Serie B – Palestrina riparte, IUL al tappeto

Serie B – Palestrina riparte, IUL al tappeto

Palestrina manda al tappeto la IUL 94-75 e riparte davanti il proprio pubblico.

di La Redazione

CITYSIGHTSEEING PALESTRINA – IUL BASKET 94-75
CITYSIGHTSEEING PALESTRINA: Fiorucci 8, Moretti, Rischia 11, F.Rossi, G.Rossi 17, Banchi 10, Morici 7, Ochoa 19, Cecconi, Rizzitiello 15, Mattei 2, Carrizo 5. All. Ponticiello
IUL BASKET: Algeri 2, Corsi, A.Galli 7, Maresca 7, Scuderi 7, L.Galli, Ricciardi 12, Sperduto 6, Padovani 8, Cecchetti 6, Sforza 11, Lestini 9. All. Righetti
Parziali: 27-15, 51-34, 66-51

Derby laziale con in palio due punti che sarebbero ossigeno puro per un Palestrina in cerca di riscatto. Non ci sono novità nei roster, con la perdurante assenza di Spera, un avvio incoraggiante col 4-0 della coppia Banchi-Rizzitiello e la replica immediata alla tripla di Lestini con un tiro simile di Rischia che poi pesca Ochoa da solo per il 9-3 dopo 4′. Entrano Rossi e Carrizo, il primo serve un assist all’argentino che da tre non può sbagliare, poi Rizzitiello lavora bene in post costringendo due volte Maresca al fallo. Al terzo tentativo è però libero di esprimersi e appoggiare il 18-11, Palestrina scappa e incrementa con due giochi da tre punti targati Ochoa e Rossi: 25-13.
Alessandro Galli entra segnando una tripla dall’angolo che sembra scuotere gli ospiti, ma dopo l’invenzione di Carrizo che Rischia non sciupa ecco armarsi anche la mano degli arancio verdi: Rischia e Morici producono il 34-18. Perfetta distribuzione di punti e responsabilità in attacco, difesa a livelli più che soddisfacenti con il bravo Fiorucci a subire sfondamento da Lestini, aspetto che permette anche soluzioni più redditizie nella fase offensiva. Rischia è infatti libero di scagliare l’ennesima bomba e quando i romani contengono i tiratori dall’arco si crea spazio per Ochoa che aggiunge altri cinque punti: 46-25. Riemerge parzialmente la IUL dal baratro del -21 in cui era precipitata arrivando a due minuti dall’intervallo a consigliare il timeout di Ponticiello appena siglato il 46-32. Ma il primo tempo certifica il buono stato di salute arancio verde con referto già a quota 51 (Banchi da tre).
Opera da completare nella seconda parte, lo spartito non cambia musica e arrivano solo buone notizie. Vantaggio sui 20 assestato, quarto fallo di Lestini e un antisportivo che Ochoa Il 61-36 addormenta Palestrina che concede la possibilità di ridare un minimo di entusiasmo ai bluarancio: quattro punti di Ricciardi, due di Maresca e scontato timeout della panchina. L’impressione è che sia giunto il momento in cui respirare pagando qualcosa in concretezza e brillantezza, l’ampio margine permette agli uomini di Ponticiello di non risentire dell’impennata avuta dalla IUL che tuttavia con merito vuole rientrare nel vivo e si porta grazie soprattutto all’ex Ricciardi sul 66-51 proprio a ridosso dell’ultimo mini-intervallo.
Lo spettacolo beneficia del ritrovato spirito ospite, un gioco da tre punti di Sforza accorcia ancora il margine ma a pesare sono forse più il quarto fallo sia di Ochoa che di Banchi (per flopping). La risposta arancio verde è tanto semplice quanto implacabile, cinque bombe in rapida successione con Rossi mattatore e scarto che si fa immediatamente irrecuperabile. Già sul 78-57 arrivano chiari segnali di resa, e solo Sforza prova ancora a produrre qualcosa per gli ospiti. Gli ultimi minuti non passano in sordina grazie alla verve dei freschi neo entrati e la soddisfazione per Mattei di andare a bersaglio. Punteggio altissimo alla conclusione, Palestrina manda al tappeto la IUL 94-75 e riparte davanti il proprio pubblico.

FONTE: Area Comunicazione S.S.D. Pallacanestro Palestrina

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy