Serie B Playoff, QF G2 – Scauri infiamma il PalaBorrelli, Palermo KO ed è semifinale

Il Basket Scauri scrive un’altra pagina della sua straordinaria storia cestistica. Sconfigge anche in gara 2 la Nuova Aquile Palermo e conquista per la prima volta le semifinali per la promozione in serie A2.

Commenta per primo!

Davanti a circa mille spettatori l’In Più Broker Basket Scauri, sovvertendo il pronostico della vigilia, sconfigge in gara 2 la Nuova Aquila Palermo e conquista meritatamente la semifinale per la promozione in Serie A2.
Chi immaginava una partita vibrante non è rimasto assolutamente deluso. Il Basket Scauri, per ammissione dell’allenatore Sabatino, doveva essere la squadra con la maggiore pressione addosso, consapevole che adesso l’inerzia era tutta dalla sua parte, ma di fatto sarà la Nuova Aquila Palermo a risentire, alla distanza, il peso del risultato da ottenere a tutti i costi.

I padroni di casa partono con il solito quintetto, con Richotti, Bagnoli, Salvadori, Boffelli e Giammò, cui risponde Palermo in cui Gianluca Tucci cerca di mischiare le carte presentando Cozzoli, Antonelli, Di Emidio, Azzaro e Ondo Mengue.

Parte forte Scauri, con un motivatissimo Simone Bagnoli, che insieme a Santiago Boffelli piazza un iniziale 5-0. Risponde Palermo, che diversamente dalla partita di andata è decisamente più tonica. Al quarto minuto una conclusione da tre punti di Ondo Mengue segna il sorpasso (8-9), ma Scauri risponde prontamente e la partita fila via sul perfetto equilibrio con Daniele Merletto che realizza il canestro del pareggio che chiude il primo quarto (16-16).

Secondo parziale nel quale invece Scauri appare leggermente appannato, permettendo a Palermo di prenderle le misure e con Cozzoli al 13’10” segna il massimo vantaggio (18-24). Benché l’inerzia sembra essere dalla parte dei siciliani, questi improvvisamente si spengono e Scauri, punto dopo punto, piazza un terrificante 17-0 (35-24), senza che l’allenatore Tucci chiami alcuna sospensione, lasciando i suoi in balia dei padroni di casa, che chiudono il primo tempo avanti di nove punti, 37-28, con sugli scudi un determinatissimo Simone Bagnoli, che a metà partita ha già messo in carniere 14 punti e 11 rimbalzi.

Ci sia aspetta una reazione da parte della Nuova Aquila nel terzo tempo, nel quale invece Scauri compie il suo capolavoro, giocando un quarto perfetto, senza alcuna sbavatura, difendendo con molta attenzione e concretizzando con scientifica chirurgia le proprie azioni in attacco. Il divario cresce progressivamente, raggiungendo il +21 al 27’30” con un canestro di Leonardo Salvadori (53-32), il massimo vantaggio a +23 al 28’, con Boffelli, per chiudere il terzo tempo sul +22 (57-35) e un parziale di 20-7.

L’inerzia ormai è nelle mani del Basket Scauri, a nulla serve un timido tentativo da parte dei siciliani di provare a rifarsi sotto, perché Scauri ribatte punto su punto, mantenendo il vantaggio costante oltre i 20 punti, con punte di + 25. Gianluca Tucci alza definitivamente bandiera bianca a 4’40” dal termine quando, dopo Emanuele Urbani, fa entrare anche il giovane Nicola Giardina (alla fine 6 punti in coppia). Ormai l’incontro non ha più nulla da dire e fila via liscio; Bagnoli sigla il 75-50, prima che Merletto fissi il punteggio sul definitivo 75-53.

Il Basket Scauri per la prima volta nella sua storia è in semifinale per la promozione in serie A2, nel tripudio dei circa mille spettatori che hanno risposto all’appello del presidente Di Cola, con la curva degli ultras che ha incessantemente sostenuto i propri beniamini per l’intero incontro. Tra i singoli, imbarazzante la supremazia di Simone Bagnoli, che ha giocato con grande determinazione per l’intero incontro, caricandosi sulle spalle tutta la  responsabilità di condurre in porto la propria squadra. Per lui 24 punti, 18 rimbalzi, 5 assist e 38 di valutazione: semplicemente perfetto! Ma dieci va dato a tutti, a Santiago Boffelli (16 punti e 7/12 al tiro), che ha giocato molto per la squadra, senza mai cercare il tiro forzato; Dante Richotti, cervello di questa squadra (12 punti, 6/8 al tiro, 4 assist, 21 di valutazione), Joshua Giammò, di nuovo protagonista con una partita da incorniciare (12 punti, 6/8 da due punti), Leonardo Salvadori (8 punti, 4 rimbalzi e un grande sacrificio in difesa), un po sottotono Andrea Lombardo (3+3), che risente ancora dell’infortunio patito, mentre solo due minuti sono stati concessi a Diego Martino.

Sul fronte Palermo, buona la prova di Bruno Ondo Mengue (11 punti), determinante nell’economia della squadra fintanto che l’allenatore lo ha tenuto in campo e la cui uscita si è sentita, coincidendo con l’allungo dello Scauri. Per il resto, una prestazione decisamente sotto tono da parte di tutta la squadra: Antonelli è stato l’ombra di se stesso (4+7), ben lontano dal giocatore che aveva dominato nella prima partita del girone di andata; discreti Edoardo Di Emidio (11 punti), che però ha patito il confronto con Giammò, dal quale è stato spesso superato nell’1 contro 1, e Daniele Merletto (10 punti e 2/4 da tre punti), che però non ha inciso oltre modo; evanescente Marcello Cozzoli, che non ha replicato la buona partita dell’andata (“solo” 7 punti per lui), così come Alessandro Azzaro non è riuscito a dare il contributo sperato (4+5); non pervenuto Federico Requena, lontanissimo dal giocatore molto apprezzato a Scauri, che si è distinto solo per una stoppata su Salvadori. Buona invece la prova dei giovani gettati nella mischia, Emanuele Urbani e Nicola Giardina (2 e 4 punti) che hanno cercato di limitare i danni.

Al temine della partita, visibilmente emozionato il vice Presidente Emanuele Forgetta, grande e silenzioso artefice, con il Presidente Roberto Di Cola, di questa ennesima impresa del Basket Scauri. Presidente che ha voluto dedicare ai tifosi la vittoria: “Sono contento, per il risultato che abbiamo ottenuto, che premia la squadra per quanto ha saputo fare in questo campionato, per questi meravigliosi tifosi e questa fantastica città che vive di pallacanestro. Abbiamo raggiunto un altro prestigioso traguardo, con sacrificio, ma anche tanta attenzione al bilancio, battendo Palermo ne ha uno superiore al nostro. Ma con l’umiltà e l’applicazione si possono riuscire a ottenere risultati altrimenti insperati”. Sulla falsariga un soddisfatto Renato Sabatino: “È stata la ciliegina sulla torta, la vittoria di uno splendido gruppo che ha saputo affrontare una squadra potenzialmente più forte, dove ha prevalso la fame di vincere che avevamo. La partita l’abbiamo preparata molto bene, in campo i ragazzi hanno messo in pratica alla perfezione quello che avevamo provato in allenamento. Come all’andata, abbiamo incartato il gioco di Palermo e vinto con pieno merito. Adesso ci aspetta l’Eurobasket Roma. Sognare non costa nulla…..”.

La Società ha concesso ora un periodo di riposo ai giocatori, che riprenderanno gli allenamenti martedì 10 maggio, in vista della prima partita di semifinale, prevista per il 15 maggio al Palazzetto dello sport di viale Tiziano a Roma. Ad attendere il Basket Scauri sarà la regina del girone, l’Eurobasket Roma, che già nel corso del campionato ha prevalso in entrambe le partite, ma dovendo sudare le proverbiali sette camicie per averne ragione. Semifinali che vedranno come protagoniste tutte squadre laziali, cosa che fa sicuramente bene a tutto il movimento.

In Più Broker Basket Scauri – Nuova Aquila Palermo 75-53 (16-16; 21-12; 20-7; 18-18)

In Più Broker Basket Scauri – Richotti 12, Boffelli 16, Bagnoli 24, Lombardo 3, Salvadori 8, Giammò 12, Manzi n.e., Varga n.e., Pimpinella n.e., Martino. Allenatore Renato Sabatino.

Nuova Aquila Palermo – Requena, Cozzoli 7, Antonelli 4, Merletto 10, Di Emidio 11, Giardina 2, Azzaro 4, Urbani 4, Ondo Mengue 11, Allenatore Gianluca Tucci.

Fotogallery a cura di Fabrizio Di Falco

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy