Serie B. Padova insufficiente, Orzinuovi 10 e lode

Serie B. Padova insufficiente, Orzinuovi 10 e lode

Commenta per primo!

Gagà Milano Orzibasket 70 – 51 Broetto Costruzioni Virtus Padova

Gagà Milano Orzibasket: Motta 0; Mazzucchelli 0; Valenti 13; Perego 15; Samoggia 10; Cantone 6; Bona 7; Bracci 2; Ruggiero 17; Brighi 0.

Broetto Costruzioni Virtus Padova: Mabilia 3; Schiavon 0; Calzavara 2; Contin 9; Cecchinato 0; Lazzaro 13; Sabbadin 0; Salvato 4; Tuci 13; Crosato 7.

I primi dieci minuti di gara sono forse tra i più lenti del campionato, e saranno poi a fine gara lo specchio di una partita che non trova mai un ritmo veramente alto da nessuna delle due parti del campo, se non da parte di qualche singolo giocatore. Uno di questi è proprio Valenti, che segna 7 punti solo al primo quarto, tirando le redini di uno stallo generale, che manda le squadre sul 15-11 alla prima sirena. Nel secondo quarto la musica cambia di poco, ma si vede una bella sfida tra Perego e Lazzaro (7 punti ciascuno durante i secondi 10′), con il lungo dei veneti che era stato fino ad ora sempre in panchina durante il primo quarto. Non c’è comunque nessun effetto sorpresa,  tanto che la Gagà riesce a comandare il gioco durante i primi 5′ fino ad arrivare sul 23-16, ma poi si fa riagguantare punto a punto, fino quasi a farsi raggiungere. Si va negli spogliatoi sul 33-31 per i padroni di casa, con nessuna delle due squadre che riesce mai a prendere in mano completamente la situazione.
Al rientro sul parquet le individualità di spicco orceane si fanno valere soprattutto in difesa. Non viene esibito ancora nessun parzialone, ai quali il pubblico orceano è ormai abituato, ma è soprattutto il pressing alto dei ragazzi di coach Eliantonio a lasciare senza fiato le azioni offensive della Virtus Padova, che non riesce mai a fare completamente breccia sul referto, e altri 6 punti di Perego (che va ora a quota 13) fissano il risultato sul +9 per la Gagà (53-44). Nell’ultimo quarto il gioco dei veneti si spegna completamente, e un perfetto Ruggiero non si fa scappare l’occasione di mettere la firma su un’altra ottima prestazione. Saranno 17 i sui punti (miglior marcatore della partita), e soprattutto Padova non può più nulla contro la difesa col coltello tra i denti della Broetto, dovendosi accontentare di superare di poco i 50 punti. Finisce 70-51 una partita con poco spettacolo e ritmi bassi, dove però è emersa ancora una volta la superiortà tecnica della Gagà, che si assicura la decima vittoria consecutiva

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy