Serie B. Orzinuovi beffa l’Urania e blinda il secondo posto

Serie B. Orzinuovi beffa l’Urania e blinda il secondo posto

De Min sbaglia il tiro cruciale, il rimbalzo casca nelle mani di Valenti, che subisce il fallo e fa 2/2 a 3 secondi dalla fine. Troppo pochi per aprire nuove parentesi, e il tabellone recita 64-71 in favore di una Gagà Milano Orzibasket, che mette nello scrigno il secondo posto.

Commenta per primo!

Di Manuel Caldarese

Urania Porta Vittoria Milano – Gagà Milano Orzibasket 64-71

Urania Porta Vittoria Milano: Ganguzza 2, Stijepovic 18, Marra, Torgano 14, Zuffi ne, Paleari 14, Siccardo ne, De Bettin 3, De Min 9, Mariani 4.

Gagà Milano Orzibasket: Motta 1, Mazzucchelli, Valenti 23, Perego 6, Genovese 6, Chiacig 3, Cantone 7, Bona 11, Ruggiero 14, Tessitore.

Le due squadre partono in quarta per giocarsi al meglio questa sfida da playoff, ed è De Min ad aprire le danze con un canestro da due punti. Orzinuovi risponde al colpo grazie a un Ruggiero subito caldo e mattatore delle azioni offensive, che con due assist manda a canestro prima Perego, poi Valenti. Milano non resta però a guardare queste prime azioni, risponde sempre colpo su colpo. Una tripla di Ruggiero al 7′, seguita da una di Valenti all’8′ riescono a tracciare un primo distacco apprezzabile in favore dei ragazzi di coach Furlani (10-17), e Ghizzinardi non esita a chiamare timeout. Da questo per due minuti, non c’è nulla di fatto per entrambe le compagini, che riprendono a giocare nel secondo quarto da quel 10-17. È Torgano ad animare l’Urania con una tripla e un canestro in sospensione, che costringono Furlani a un timeout al 12′ (15-17). La strigliata non scatena di fatto nessuno, anzi Paleari firma il canestro del pareggio al 13′ (17-17), e da qui non ci saranno mai parziali fino alla sirena del 20′. Devastante fino a questo momento la prestazione di Paleari, che ne mette 8 solo nel secondo quarto, per un totale di 10 punti alla seconda sirena, proprio nel momento del bisogno, quello di non far dilagare mai Orzinuovi, che va a riposare all’intervallo su un vantaggio solo spicciolo di 27-28.

Il terzo quarto mette in scena due squadre che non mollano un’azione offensiva. L’Urania sfodera uno Stijepovic, fin qui ai margini degli schemi milanesi, ma ora timoniere dei suoi che tiene a galla i suoi. Ma ce la fa solo fino al 24′, quando 6 punti di fila della Gagà per mano di Perego, Valenti e Ruggiero costringono Ghizzinardi al timeout al 26′ (38-42). Da questo momento il gioco si spegne leggermente, finché al 28′ prima Valenti con un tiro da due punti e poi Genovese dai 6,75 firmano il massimo vantaggio (42-53). Le ultime azioni fanno vedere soltanto un 1/2 dalla lunetta di Stijepovic e un 1/2 di Ruggiero, che portano il risultato a 43-54 al 30′. Ad rimescolare le carte in tavola, nel quarto quarto, è ancora Stijepovic, che parte con una tripla. Valenti rende occhio per occhio a modo suo, subendo il fallo e mettendo un canestro, concludendo il gioco da tre punti. Dopo un’altra tripla di Torgano, si vede ancora Valenti, ma risponde Paleari con una schiacciata a due mani al 34′ (51-59). Il punteggio rimane fermo fino al 36′, quando un altro canestro di De Min costringono Furlani al timeout, per organizzare gli ultimi 4 minuti di gioco contro una Urania che si è inesorabilmente rifatta avanti (53-59). Il rientro non promette bene. Orzinuovi comincia con un’infrazione di 5” già dalla rimessa, ma poi la difesa è forte è Orzinuovi può permettersi di non concludere un’azione fino al 37′ (2/2 di Cantone in lunetta), perché non subisce mai e mantiene l’interzia della partita. Risponde subito Stijepovic per il 55-61. L’1/2 di Bona in lunetta seguente porta a giocare l’ultimo minuto su una tensione altissima,  perché è ancora tutto aperto (55-62). Segna il solito Stijepovic, ma Bona va nell’altra metà campo, vuole l’isolamento e si butta fino in fondo ad appoggiarla alla tabello. Mancano 34 secondo e coach Ghizzinardi ricorre al timeout. La rimessa è organizzata benissimo. In soli 6 secondi Paleari si inventa un superassist che taglia a metà l’area e manda il solito Stijepovic a canestro. 59-64, e stavolta è Furlani ad aver bisogno del timeout. Prevedibilmente palla a Bona e subito fallo della difesa casalinga. 2/2 in lunetta, poi fa canestro Stijepovic e il conseguente 1/2 in lunetta di Ruggiero riapre la partita, perché la tripla velocissima di Torgano rimette i suoi a un possesso di distanza (64-67). Non è sempre Happy Hour però, in quel di Milano, perché il successivo fallo ai danni di Ruggiero produce un 2/2 in lunetta. Siamo 64-69 e ci sono solo 10 secondi a disposizione. De Min sbaglia il tiro cruciale, il rimbalzo casca nelle mani di Valenti, che subisce il fallo e fa 2/2 a 3 secondi dalla fine. Troppo pochi per aprire nuove parentesi, e il tabellone recita 64-71 in favore di una Gagà Milano Orzibasket, che mette nello scrigno il secondo posto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy