Iannone 10, Martino, Serino 5, Villani 4, Berti 16, Giovanatto 8, Sabbatini, Parrillo 13, Fall 1. Coach: Giampaolo Di Lorenzo.

ARBITRI: Stefani Barilani e Silvia Marziali di Roma

Con una prova d’orgoglio l’Aquila Palermo ottiene la sua seconda vittoria consecutiva, sconfiggendo la Givova Napoli nel big match della seconda giornata del Girone C della Serie B per 69 – 57. Palermitani che dopo il primo canestro subiscono un pariale di 13-0 dai biancoazzurri che con Parrillo e Serino buca ripetutamente la retina. Tucci chiama subito time out per arginare lo strappo e biancorossi che in chiusura di quarto si riavvicinano chiudendo il parziale a -5. il secondo quarto è un monologo partenopeo con il palermitani che sbagliano tutto quello che possono sbagliare e Villani e compagni che toccano il massimo vantaggio in chiusura di quarto. Si và al riposo sul + 15 Napoli.

Aquila troppo brutta per essere vera. Biancoazzurri che controllano il risultato e palermitani che non riescono ad accendersi in attacco. Ma è una tripla di Requena ed un gioco da tre punti di Merletto che consentono ai ragazzi di coach Tucci di iniziare una incredibile rimonta che porta i padroni di casa sul 41 pari. Una nuova tripla del solito Parrillo ed un libero di Azzaro chiudono il terzo quarto con la formazione ospite ancora avanti ma di soli due punti. Ultimo quarto pieno di emozioni. Palermo alza il ritmo e Napoli inizia a forzare tiri a ripetizione con Antonelli, Azzaro e Requena a diventare i padroni dell’area. L’Aquila non sbaglia un colpo e due triple di Ondo Mengue e di Requena ed una schiacciata dopo una grande recupero difensivo di Cozzoli chiudono la gara sul +12 per la squadra di casa. Napoli senza più benzina è riuscita a reggere tre quarto la grande fisicità re voglia di una squadra, quella palermitana che, nonostante una non buona prova al tiro è stata capace di una rimonta d’orgoglio.Si chiude con i le squadre applaudite al centro del campo. Una nota speciale per l’ex capitano biancorosso Giovanatto applaudito a lungo dal suo ex pubblico.

Fotogallery a cura di Gabriella Ricciardi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy