Serie B. Pescara, dura trasferta a Monteroni

Serie B. Pescara, dura trasferta a Monteroni

Commenta per primo!

Domenica per l’ottava giornata di campionato l’ Amatori di Coach Salvemini affronterà il viaggio più lungo della stagione per recarsi a far visita alla Nuova Pallacanestro Monteroni.

Il quintetto salentino è forse la sorpresa del girone, con le sue cinque vinte e due perse (con Senigallia e Montegranaro, entrambe con scarto ridotto), e  dopo – anche questo un po’ a sorpresa – aver cambiato allenatore alla terza giornata quando, per divergenze personali, coach Lezzi è stato sollevato a beneficio di Stefano Manfreda.

Monteroni si presenta al confronto quindi con due punti in più rispetto a Pescara ma con le cifre che sostanzialmente si equivalgono: 536 punti realizzati per NPM  (76,6 di media) contro i 524 (74,9) di Pescara; 505 subiti da NPM (72,1) a cui Pescara contrappone la miglior difesa del girone con 454 (64,8).

I leccesi tirano col 54% da due e 29% da tre mentre gli abruzzesi segnano il 48% da vicino e il 32% da fuori arco. 38,4 sono i rimbalzi catturati da Mocavero e Co. invece dei 36,7 di Polonara e soci. Gli assist recapitati sono 11,6 da Monteroni e 12,4 da Pescara. La valutazione media di squadra dice 80 per i padroni di casa e 77 per i viaggianti.

Da queste cifre ci si aspetta una partita intensa ed equilibrata, aperta a tutti i risultati: vedremo quanto peserà il fattore campo, con il caloroso e numeroso pubblico salentino a spingere i suoi e l’assenza di JJ De Vincenzo sul lato pescarese.  A proposito della talentuosa guardia molisana la prossima settimana si sottoporrà ad un intervento in artroscopia al ginocchio infortunato e, se non ci saranno ulteriori complicazioni, si conta di recuperarlo in 30-40 giorni.

Anche dal punto di vista della composizione dei roster le due squadre si somigliano molto, con due esperti per parte (Mocavero e Paiano da un lato e Rajola e Polonara  dall’altra) circondati da un manipolo di giovani interessantissimi: Rodriguez, Ingrosso , Potì, Ianuale, Prete da una parte; Pepe, Di Donato, Timperi, Tabbi, Bini, Di Fonzo dall’altra.

In particolare Monteroni si è sin qui contraddistinta per il miglior asse play-pivot con la coppia Rodriguez (1994 scuola Stella Azzurra) – Mocavero che produce 44 punti, 15 rimbalzi, 5 assist e 50 di valutazione media a partita. Attorno a loro ottimo il contributo di Potì, Ingrosso, Ianuale (1996) e Paiano.

Salvemini quindi ha impiegato la settimana a costruire trappole per il tandem leccese senza trascurare naturalmente nessun altro. Vedremo domenica se ci sarà riuscito. Appuntamento alle 18 alla Palestra del Velodromo quando alzeranno la palla gli arbitri Semenzato di Mirano (VE) e Perocco di Ponzano Veneto (TV).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy