Serie B Playoff, QF G2 – Orzinuovi espugna Vicenza e passa il turno

Il punteggio è di 71-79, e la Gagà può accedere con una gara di anticipo alle semifinali.

Commenta per primo!

Di Manuel Caldarese

Banca Popolare di Vicenza 71 – 79 Gagà Milano Orzibasket

Banca Popolare di Vicenza: Benassi 4, Boaro 7, Valesin 12, Stefanini, Pasqualin 13, Oboe ne, Sinicato ne, Nobile 6, Campiello U 5, Campiello A 24.

Gagà Milano Orzibasket: Motta 3, Mazzucchelli 8, Valenti 2, Perego 9, Genovese 7, Chiacig 8, Cantone 15, Bona 11, Ruggiero 16, Tessitore ne.

Gara 2 inizia subito su ritmi alti per entrambe le squadre, anche se Vicenza non riesce subito delle buone offensive, complice un Cantone on fire che porta subito la Gagà in un’ottima situazione. Il play degli orceani avrà messo a segno già 9 punti al termine del primo quarto, oltre ad aver subito uno sfondamento provvidenziale al 4′, che ha poi aperto la strada per un gioco da tre punti concluso bene da Perego, seguito subito da un altro canestro di Cantone. Coach Tisato chiama timeout, e la sua strigliata ha sùbito i suoi effetti. Vicenza piazza il parziale del pareggio grazie a una tripla di Boaro, un canestro di Nobile e un’altra tripla, stavolta sparata dalle mani di Valesin al 7′. 14-14, e per Orzinuovi è tutto da rifare. Stavolta è coach Furlani che ha bisogno del timeout, ma l’effetto è solo quello di una battuta d’arresto della grinta dei veneti. Fino al termine del primo quarto si vedranno infatti solo un paio di canestri per parte. Boaro e Valesin per le casacche rosse, mentre per la Gagà due punti di Bona e un 1/2 in lunetta di Chiacig. Tutto ciò vuol dire sorpasso di Vicenza, che conduce 18-17 al 10′. Il secondo quarto sembra avere lo stesso copione. In poco Orzinuovi mette sotto vicenza, grazie anche al tris di bombe rifilate da Ruggiero, Motta e infine Genovese al 13′, che vogliono dire 23-32, ma i ragazzi di coach Tisato non scompaiono mai e, con una ripresa lenta ma incessante, si ritrovano in una situazione di sostanziale parità a un minuto dalla seconda sirena, grazie a una tripla di Benassi che fa scrivere sul tabellone 39-41. Gli ultimi sessanta secondi mettono in scena solo un canestro di Ruggiero, mandando così negli spogliatoi le due squadre sul 39-43. Il terzo quarto fa vedere l’infinità di soluzioni sulle quali può contare Orzinuovi e, nonostante non sia tutto rose e fiori, la Gagà prende in mano le redini della partita. L’inghippo del fallo antisportivo di Perego al 22′, per un contatto lontano dalla palla, sembra dover far temere il peggio, ma l’offensiva orceana costringe a troppi falli i vicentini e, la tripla di Mazzucchelli al 25′, seguita subito dopo dal canestro di Bona, mettono gli ospiti sul 43-56, finora il massimo vantaggio. Tisato chiama subito timeout, ma non avviene subito la scossa sperata. Fino al 29′ si vede solo un canestro di Nobile e un 1/2 in lunetta di Umberto Campiello, ma anche l’attacco dei ragazzi di coach Furlani sembra andato in panna. Negli ultimi sessanta secondi la situazione non migliora. Segna Valesin, poi l’insolito 1/2 in lunetta di Pasqualin aiuta a tenere sotto i 50 punti i padroni di casa, che si devono accontentare di un momentaneo 49-56. Gli ultimi 10′ sono animate dalle mani caldissime di entrambe le compagini, che continuano a segnare. Ha sempre la meglio Orzinuovi, che al 35′ conduce 58-71 grazie a un’altra tripla di Cantone. Poi segna subito Andrea Campiello e il fallo tecnico assegnato a Cantone, che secondo l’arbitro usa qualche parola di troppo, fa rientrare in partita Vicenza (60-71 al 36′). Benassi segna il libero, e il conseguente possesso viene trasformato in 3 punti da Pasqualin. 64-71, ma Orzinuovi non la vuole perdere. Nobile si trova da solo in contropiede, ma spunta Bona a rifilargli una bellissima stoppata che placa gli umori del pubblico di casa. Le forze in campo, però sono le stesse. Andrea Campiello segna la tripla del -4 al 38′ e la conseguente infrazione di passi fischiata a Perego mette la Gagà in una brutta situazione. La difesa non molla un centimetro e Orzinuovi mantiene il vantaggio anche nell’ultimo minuto. Va Perego a fare 2/2 in lunetta, poi replica Ruggiero quando mancano 39”. Risponde Pasqualin qualche istante dopo, ma poi la palla viene rimessa nelle mani sicure di Ruggiero , che torna in lunetta fare 2/2 a 29” dalla quarta sirena. Il punteggio è di 71-79, e la Gagà può accedere con una gara di anticipo alle semifinali.

Il commento a caldo del vice coach Nicola Scrigna: «Abbiamo fatto meno fatica rispetto a gara 1. Siamo stati bravi a mettere a posto l’attacco contro la zona, scegliendo con lucidità i tiri da provare. A far la differenza è però stata la determinazione e la voglia di vincere. Ringrazio a nome di tutti i tifosi accorsi a Vicenza per sostenerci. Se siamo stati in grado di innescare una marcia in più è stato anche grazie a loro».

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy