Serie B playoff, Quarti – Scauri, con Palermo il gioco si fa duro

Serie B playoff, Quarti – Scauri, con Palermo il gioco si fa duro

Inizia a Palermo la seconda fase del campionato dell’In Più Broker Basket Scauri per la promozione in serie A2, alla quale la squadra tirrenica arriva dopo un campionato di Serie B molto esaltante.

Commenta per primo!

Inizia a Palermo la seconda fase del campionato dell’In Più Broker Basket Scauri per la promozione in serie A2, alla quale la squadra tirrenica arriva dopo un campionato di Serie B molto esaltante.

Rinato dalle proprie ceneri, dopo la dolorosa decisione della nuova Società di ricominciare dalla C Regionale, il Basket Scauri ha saputo ritornare a suon di vittorie in Serie B (60-4), vincendo a mani basse i due campionati di Serie C e fregiandosi dello scudetto di campione d’Italia 2015, con la conquista della Coppa Italia. Nonostante questo, la Società ha mantenuto un profilo basso, cercando di non fare passi esagerati sulle ali dell’entusiasmo, costruendo una squadra che garantisse un campionato tranquillo, con la possibilità di arrivare agli spareggi promozione.
Ma l’annata ha riservato sorprese non previste, soprattutto dopo l’arrivo sulla panchina di un allenatore esperto e navigato come Renato Sabatino, che ha sostituito dopo la sesta giornata Tiziano Addessi, e con lui Renato Lombardi che si è occupato della preparazione atletica del gruppo. Con il prezioso aiuto del vice, Vincenzo Pontecorvo, hanno costruito un gruppo affiatato che ha trovato proprio in questa coesione la forza per venire fuori da situazioni difficili. Basti pensare alla vittoria di Isernia, dove lo Scauri ha giocato con cinque effettivi o alla “quasi vittoria” contro Palestrina, persa sul filo di lana, ma giocata (sempre con cinque atleti) col piglio di una squadra consapevole delle proprie forze.

Così è stato conquistato un quinto posto, non certo preventivabile all’inizio del campionato (e grazie anche all’esclusione dell’Azzurro Napoli), soprattutto dopo le defezioni di Bertoldo, Odone e Svoboda nel corso del torneo, che hanno limitato moltissimo le rotazioni a disposizione di Renato Sabatino. Qualche rammarico resta, comunque, viste le belle prestazioni fuori casa dove Scauri ha chiuso il campionato con 9 vittorie e 5 sconfitte (l’ultima in trasferta, e unica del girone di ritorno dello Scauri, risale al 24 gennaio proprio a Palermo), per alcune partite perse dopo prestazioni di altissimo profilo soprattutto in casa (Eurobasket Roma, Palestrina, Cassino, Palermo), che se avessero sortito miglior sorte avrebbero collocato i pontini in una posizione decisamente più importante. Un quinto posto, in definitiva, meritato che fa si che lo Scauri debba ora affrontare la Nuova Aquila Palermo per un altro prestigioso traguardo, la promozione in Serie A2.

Il Basket Scauri si presenta a questa prima partita con grandi motivazioni. Prima tra tutte lo schierare il giocatore più forte per rendimento dell’intera Serie B, quel Simone Bagnoli che ha chiuso il campionato con 24,2 di valutazione complessiva, precedendo giocatori del calibro di Luca Bisconti (22,3), Christian Di Giuliomaria e Mattia Venucci (22,1), Luca Ianes (21,7). Che ha vinto la classifica cannonieri del girone C (19,8) ed è risultato secondo solo a Marko Mlinar nella classifica dei rimbalzi (12,5) e terzo assoluto in Serie B. Con lui un gruppo che ha avuto in Santiago Boffelli una preziosa spalla in fase realizzativa (quarto con una media di 16,9 punti a partita), che al suo esordio in serie B (a 33 anni, per le ambigue regole nazionali) ha subito fatto dimenticare uno spento Ariel Svoboda, passato nel frattempo tra le fila dell’Angelico Biella, la preziosa regia di Dante Richiotti, nonostante qualche acciacco (10 punti per partita), primo nella classifica degli assist (5,6), e terzo assoluto in Serie B, e il supporto di Leonardo Salvadori (11,5 + 5,8) terzo nella classifica del tiro da tre punti (44%), ai quali hanno dato una mano molto importante il “navigato” Andrea Lombardo (9,6), beniamino del pubblico scaurese e tra i migliori difensori della serie B, Joshua Giammò (9,1) e Diego Martino (5,6). Non ultimo, avere il secondo migliore attacco della Serie B con 82,0 punti per partita, seconda solo alla Virtus Cassino con 85,6.

Avversario nei quarti di finale sarà la Nuova Aquila Palermo, squadra contro la quale Scauri non ha sfigurato nella fase regolare, sconfitta entrambe le volte, ma solo nell’ultimo minuto di gioco. I siciliani hanno avuto grossi problemi nel corso del campionato, che lasciavano presagire al peggio, ma, differentemente da Napoli, sono riusciti a rimettersi in carreggiata e ottenere un brillante quarto posto, nonostante la perdita di Mauro Stella, passato a Bisceglie, e Nelson Rizzitiello, andato invece all’Eurobasket Roma. La sqaudra siciliana però può puntare su eccellenti individualità, primo fra tutti l’ex di turno Federico Requena (9,3+5,4), il centro Riccardo Antonelli (10,4+7,3), la guardia Marcello Cozzoli (12,6, migliore realizzatore dei suoi), i playmaker Daniele Merletto (9,1) ed Edoardo Di Emidio (8,4), l’ala piccola di scuola Stella Azzurra Roma, Bruno Ondo Mengue (8,3).

I play-off sono tutta un’altra cosa” afferma l’allenatore scaurese Renato Sabatino, “le dinamiche cambiano, sopraggiungono elementi di carattere psicologico, oltre che di tenuta fisica. E’ un altro campionato, che si gioca su emozioni diverse, in cui conterà molto la lucidità mentale, oltre che la freschezza atletica, la fame di vincere e non sentirsi appagati per quanto fatto nella stagione regolare. Personalmente, sono fiducioso perché ho un bel gruppo, che vorrà dare grandi soddisfazioni sia alla Società che al pubblico scaurese e, mi sia consentito, sono orgoglioso di aver allenato il Basket Scauri, il coronamento di un sogno e un’esperienza che tutti gli allenatori dovrebbero vivere. In campionato con Palermo abbiamo perso, è vero, ma sempre giocando alla pari ed uscendo sconfitti a testa alta e solo nelle battute finali. Conterà molto la prima partita, perché la maggiore pressione la avrà la squadra di casa”.

La prima partita si disputerà al PalaMangano di Palermo domenica 1° maggio alle ore 18,00, per la quale sono stati designati due volti noti del campionato, i signori Nicola Tammaro, di Giffoni Valle Piana (SA) e Biagio Napolitano di Acerra (SA).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy