Serie B Preview, 3° giornata: zoom su Il Globo Isernia – Eurobasket Roma

Serie B Preview, 3° giornata: zoom su Il Globo Isernia – Eurobasket Roma

Riapre il campionato di Serie B, che nel suo terzo atto propone l’incrocio tra Il Globo Isernia e l’Eurobasket Roma, che giunge alla sfida da capolista dopo la larga vittoria ottenuta ai danni della Cesarano Scafati. Balza all’occhio come il numero 3 sia un codice comune tra le tematiche di anteprima del match, tanto da poterne ricavare anche un fil rouge globale: la giornata di campionato, 3 i punti che hanno distanziato Isernia dalla vittoria in entrambe le partite fin qui disputate, e per concludere la numero 3 sarebbe la vittoria consecutiva per una Gas&Power attesa dalle prime prove di estensione dalle inseguitrici, con la bussola di Righetti e soci proiettata verso il mantenimento della vetta della classifica. L’intenzione è silente quanto implicita, dal momento che le prime due giornate del campionato hanno evidenziato un’egemonia dei ragazzi di Bonora – al rientro in panchina dopo la squalifica che lo ha tenuto fuori durante le prime due giornate – nelle trame della classifica, che vede l’Eurobasket esibirsi a punteggio pieno e con un ragguardevole +71 nella differenza punti segnati/subiti, la più alta di tutti i gironi della Serie B, al momento. Dati alla mano, il computo del Plus-Minus non è destinato a mantenere i ritmi (esponenziali) di crescita delle prime due giornate, soprattutto considerando l’intensa presenza emotiva di cui Isernia ha fatto sfoggio nei primi due impegni, durante i quali ha ceduto al cospetto della Stella Azzurra Viterbo e della Luiss Roma solo nelle battute conclusive, dopo aver anche condotto le faccende nei minuti precedenti la sirena. Il messaggio per l’Eurobasket è chiaro: la trasferta molisana sarà una prova di maturità da affrontare con intensità e concentrazione. Il favore del pronostico è comunque dalla parte di Stanic (MVP contro Scafati con 23 punti, 9/11 dal campo, 7 rimbalzi, 6 assist, 4 recuperi riassunti da un superbo 33 di valutazione) e compagni, constatando la superiorità dell’offerta complessiva dei capitolini, un virtuosismo totale che ha permesso all’Eurobasket di segnare 90 punti di media nelle prime 2 giornate, a cui si affiancano 41 rimbalzi e 18 assist, contro i 32 e 9 di Isernia, che in conseguenza della propria strutturale gioventù (la massima anzianità nel roster di Coach Cardinale è rappresentata dal 23enne Fiorentino) tende a proporre un basket decisamente fisico e volto al gioco in 1 vs. 1, piuttosto che su un sistema improntato su una circolazione ragionata al dettaglio. La variabile impazzita con cui Isernia potrebbe mettere alle corde l’efficiente impianto difensivo della Gas&Power (appena 54.5 punti subiti di media finora) si esprime nella seconda peculiarità dell’attacco de Il Globo, che spesso e volentieri si lascia ingolosire dal tiro da 3, come dimostrato dall’ottimo 7/14 in stagione dell’ex Eurobasket Alessandro Guagliardi, felice di ritrovare di fronte i vecchi compagni, insieme ai quali sfiorò i playoff di Serie B due anni fa. Volgendo lo sguardo a un’ipotetica strategia di gara dell’Eurobasket, potrebbe essere sufficiente confermare l’inerzia devastante delle prime due giornate di campionato per scavare un solco di sicurezza tra la vittoria e i molisani. A questo proposito ecco guadagnare il palco la silhouette di Alex Righetti, finora ariete di sfondamento alfa dell’Eurobasket: la medaglia d’argento ad Atene 2004 viaggia infatti a 9 punti di media nel solo primo quarto, sintomo di come la Gas&Power cerchi subito di mettere in ritmo il suo campione per gestire il resto della gara da un gap di vantaggio. In conclusione questa terza giornata metterà di nuovo di fronte a Isernia una realtà più grande di lei, proprio come avvenuto nelle prime due giornate, dalle quali però i ragazzi di Cardinale sono sempre usciti con l’onore della cronaca per il noto approccio garibaldino: il terzo tentativo potrebbe essere quello giusto per cercare la prima vittoria in campionato, oppure una buona occasione per aggiungere altro fieno in cascina da sfoggiare quando il calendario proporrà incontri dall’asticella più equilibrata. Per l’Eurobasket, invece, è tempo di fare il pieno di punti: gli incroci di alta quota sono ormai alle porte e disporre di ossigeno di riserva in classifica rappresenterebbe, sul lungo, un cuscinetto importante.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy