Serie B: Piombino cade sul parquet di Mortara

Serie B: Piombino cade sul parquet di Mortara

Commenta per primo!

Il Basket Golfo esce sconfitto da Mortara 80 a 74 dopo una partita dove i gialloblú di Padovano hanno prima risposto colpo su colpo ai lombardi, il primo quarto finisce infatti sul 23 a 22, prima frazione che vede mettersi in luce Marmugi, autore di 9 punti, con Mortara che parte coraggiosamente con Paolo Mossi in panca e i giovani Avanzini e Fant in campo, mossa determinante che consentirà a Paolo Mossi di riservare le poche energie, era in dubbio alla vigilia, per il finale dove sarà determinante. Nel secondo quarto Piombino allunga, con un ottima difesa, che riusciva a bloccare il temibile Marco Mossi, solo 6 punti per lui nei primi due quarti e fermando l´attacco lombardo a soli 32 punti, Maggio trascina i suoi con 8 punti, ma vanno a segno tutti, si chiude il quarto con un più nove, 41 a 32, per i gialloblù ospiti. Nel terzo quarto Biancani da due e Pozzi da tre piazzano subito il più 14, a metà terzo quarto ancora una bomba di Marmugi ed era ancora più 14, ma da quel momento in avanti i piombinesi si incartavano, non riuscendo più ad attaccare con lucidità la zona messa in campo da coach Zanellati, il miglior incursore piombinese Iardella non è in campo, causa i tre falli commessi nei primissimi minuti del match, ci prova Biancani inizialmente con buoni risultati, ma poi esaurisce la vena realizzativa, il tiro dalla distanza, soluzione buona contro la zona, non va, 3 su 17 nei secondi due quarti e come le tessere di un domino sistemate una dietro l´altra, crollano tutte le sicurezze dei piombinesi, anche la difesa non riesce più a chiudere efficacemente su Paolo Mossi e Grugnetti, che segnano da ogni dove, 18 punti per loro nel quarto e in tre minuti si passa dal più 14 alla parità e al sorpasso nel finale, 56 a 53 con soli due punti di Biancani per Piombino negli ultimi sei minuti, a due da termine Marco Mossi commette il suo quarto fallo e va a sedersi in panca. Alla ripresa Padovano rimette in campo Iardella per provare a violare la zona avversaria e Franceschini per dare più peso sotto i tabelloni, altra pecca di Piombino che in attacco raccoglierà solo due rimbalzi in tutta la partita, la mossa pare dare i suoi frutti, Iardella riesce più volte a battere gli avversari in penetrazione, segnerà 8 punti nel quarto, firmando anche a metà tempo il più uno per i suoi e a tre dal termine è Maggio dalla lunetta a dare ancora un esiguo vantaggio al Golfo, 63 a 62, ma nel finale la difesa piombinese sbanda paurosamente, 18 punti subiti in tre minuti, con i canestri di Grugnetti, 8 in questo finale e di quel Marco Mossi, bestia nera dei gialloblù piombinesi, al quale non sono capaci di far commettere il quinto fallo e che dall´alto della sua classe, gran bel giocatore, piazza 7 punti importantissimi in questo finale. A magra consolazione per Piombino arrivano le sconfitte delle inseguitrici, San Giorgio che cade in casa dopo un supplementare con Livorno e Monsummano che perde a Torino, risultati che potrebbero dare la quasi certezza dei play/off nonostante la sconfitta. Ma Piombino i play/off se li deve guadagnare sul campo e domenica l´attende un infuocato derby con Cecina e i ragazzi di Padovano dovranno cancellare in un sol colpo la brutta prestazione di stasera e quella da incubo dell´andata a Cecina e staccare così il biglietto per la kermesse finale.

Fotogallery a cura di Daniele Piedinovi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy