Serie B – Nardò ci crede fino alla fine, Matera la spunta all’ultimo secondo

Serie B – Nardò ci crede fino alla fine, Matera la spunta all’ultimo secondo

Dimarco freddissimo da 6.75m per chiudere la contesa sul 73-76.

Commenta per primo!

A distanza di mesi ritorna in “casa” la Frata Nardò, ma stavolta con una categoria in più sulle spalle. L’ultima volta, sempre al “Velodromo degli Ulivi” di Monteroni, a gara ormai terminata si attese col cuore in gola un risultato positivo da Sarno-Costa d’Orlando, che poi non arrivò, rimandando il verdetto finale in terra siciliana.

Save the date: domenica 8 ottobre, la prima storica gara in casa della Serie B firmata Pallacanestro Frata Nardò. Calendario infuocato quello dei granata che nelle primissime giornate di questo tortuoso girone C hanno pescato roster importanti ed imponenti sulla carta come San Severo ed appunto, l’ Olimpia Matera di Dimarco e soci.

Quando sulle rispettive panchine siedono Davide Olive da una parte e Giovanni Putignano dall’altra lo spettacolo non può che essere assicurato. Il primo deve fare ancora una volta a meno di Bjelic per ritardi burocratici, il secondo (si scoprirà) farà a meno di Franco Migliori nonostante la convocazione. Due assenze di spicco da ambedue le parti che non influiranno però sullo spettacolo che si andrà a creare dentro e fuori il parquet dell’impianto monteronese. Olive parte con Rodriguez, Polonara, Provenzano, Potì e Marengo; Putignano schiera Dimarco, Cozzoli, Varaschin, Ravazzani e Battistini.

Palla a due sotto un tripudio granata, con buona rappresentanza di tifosi ospiti. La Frata parte bene, ma l’Olimpia non è di certo arrivata in terra salentina per stare a guardare e mostra i muscoli con le ottime giocate di Leonardo Battistini (16 punti nei primi due quarti) che non viene arginato dalla difesa del Toro. I padroni di casa non soccombono mai nonostante la furia di Battistini che si guadagna un intero spazio sul “play by play” di LNP, questo grazie ai centrimetri sommati a fisicità e cuore, tanto cuore di Fernando Marengo che si sbraccia e lotta con tutte le forze a rimbalzo e realizza punti importanti per tenere in vita la Frata (20-24 primo quarto).

L’”Andrea Pasca” risale e contro sorpassa Matera con un buon Potì, poi la coppia Ochoa-Marra non ci sta e firma il +6 in favore dell’Olimpia. Rientra anche il buon Battistini che però è meno preciso del solito.
La Frata accelera con Rodriguez e Provenzano firmando il -3 quando suona la sirena che porta tutti negli spogliatoi del Velodromo (37-40 avanti Matera).

Non sappiamo quali siano state le istruzioni dei rispettivi coach, ma al rientro diventerà un match senza esclusione di colpi. Ingrosso prima, Jeff poi fanno decollare la Frata sul 54-48 di vantaggio quando Putignano ordina timeout, ma la musica non cambia, perché uno scatenado Ingrosso coadiuvato dai compagni firmano il +8 con l’Olimpia che inizia a temere ma che è ancora viva (58-50).

“Al mio segnale scatenate l’inferno”, disse in un celebre film Stefano Provenzano. Ah, no… quello era il Gladiatore. Tripla Provenzano ad inizio quarta frazione, +11 Frata Nardò; Ochoa, Cozzoli e Dimarco firmano il pareggio. Sorpasso Matera con Dimarco, controsorpasso Toro con Provenzano, poi Ravazzani e ancora Potì dalla lunga distanza, ed ancora Cozzoli dalla lunga. Si arriva sfiniti al pari 73 sul tabellone segnapunti: attacco Olimpia, rimbalzo non fortunoso di Polonara con il pallone che termina sul fondo. Matera disegna bene la rimessa e con due extra pass arriva a Dimarco che è freddissimo da 6.75m per chiudere la contesa sul 73-76.

Una grande reazione dopo San Severo, ancora una volta tanto cuore, è mancata solo la vittoria che con questo atteggiamento arriverà molto presto. Animo Toro, saprai rialzarti, senza paura!

PROMEMORIA: DOMENICA 15 OTTOBRE, ORE 15:30, FRATA NARDO’ – VAL DI CEPPO PERUGIA
Ancora in casa, stavolta alle ore 15:30, per permettere alla Nuova Pallacanestro Monteroni di disputare successivamente la gara casalinga di Serie C. Non c’è orario che tenga, tutti al “Velodromo”!

Pallacanestro Frata Nardò – Olimpia Matera 73-76 (20-24, 17-16, 21-10, 15-26)

Pallacanestro Frata Nardò: Stefano Provenzano 20, Alessandro Potì 14, Yancarlos jeferson Rodriguez 13, Federico Ingrosso 13, Fernando Marengo 7 , Valerio Polonara 4, Daniele Dell’anna 2, Amedeo De martino 0, Edoardo Scattolin 0, Giorgio Durante 0.

Olimpia Matera: Leonardo Battistini 22, Ignacio Ochoa 20, Marcello Cozzoli 10, Matías nicolás Dimarco 9, Lorenzo Varaschin 6, Alessandro Marra 5, Nicolò Ravazzani 4, Samuele Pasqualini 0, Giovanni Cesano 0, Franco Migliori 0.

FONTE: Uff. Stampa Pall. Nardò

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy