Serie B Playout G4 – Maddaloni non muore e passa a Fondi, si va a gara 5

Serie B Playout G4 – Maddaloni non muore e passa a Fondi, si va a gara 5

Maddaloni si presenta a questa gara 4 con con la consapevolezza di non poter perdere più se vuole conservare la categoria e conquistare la salvezza. Con le spalle al muro i maddalonesi trovano il carattere e la grinta necessari per espugnare il PalaVirtus e forzare la serie sino a gara 5.

Virtus Fondi-Pall. San Michele Maddaloni 55-62

Parziali: 20-19; 32-30; 43-47.

Fondi: Pietrosanto 3, Romano 8, Cappiello 2, Myers 11, Lilliu 23, Biordi 4, Di Giacomo 2, Di Marzo, Di Manno, Luzza 2, All. Macaro, Ass. Di Fazio, Ass. Borelli.

Maddaloni: Ragnino, Zamo 1, Listwon, Caceres 11, Desiato 8, Marini 9, Rubbera 2, Garofalo 9, Rusciano 2, Florio 20, All. Monda, Ass. Palmisani, Ass. De Maria.

Arbitri: Marco Guarino di Campobasso (CB) e Carlo Posti di Marsciano (PG).

La Pallacanestro San Michele Maddaloni si presenta a questa gara 4 con con la consapevolezza di non poter perdere più se vuole conservare la categoria e conquistare la salvezza. Con le spalle al muro i maddalonesi trovano il carattere e la grinta necessari per espugnare il PalaVirtus e forzare la serie sino a gara 5.

La partita inizia su ritmi elevati e in una cornice di pubblico calorosa e rumorosa. I padroni di casa sono da subito più incisivi portandosi in vantaggio sull’8-2. Maddaloni si fa prendere dalla frenesia e perde quasi consecutivamente quattro palloni in attacco che sono un invito per gli avversari. Oltretutto, la situazione falli si fa tragica sin dal giro di boa, con Rusciano e poco dopo Rubbera che commettono il loro terzo fallo personale. I biancazzurri però cercano di non farsi condizionare, tengono i nervi saldi e con i canestri di capitan Nino Garofalo impattano a quota 14 all’8′, anche grazie a qualche buona difesa. Fondi allunga di nuovo sul finire del quarto, ma la tripla di Alessandro Florio a fil di sirena vale il -1.

Il secondo periodo incomincia su ritmi sempre molto alti, e questo porta a tanti errori sia da una parte che dall’altra. L’appoggi al vetro di Garofalo prima e soprattutto la bomba di Florio permettono l’aggancio ed il sorpasso (21-24 al 13′). La partita sale d’intensità ed anche i contatti sono molto più duri. E allora il pallone va con continuità da Juan Manuel Caceres che in post fa incetta di liberi per il 24-27 al 15′ che consiglia il tecnico di casa a chiamare timeout. I viandanti rientrano e vanno a segno con Giovanni Marini, e poi potrebbero allungare se le due triple tentate andassero a buon fine. Fondi attacca con poca organizzazione e si affida alle individualità che sortiscono tiri mal distribuiti. Eppure ritorna con il naso avanti sul 32-30 prima della sirena lunga.

Al rientro dagli spogliatoi due tiri pesanti di Marini intervallate dalla penetrazione di Caceres valgono ai biancazzurri il 33-38. Maddaloni non approfitta del momento di defiance degli avversari e sprecano alcuni attacchi permettendogli di rientrare sul 38 pari al 25′. Susseguono due giri di lancette di botta e risposta finché una prima la penetrazione chiusa in doppio tempo da Salvatore Desiato e poi la tripla di Florio non danno il la alla nuovo allungo sul 40-45. I padroni di casa sembrano non averne più di benzina nel serbatoio, ma purtroppo ai biancazzurri manca il cinismo necessario per prendere il definitivo vantaggio, rintuzzato con un tiro dall’arco da parte di Fondi a poco dalla conclusione della terza frazione.

Gli ultimi 600 secondi della sfida vedono il punteggio mantenersi basso. Maddaloni non riesce a trovare un minimo di continuità in attacco, ma in compenso difende egregiamente facendo prendere tanti tiri sporchi a Fondi. Gli ospiti vanno comunque a segno con Desiato da sotto su ottima assist di Rusciano (48-51), e poi arriva la persa per i locali che ricorrono al timeout al 35′. Si segna con il contagocce, ma Desiato si erge su tutti prima segnando in penetrazione e poi trasformando il libero del tecnico a Pietrosanto. La tripla di Florio (50-57) poi, costringe al nuovo timeout Fondi quando mancano 2′. L’antisportivo a Di Giacomo con 57″ sul cronometro chiude di fatto i conti. Capitan Garofalo realizza il tiro libero e Maddaloni vola sul +10. Lilliu non contiene il nervosismo e placca Marini che lo ha difeso benissimo per tutta la gara venendo espulso.

La serie torna in parità sul 2-2 e uniti si prolungherà alla quinta è ormai decisiva partita per decretare chi tra il San Michele Maddaloni e la Virtus Fondi conquisterà la salvezza. Maddaloni vincendo questo match si riappropria del fattore campo e così gara 5, l’ultimo atto di questo spareggio salvezza, è in programma mercoledì 11 maggio alle 20:30 al Pala Angioni-Caliendo di Maddaloni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy