Serie B Playoff, QF G1 – Campli è da post-season, Pescara no

La faccia cattiva, le mani addosso, il fiato sul collo, i tuffi sulle palle vaganti: questo è il gioco dei playoff e stasera al Pala Borgognoni di Campli una squadra l’ha fatto per tre quarti e l’altra per un quarto solo ed è finita 67-55 per la prima, cioè Campli.

Commenta per primo!

Di Alessandro Bedeschini Bucci

La faccia cattiva, le mani addosso, il fiato sul collo, i tuffi sulle palle vaganti: questo è il gioco dei playoff e stasera al Pala Borgognoni di Campli una squadra l’ha fatto per tre quarti e l’altra per un quarto solo ed è finita 67-55 per la prima, cioè Campli.

Coach Millinain settimana l’aveva detto che allenava un gruppo di giocatori che hanno due cuori e li stanno lanciando oltre gli ostacoli da inizio stagione. Ed anche stasera i suoi ragazzi non lo hanno smentito giocando una partita per tre quarti perfetta per come si deve giocare una partita dei playoff.

Pescara invece sembrava essere venuta a Campli a fare la scampagnata del primo maggio e infatti è rientrata negli spogliatoi all’intervallo sotto di 16 sul 21-37 con uno spaventoso 6/29 dal campo, e gli oltre duecento tifosi pescaresi che già pensavano ad organizzare la cena.

Coach Salvemini non credeva ai suoi occhi per come i suoi stessero facendo l’esatto contrario del piano partita preparato per tutta la settimana, studiato sulle principali caratteristiche degli avversari, che puntualmente colpivano proprio con quelle.

Poi alla ripresa avviene quello che rende questo sport il più bello del mondo. Pescara era stata troppo brutta per essere vera e finalmente ha cominciato a giocare come si deve nelle gare di post season. Più difesa, più cattiveria e più criterio nelle scelte, mentre dall’altra parte i locali accusavano uno sbandamento su entrambi i lati del campo. L’Amatori risucchia tutto lo svantaggio e proprio allo scadere un canestro di Capitanelli sigla il sorpasso su 46-47 per il clamoroso26-9 di parziale del terzo periodo.

Il palazzetto è una bolgia con le tifoserie che riempiono le due tribune opposte e che si superano a vicenda in rumore (tifo assolutamente corretto, peccato solo qualche coro offensivo fuori luogo all’indirizzo di Rajola).

L’inerzia della partita sembra passata nelle mani degli ospiti ma invece ritornano i “due cuori” del Campli (e anche tre), torna la faccia cattiva e il fiato sul collo mentre Pescara riprende la “scampagnata” e con tre scelte sballatissime in attacco e tre difese morbidissime sulle uscite dai blocchi di Serroni e Petrazzuoli, ridà fiducia e coraggio ai padroni di casa che tornano alla doppia cifra di vantaggio e non la mollano più fino alla fine.

Grande prova di tutti i giocatori di coach Millina con menzione d’onore per Tomasello che ha stravinto il duello con Capitanelli segnando 11 punti e catturando, udite udite, 19 rimbalzi. Ma anche Petrazzuoli (12), Serroni (14) e Bottioni (16) hanno fatto molto male ai pescaresi.

Dall’altro lato, tranne il fantastico terzo quarto, poco da salvare e molto da riflettere per ribaltare la situazione nella gara di ritorno che si giocherà mercoledì 4 maggio alle 21 al Palaelettra di Pescara.

Ora la pressione è addosso ai pescaresi che mercoledì non avranno alternative: vincere e tornare a Campli domenica prossima (e non sarà più il primo maggio) o andare a casa subito.

A fine gara un serafico coach Millina ribadiva per l’ennesima volta il grande temperamento dei suoi, che ora andranno a Pescara sicuramente più tranquilli dell’Amatori, con la consapevolezza di avere comunque la chance di tornare sul proprio campo in caso di sconfitta.

Dall’altra parte un deluso coach Salvemini si rammaricava di quanto i suoi avessero prima non fatto, poi fatto e poi disfatto. Dati i tempi stretti ora dovrà lavorare soprattutto sulle “teste” dei suoi per far sì che mercoledì “facciano” soltanto.

BASKET CAMPLI NINO D’ANNUNZIO – AMATORI PESCARA 67-55

CAMPLI: Bottioni 16, Petrazzuoli 12, Petrucci 5, Serroni 14, Tomasello 11, Montuori, Duranti 5, Ruggiero, Stucchi, Mirone 4. Coach Millina.

AMATORI PESCARA: Pepe 17, Rajola 1, Di Donato 16, Capitanelli 9, Timperi Marco 5, De Vincenzo 3, Di Fonzo, Bini 2, Polonara 2, Timperi Matteo. Coach Salvemini.

Arbitri: Centonza di Grottammare e Santilli di Recanati.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy