Serie B – Palermo, vittoria di rabbia: al PalaMangano prezioso successo contro Pozzuoli

Serie B – Palermo, vittoria di rabbia: al PalaMangano prezioso successo contro Pozzuoli

La squadra di Priulla torna alla vittoria: due punti preziosissimi nello scontro diretto e in chiave salvezza.

di La Redazione

Dopo la sosta di circa due settimane, il Green Basket torna in campo al PalaMangano per affrontare la Virtus Pozzuoli. Una sfida da non sbagliare per la formazione palermitana: Pozzuoli è a quota 10 in classifica, a -2 proprio dagli uomini di Flavio Priulla. Prima del match osservato un minuto di silenzio per la tragica scomparsa di Alberto Bucci, volto storico del basket italiano.

Il primo quarto comincia con due bombe da tre punti di marca palermitana: prima è Mitch Peroni a trovare il canestro, poi Andrea Lombardo. Pozzuoli reagisce con Bini, anche lui preciso dall’arco. È un inizio intensissimo e piacevole, le squadre non si risparmiano. Carrichiello mette a referto i suoi primi due punti, Andrea Lombardo replica la tripla precedente. Tessitore pesca la prima tripla personale di serata, Thiam sfonda sotto canestro. È la serata delle triple: Giancarli, non vedendo nessun compagno libero, decidere di tirare da casa sua trovando un canestro che esalta il pubblico casalingo. Pozzuoli punge con Bini e Tessitore, il capitano Giuseppe Lombardo mette due triple strepitose in rapida successione. Si va al secondo quarto sul punteggio di 26-29 in favore della squadra allenata da Mariano Gentile.

I secondi 10’ si aprono con il canestro di Bini, che riprende da dove aveva lasciato. Il Green risponde prontamente con la tripla di Dal Maso, seguita dalla bomba da tre di Tessitore. La Virtus intensifica gli attacchi e sempre con Tessitore non sbaglia sotto canestro: è +8 per Pozzuoli. Il nuovo acquisto Medizza lotta come un leone e mette a referto i suoi primi punti in maglia biancoverde. Caronna lotta con Thiam e porta a casa punti preziosi, Svoboda indovina un tiro quasi impossibile. È Medizza a suonare la carica: grande aggressività e canestri importanti che riportano il Green a -2. Si va al riposo sul parziale di 43-48 in favore degli ospiti, bravi a finalizzare poco prima della sirena tre tiri liberi fischiati in modo abbastanza dubbio dai direttori di gara.

È di Giuseppe Caronna il primo canestro del terzo quarto, bravo a scartare il suo diretto marcatore e a depositare dentro. Pozzuoli fa 2/2 con Carrichiello dalla lunetta, Peppe Caronna continua ad aumentare il proprio score personale. Tessitore spara un siluro da distanza siderale e porta a +6 Pozzuoli. Giancarli realizza due tiri liberi, Carrichiello lo imita con precisione. È una partita equilibrata e combattuta, le distanze restano davvero corte. Andrea Lombardo recupera un pallone clamoroso e serve Giancarli che porta a casa fallo e canestro e nell’azione successiva è ancora il 41 a recuperare un pallone incredibile e a realizzare, stavolta, senza l’aiuto di nessuno: il Green si riporta a -3 da Pozzuoli. Il capitano si fa trovare pronto sotto canestro e nel possesso successivo Caronna inchioda: sorpasso Green e pubblico in estasi. Gentile chiama timeout, ospiti per la prima volta in difficoltà evidente. Andrea Lombardo è indemoniato: tripla pazzesca e intensità mostruosa, il numero 41 va su tutti i palloni. Il Green prova ad allungare su Pozzuoli, portandosi sul +5. È ancora il capitano ad arringare la folla e lo fa con una tripla magistrale. I ritmi restano elevatissimi, ne beneficia lo spettacolo. Si va all’ultimo atto sul punteggio di 69-62 in favore dei padroni di casa, autori di un terzo quarto notevole.

L’ultimo quarto si apre con un con un siluro pazzesco di Svoboda, che poco prima aveva realizzato un tiro libero per tecnico fischiato a Thiam: +11 Green e squadra di Priulla in fiducia. Pozzuoli prova a reagire, trovando un tiro libero vincente con Errico. Svoboda sforna un’altra tripla che porta a +13 i padroni di casa, spinti da un grande pubblico. Medizza si smarca bene e tutto solo segna ancora, rendendosi poi protagonista di un grande rimbalzo in difesa. Mitch Peroni realizza dall’arco in grande scioltezza e fa +15 per la formazione di Priulla. Bini prova a rinvigorire i suoi con una tripla pazzesca che porta sul -12 la formazione di di Gentile. Peroni, però, sempre con un tiro dall’arco, ricaccia indietro Pozzuoli. Nell’azione successiva è il solito numero 7 biancoverde, Svoboda, a realizzare un’altra tripla. Nei minuti finali la formazione di Priulla è abile a gestire il largo vantaggio accumulato e a portare a casa una vittoria che pesa enormemente: 92-85 il finale al PalaMangano. Per il Green 14 punti in classifica, aggancio a Valmontone e Pozzuoli rispedita indietro.

Green Basket:

Dal Maso 3, Svoboda 17, Giancarli 10, G. Lombardo 13, Romanò, Caronna 11, A. Lombardo 14, Pucci, Mazzarella, Peroni 9, Medizza 15.

Ufficio Stampa Green Basket Palermo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy