Serie B. Orzinuovi forza sette, battuta Desio

Serie B. Orzinuovi forza sette, battuta Desio

Commenta per primo!

Rimadesio 84 – 89 Gagà Milano Orzibasket

Rimadesio: Gatto 0; Politi 25; Negri 5; Gallazzi 30; Quartieri 4; Corno 2; Novati 14; Mazzoleni ne; Esposito 2; Colombo 2.

Gagà Milano Orzibasket: Motta 3; Perego 6; Samoggia 23; Cantone 11; Ruggiero 9; Mazzucchelli 0; Valenti 13; Bona 16; Bracci 0; Brighi 8.

È una partita importante per la Gagà Milano Orzibasket, perché va a Desio ad affrontare una squadra affamata di punti, e soprattutto perché, seppure gli orceani capeggiano in classifica a punteggio pieno, serpeggia il timore di un calo di concentrazione improvviso che andrebbe a compromottere quanto di ottimo è stato ottenuto fino ad ora.

L’inizio di gara si svolge come ormai da copione, con Orzinuovi che si fa mettere sotto dai padroni di casa, che hanno in Politi e Gallazzi due marcatori di razza. Il primo arriverà sulla prima sirena già con 10 punti, mentre il secondo addirittura 17, segnando in due già 27 dei 29 punti totali messi a segno durante la prima frazione di gioco. Per mantenere Orzinuovi a galla serve un Samoggia subito strepitoso (saranno 9 i suoi punti al termine del primo quarto), ma dopo solo 10 minuti il tabellone segna 29-22 per i padroni di casa, e Orzinuovi si ritrova per l’ennesima volta a dover rimontare la partita.

Il secondo quarto sembra aprirsi ancora punto a punto, col distacco sostanzialmente invariato, ma dopo soltanto un minuto e mezzo Brighi e Ruggiero fanno sentire la presenza sul parquet e mettono a segno i canestri del -5 (33-28 con 7:40 da giocare), spezzando un po’ il ritmo e consentendo a Orzinuovi di cambiare marcia. Da questo momento Desio rimane comunque in vantaggio, ma la Gagà è sempre più vicina, canestro dopo canestro, fino alla tripla di Cantone (43-39 con 2:22 da giocare) che fa prendere fiducia a tutta la squadra e apre la strada al canestro del -1 di Bona a 15 secondi dalla fine del secondo quarto, che fissa il risultato sul 45-44.

Si rientra dagli spogliatoi per giocare gli ultimi 20 minuti di partita, e il gioco si fa di un’inerzia asfissiante. Il punteggio è sempre di sostanziale parità, con  un canestro da una parte e subito la risposta dall’altra, ma con un Samoggia ancora scatenato che mette a segno altri 7 punti in meno di cinque minuti di gioco, che costringono coach Villa al timeout (4:14) dopo che Cantone segna il canestro del 52-53 per Orzinuovi. Il rientro dai box non è però più dolce per Desio, che si ritrova in campo il capitano ospite Rodolfo Valenti scatenato e, soprattutto la coppia di tiratori Cantone-Bona che sembra non avere intenzione di sbagliare più nulla. Orzinuovi continuerà a comandare il risultato fino alla terza sirena, anche se le lunghezze di distanza sono solo 6 (64-70), complici le prestazioni dei padroni di casa Politi e Gallazzi, che vanno a segno continuamente (fino a questo momento, rispettivamente già 21 e 25 i punti messi a referto).

Gli ultimi dieci minuti di partita sono un brivido unico. Per i primi 7 minuti Orzinuovi riesce a comandare abbastanza tranquillamente, riuscendo sempre a mantenere pressoché invariato il distacco. Desio, però, si fa insidioso quando con soli 2:36 da giocare il cecchino Gallazzi mette a segno due liberi e porta la squadra a -4 (77-81). Bona risponde con due punticini, ma Politi segna altri due liberi e subito Gallazzi riapre la partita con una tripla con soli 86 secondi da giocare (82-83). Cantone segna subito un altro canestro, ma si va dall’altra parte di campo e Novati subisce il fallo di Bona che lo manda in lunetta, e il distacco torna ancora di una sola lunghezza (84-85) costringendo coach Eliantonio a chiamare il timeout, per pianificare gli ultimi 22 secondi di partita, i più preziosi. Inizia male questa manciata di secondi, con Bona che commette un’infrazione di passi. Negri si ritrova in mano la palla della vittoria, ma sbaglia la tripla a solo 3 secondi dall’ultima sirena, Samoggia raccoglie il rimbalzo, consegna palla a capitan Valenti che costringe lo stesso Negri a un fallo antisportivo per fermare il cronometro. Valenti li fa tutti e due, e nell’ultimo possesso di un solo secondo c’è spazio per un altro fallo ai danni di Samoggia, che va in lunetta a fissare il risultato sul definitivo 84-89. Orzinuovi può festeggiare per la settima volta consecutiva.

Si registra ancora un’ottima gara del sempre lucido Cantone, che chiude con 11 punti e 7 assist, oltre che ovviamente quella di Samoggia, con 23 punti a referto.
Incoraggiante anche la prestazione del giovanissimo Brighi, che colleziona 8 punti in poco più di 15 minuto di impiego.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy