Serie B. Orzinuovi OK con Pordenone, in vista dei playoff

Serie B. Orzinuovi OK con Pordenone, in vista dei playoff

Commenta per primo!

Gagà Milano Orzibasket 91 – 74 Pienne Basket Pordenone

Gagà Milano Orzibasket: Bedetti 22; Requena 11; Panni 6; Broglia 11; Martini 13; Mazzucchelli 0; Ferrarese 6; Longobardi 6; Paunovic 0; Soloperto 16.

Pienne Baket Pordenone: Toscano 2; Colamarino 5; Ferrari 15; Varuzza 15; Zambon 15; Lucas 0; Di Prampero 2; Palombita 14; Begiqui 0; Visentin 6.

Non si fa trovare impreparata l’Orzibasket di coach Bernardi contro Pordenone, anche se non è mancata di certo suspence. Il primo quarto di gioco ha messo in scena due squadre del tutto alla pari, anche se a distinguersi è stato il solito Bedetti di inizio gara che, penetrazione dopo penetrazione guadagna quel vantaggio invisibile di falli subiti, che puntualmente nelle ultime frazioni di gioco comandano cambi e strategie. Si conclude comunque 25-24, grazie a un tiro da tre punti realizzato sulla sirena dal pordenonese Varuzza. La musica non cambia nel secondo quarto. Il distacco tra le due è sempre cortissimo, nessuno si mette troppo in luce e all’intervallo ci si trova ancora in una situazione di sostanziale parità (45 – 46 per gli ospiti).

Il terzo quarto scopre gli altarini. Infatti, se a 1:40 dal termine della frazione di gioco le statistiche esibiscono ancora un 62 – 62, le azioni hanno cominciato a farsi più rocambolesche, con tira e molla di piccoli parziali da una parte e dall’altra. È proprio a questo punto che Bedetti dimostra di poter restare in partita per tutti i 40 minuti: nel giro di 50 secondi segna dai 6.75 e penetra mettendo a segno il canestro, oltre che a subire il fallo. Realizza dalla lunetta ed è +6 Orzinuovi (68 – 62). Si andrà in panchina sul punteggio di 70 – 63, dopo che Zambon va ai tiri liberi per segnarne solo uno, e Requena chiude sulla sirena con un canestro realizzato. Nell’ultimo quarto sembra mettersi meglio per Pordenone, che mette subito a segno un paio di canestro, complici i tiri sbagliati orceani e qualche disattenzione sotto canestro. La situazione viene però rimessa subito risistemata da due triple di Martini, che carica la folla, e da Soloperto che si risveglia e fa capire chi comanda sotto canestro. Per Pordenone non c’è più niente da fare fino alla sirena, che sentenzia il 91 – 74 finale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy