Serie B. Pescara, a Vasto per il primo derby abruzzese

Serie B. Pescara, a Vasto per il primo derby abruzzese

Commenta per primo!

Nella quarta giornata di campionato domenica prossima al PalaBCC di Vasto andrà in scena il primo dei tanti derby abruzzesi di questa stagione. Saranno protagoniste due squadre che si sono più volte incontrate nelle ultime due stagioni, dando vita sempre ad incontri avvincenti ed equilibrati. Due anni fa su tre gare (tra campionato e fase ad orologio) vinse due volte Vasto e una volta Pescara ma sempre con il minimo scarto mentre l’anno scorso gli uomini di Salvemini ebbero la meglio in entrambe le occasioni, riuscendo (anche se solo per tre punti) a violare per la prima volta il PalaBCC.

Quest’anno Pescara si presenta, sulla carta, un po’ più attrezzata rispetto ai cugini istonici del Presidentissimo Spadaccini che hanno cambiato e ringiovanito molto. Chiuso dopo tre anni il ciclo vincente con Coach Di Salvatore, la BCC ha affidato il nuovo progetto al giovane Sergio Luise, casertano di scuola Juve, al debutto da capo allenatore in Serie B ma avvezzo a lavorare e far crescere i giovani. E, a parte il veterano Di Pierro, capitan Jerbs (a cui si aggiunge il centro Casettari, classe ’79 ma esordiente in categoria) e il “mezzano” Di Tizio, la società gli ha affidato un manipolo di giovani a cui dare minuti importanti e su cui impostare il futuro, facendo da traino all’importante vivaio che si sta costruendo.

Molto interessante, tra questi, l’ala grande Marco Jovancic, classe ’93 per 196 cm, l’anno scorso a Fondi con 11.8 punti e 5 rimbalzi in 31 minuti di media e che ha approcciato in maniera molto decisa anche questo nuovo campionato. Potrebbe essere lui la bella sorpresa del nuovo corso vastese. Da seguire poi anche il play Jacopo Grassi, 1995 proveniente dalla Legadue Silver di Ravenna.

In casa Amatori la vittoria su Bisceglie dopo la rullata a Valmontone, ha definitivamente cancellato la delusione per la sfortunata prima con San Severo ed il morale è tornato alto.

Ma, anche se l’organico farebbe pendere il pronostico dal lato pescarese, i derby sono sempre partite particolari e poi non bisogna dimenticare che in casa Vasto conta su un importante fattore campo grazie al suo numeroso e caldo pubblico. Ed infatti, due domenica fa, sul legno vastese è caduta già Senigallia, una delle squadre di fascia alta del girone.

Salvemini quindi predica sempre umiltà, concentrazione e massima attenzione per tutti i quaranta minuti soprattutto nella propria metà campo, condizione necessaria per evitare scivoloni e proseguire la striscia vincente.

Appuntamento per gli appassionati (si prevede anche un buon afflusso da Pescara) al Pala BCC di Vasto, domenica alle ore 18 quando la palla sarà alzata dalla coppia Fiore e Di Martino, entrambi di Scafati.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy