Serie B – Palestrina espugna Pozzuoli e resta seconda

Serie B – Palestrina espugna Pozzuoli e resta seconda

Mehemedoviq vorrebbe addolcire la pillola ma si chiude con la tripla di Fiorucci per il 72-92 finale.

di La Redazione

BAVA VIRTUS POZZUOLI – CITYSIGHTSEEING PALESTRINA 72-92
BAVA VIRTUS POZZUOLI: Conforto ne, Di Domenico ne, Carrichiello 17, De Ninno, Longobardi 4, Thiam 14, Di Marco 8, Errico 2, Bini 8, Mehmedoviq 6, Denadic, Tessitore 13. All. Gentile
CITYSIGHTSEEING PALESTRINA: Fiorucci 3, Rischia 9, G.Rossi 20, Banchi 4, Pochini, Morici 10, Ochoa, Beretta 16, Cecconi, Rizzitiello 19, Mattei, Carrizo 11. All. Ponticiello
Parziali: 24-26, 47-48, 58-72

Al PalaErrico parte meglio dai blocchi Pozzuoli con tante piccole sbavature di Palestrina che lanciano i padroni di casa a quota 8. Con pazienza ed esperienza la Citysightseeing si tiene ad un’incollatura, Beretta ne mette sei mentre il rientrante Banchi aggiunge due sottomano: 12-10. Passa un altro minuto e non riuscendo ad arrestare l’emorragia Ponticiello chiama time-out: 17-12. Maggiore intensità difensiva, Rizzitiello e Morici conquistano il cuore dell’area accorciando subito, è poi il primo a diventare l’uomo del sorpasso raccogliendo un passaggio a tutto campo di Morici. Il vantaggio arriva anche a +4 prima della nuova parità e una serie di tiri in lunetta che non cambiano la situazione, negli ultimi trenta secondi segna Di Marco ma Carrizo colpisce da tre un istante prima del suono di fine quarto: 24-26. L’argentino si fa poi battere da Carrichiello che trova canestro e fallo, Beretta invece lascia sul posto Thiam e appoggia il 26-28. Si rivede in campo Nacho Ochoa, ma Pozzuoli fa 7-0 facendo disperare nuovamente Ponticiello, tutto troppo facile per i locali nella trasformazione dalla fase difensiva a offensiva: 33-28. Gara intanto sospesa per un improvviso abbassamento dell’impianto, alla ripresa Di Marco riprende a imperversare. Una continuità al tiro che vale a Pozzuoli il 37-28, un parziale davvero importante rotto da un appoggio al vetro di Rossi. Rovinata da una punta di piede sull’arco la tripla di Rizzitiello, validissima quella di Rossi (39-35) con Thiam pronto a colpire due volte per mantenere il +6. Il lungo fattura la quasi totalità dei punti, schiacciando a due mani e frantumando un cristallo decretando il secondo stop forzato del match: 47-42. Venti minuti di extra-riscaldamento poi si riprende finalmente e un filotto di 6-0 targato Beretta, Carrizo e Morici manda negli spogliatoi Palestrina sul 47-48.
Aggiorna il vantaggio massimo la formazione ospite con Rizzitiello e Rossi caldissimi, adesso la pallacanestro dei laziali è fluida ed efficace, Rossi ancora da tre e Beretta facilmente da sotto scrivono il 49-60. Ci prova Carrichiello ma fa malissimo il canestro in allontanamento di Beretta, anche se un momento di nervosismo rischia di far perdere la concentrazione ed allora serve la calma glaciale di Carrizo per una tripla che significa 55-67. Tessitore fa in tempo a replicare da tre ma commette il quinto fallo sul canestro di Rizzitiello (58-70), la palla per Pozzuoli non ne vuole sentire più di entrare e il terzo quarto se ne va in archivio col -14 ai danni dei gialloblu.
La bomba di Rischia può già mettere la parola fine, la rottura prolungata dei locali non fa ben sperare i tifosi del PalaErrico. Rischia si ripete più o meno dalla stessa posizione e a cinque dalla fine Morici si fa trovare al posto giusto nel momento giusto chiudendo davvero ogni ipotesi di rimonta: 60-82. Tanti minuti a disposizione per Cecconi e Fiorucci, Rossi ripete l’exploit di domenica scorsa segnando tre e subendo fallo sul tiro: +26. Finisce di fatto qui con tante soluzioni personali prese dai più giovani nel finale per mettere a referto bei punti, Mehemedoviq vorrebbe addolcire la pillola ma si chiude con la tripla di Fiorucci per il 72-92 che lascia Palestrina al secondo posto.

FONTE: Area Comunicazione S.S.D. Pallacanestro Palestrina

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy