Serie B. Orzinuovi corsara a Lecco

Serie B. Orzinuovi corsara a Lecco

Commenta per primo!

GIMAR BASKET LECCO 72 – 80 GAGÀ MILANO ORZIBASKET

GIMAR BASKET LECCO: Mascherpa 27; Balanzoni 11; Dagnello 11; Piunti 17; Brambilla 4; Siberna 0; Ukaegbu 0; Todeschini 2; Freru 0; Perego 0. Coach Massimo Meneguzzo.

GAGÀ MILANO ORZIBASKET: Motta 20; Valenti 12; Cantone 8; Bona 29; Ruggiero 6; Samoggia 0; Mazzucchelli 2; Perego 0; Bracci 2; Brighi 1. Coach Riccardo Eliantonio.

Campo: «Centro Sportivo Bione», a Lecco. L’inizio di gara è ancora confuso, come durante la prima di campionato, per Orzinuovi. I ragazzi di coach Eliantonio reggono il passo fino a 2:20 dalla sirena (19-15), ma poi pagano i troppi errori dal campo e Lecco ne approfitta per segnare un piccolo parziale di 5-0, ma che la fa andare in panchina più tranquilla sul 24-15. Il secondo quarto vede gli orceani più presenti e, anche senza mai sfondare, lottano pallone dopo pallone, stringono i denti e si riportano in partita piano piano. Protagonista è di gran lunga la tenacia difensiva, decisamente rinnovata al rientro in campo, che blocca il punteggio della Gimar fino al 5:53 dopo aver subito solo un canestro da Todeschini nei primi istanti della frazione di gioco, e la Gagà 6 punti preziossissimi. Poi è un continuo gioco duro, punto dopo punto per entrembe le squadre, quando la sirena del primo tempo ferma il tabellone sul 37-32 in favore ancora dei padroni di casa. Nel terzo quarto la Gagà mette il turbo, e non ce n’è più per nessuno. Gli schemi offensivi vengono tutti eseguiti alla perfezione. La palla gira, e gira soprattutto nelle mani di Matteo Motta, che solo in questi 10 minuti segna 14 punti. Si andrà quindi alla sirena sul 51-60, su un ritmo emotivo altissimo per Orzinuovi, in grado ancora una volta di ribaltare una situazione decisamente complicata. L’ultimo quarto scatena un Valenti formidabile sotto canestro che fa sembrare tutto facile, tanto da costringere coach Meneguzzo a richiamare all’ordine la squadra (5:58). Da qui la situazione torna a essere complicata, perché Lecco si fa avanti un’altra volta riuscendo a portare il risultato sul -4 a soli 0:57 dal termine. Ma niente paura, dicono gli orceani della Gagà, che si fanno mandare in lunetta e non si fanno trovare impreparati, anche poi nella successiva azione difensiva, gestendo molto freddamente la situazione. Finisce 72-80, e soprattutto con altri bei due punti in classifica nella colonna della Gagà Milano Orzibasket.

Le parole del ds Alessandro Muzio: «Sono molto contento del gioco di squadra che abbiamo espresso. Lecco è un campo difficile, con un brutto parquet e soprattutto buio. Non è difficile adattarsi in pochi minuti e riaggiustare una partita che all’inizio aveva preso una brutta piega. Sono contento della buona prova di Motta, oltre che ovviamente dell’ottima partita di Bona. Mi sembra si stia giocando al meglio, secondo il binomio giovani-senatori che abbiamo creato attraverso le nostre scelte di mercato. La situazione rimane di emergenza, con Samoggia e Perego ancora fuori, ed è anche questo che fa la vittoria di oggi e quella di domenica scorsa ancora più pesanti»

Le parole di Matteo Motta, uno dei protagonisti della rimonta nel terzo quarto: «Siamo contenti di aver vinto su un campo così difficile. Abbiamo trovato buone soluzioni in attacco, anche se non con costanza, complice la loro buona difesa. Quando gira la palla riusciamo a far breccia. Al terzo quarto arrivavano tutti da me i palloni (ridendo), ma è stato fondamentale non aver perso la concentrazione da parte di tutti fino alla fine, soprattutto quando si sono rifatti avanti»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy