Serie B playoff, Quarti – Pescara a Campli sulle ali del record

Quattordici vittorie consecutive non contano niente: domani si comincia da zero a zero un altro campionato, da alcuni definito “la lotteria” dei playoff.

Commenta per primo!

Di Alessandro Bedeschini Bucci

Quattordici vittorie consecutive non contano niente: domani si comincia da zero a zero un altro campionato, da alcuni definito “la lotteria” dei playoff.

L’Amatori Pescara, dopo la splendida cavalcata del girone di ritorno in cui ha perso solo la prima partita a San Severo (finita poi al primo posto), ha recuperato solo una posizione passando dalla sesta alla quinta riuscendo a scavalcare (e poi distanziare di 10 punti) soltanto la We’Re Ortona. Questo la dice lunga su quanto siano forti ed attrezzate le squadre che l’hanno preceduta nelle prime quattro piazze. Ed una di queste, la Globo InfoserviceCampli, affronteranno i pescaresi del Presidente Di Fabio nei quarti di finale dei playoff con gara 1 in programma domenica 1 maggio alle 18 al Pala Borgognoni di Campl, mentre gara 2 ci sarà mercoledì 4 maggio alle ore 21 al Palaelettra di Pescara ed eventuale gara 3 domenica 8 maggio di nuovo nel palazzetto camplese.

Sarà un derby caldo ed equilibrato, dal pronostico incertissimo tra due squadre che dopo trenta partite hanno chiuso distanziate di una sola vittoria: Campli a 46 punti con 23-7 e Pescara a 44 con 22-8. I due scontri diretti sono finiti 67-60 per Campli il 6 dicembre e 51-50 per Pescara il 20 marzo.

Campli ha segnato 77,4 punti di media e ne ha subiti 68,1, ha tirato col 54% da due, il 36% da tre, il 67% ai liberi, ha preso 34,5 rimbalzi, ha perso 14,3 palle e ne ha recuperate 7,9, fornendo 13 assist per una valutazione media di 82.

Pescara ha segnato 76,4 punti di media e ne ha subiti 68, ha tirato col 45% da due, il 33% da tre, il 74% ai liberi, ha preso 38 rimbalzi, ha perso 11,6 palle e ne ha recuperate 8,2, fornendo 13 assist per una valutazione media di 79.

Sono due squadre allenate benissimo da due coach (il veterano Millina ed il più giovane Salvemini) che predicano lo stesso verbo: la squadra ed il gruppo prima di tutto, con le vittorie che si costruiscono in difesa. E si capisce anche guardando le cifre – che evidenziano la seconda (Pescara) e terza (Campli) miglior difesa del girone dopo la capolista San Severo -che sono due team che costruiscono i loro successi nella propria metà campo, e nelle poche occasioni in cui hanno incassato più della loro media hanno pagato pegno.

Campli ha avuto una stagione regolare un po’ travagliata dal punto di vista societario ma i giocatori hanno dato una grandissima dimostrazione di professionalità ed attaccamento, continuando ad allenarsi e lottare anche nei momenti più incerti, non mollando di un centimetro anche quando tutti, dopo le partenze a gennaio per motivi di bilancio dei due “totem” Di Giuliomaria e Fattori, avevano pronosticato un forte ridimensionamento. Ed invece, con l’innesto del solido Tommasello, coach Millina ha ridisegnato totalmente la filosofia di gioco ed ha condotto in porto la nave ancorandola ad un saldissimo quarto posto e sfiorando addirittura il terzo,perso solo per lo scontro diretto con Falconara.

Pescara invece, dopo un girone di andata un po’ altalenante chiuso con 8 vinte e 7 perse, dalla sconfitta di San Severo il giorno della Befana, ha letteralmente cambiato marcia, che di partita in partita è diventata travolgente, grazie anche all’innesto di Andrea Capitanelli che ha reso più solida sotto canestro una formazione che era spostata più sul perimetro e troppo dipendente dalle “lune” dei suoi esterni, che pure stanno disputando una stagione super. Ora Salvemini può contare su otto/nove rotazioni e diverse soluzioni tattiche che rendono l’Amatori veramente difficile da leggere per tutti, come hanno dimostrato le ultime vittorie in serie contro formazioni che all’andata l’avevano battuta.

Perciò sarà sicuramente spettacolo e si giocherà in un palazzetto torrido e gremito dalla caldissima tifoseria locale e da tanti tifosi pescaresi che raggiungeranno la cittadina farnese con due pullman e molte auto private. Auspicando che sia un’altra festa del basket abruzzese, c’è il solo rammarico che una delle due dovrà abbandonare subito la scena dopo un campionato condotto veramente alla grande.

Palla a due domenica 1 maggio alle ore 18 che verrà alzata dai fischietti Centonza di Grottammare (AP) e Santilli di Recanati (MC).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy