Serie B. Pescara cerca il poker contro Martina Franca

Serie B. Pescara cerca il poker contro Martina Franca

L’Amatori Pescara, reduce da tre successi consecutivi ed in un buon momento di forma, si reca domenica nella “valle dei trulli” per rendere visita alla DueEsse Martina Franca.

Commenta per primo!

Di Alessandro Bedeschini Bucci

L’Amatori Pescara, reduce da tre successi consecutivi ed in un buon momento di forma, si reca domenica nella “valle dei trulli” per rendere visita alla DueEsse Martina Franca. Ma quella che si troverà di fronte sarà una squadra molto diversa da quella che all’andata fu sconfitta al Palaelettra per 83-57: nelle ultime settimane il volto della compagine pugliese è infatti profondamente mutato con le uscite di Varrone (destinazione San Severo) e Dell’Agnello (approdato a Cecina) e gli ingressi dell’esperto play Stefano Marisi, figlio d’arte di scuola Virtus Bologna, del cavallo di ritorno Luis Maritano e del centro classe 1992 di 206 cm Ivan Morgillo, proveniente dalla serie A di Avellino.

Inoltre proprio in settimana c’è stato anche il cambio della guida tecnica con l’esonero di coach Aldo Russo e l’arrivo di coach Luca Ciaboco.

La DueEsse non sta vivendo la migliore delle stagioni: si trova infatti in piena zona retrocessione, penultima con 10 punti frutto di sole 5 vittorie, tutte tra le mura amiche non avendo mai vinto lontano dalla valle d’Itria. Domenica scorsa è arrivata anche la dolorosa sconfitta nel derby con Taranto, partita tradizionalmente molto sentita e quest’anno vero e proprio spareggio salvezza. La dirigenza quindi ha ritenuto, dopo le citate variazioni al roster, di dare un’ulteriore scossa con il cambio della guida tecnica.

Non ci saranno perciò punti di riferimento per Coach Salvemini ed i suoi, che si troveranno ad affrontare una squadra le cui gerarchie sono tutte ancora da ridisegnare, anche se presumibilmente i tre recenti acquisti saranno i cardini del nuovo quintetto. Tanto più che due punti fermi come Cunico e Marengo saranno assenti per infortunio.

Pescara si trova in un buon momento: in striscia positiva da tre partite, vinte con crescente autorità e rinnovata forma di alcuni elementi, che sembrano aver superato il periodo di appannamento coinciso con le sconfitte in serie della fine del girone di andata. Ora si è attestata al sesto posto in solitaria con buon margine sul gruppo delle ottave e a soli due punti dalla quinta piazza di Ortona. Il mercato sta poi ridisegnando molte situazioni, anche delle squadre che la precedono (vedi le partenze dei due lunghi titolari di Campli, della coppia top di Falconara e di Diomede da Ortona), per cui la compagine del presidente Di Fabio, se mantiene il proprio abituale livello di buon basket su entrambi i lati del campo, può anche aspirare a recuperare qualche altra posizione. Ma non dovrà mai far calare la tensione, neanche di un grammo, a cominciare dalla trasferta di domenica dove incontrerà una squadra con l’acqua alla gola che potrà essere “scossa” positivamente dal cambio tecnico, e che ha un disperato bisogno di punti salvezza.

Massima all’erta quindi per Pepe (che sta disputando una stagione spettacolare) e compagni, che in Val d’Itria possono conquistare la quarta vittoria consecutiva per guardare al futuro con ulteriore maggior fiducia.

Palla a due domenica 7 febbraio alle 18.00 al PalaWojtyla di Martina Franca, con la direzione degli arbitri Gianluca Cassiano di Fiumicino (RM) e Daniela Bellamio di Latina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy