Serie B, Preview Eurobasket Gas&Power Roma – In Più Broker Scauri

Serie B, Preview Eurobasket Gas&Power Roma – In Più Broker Scauri

facebook.comeurobasketroma

Un altro metro verso la cima del monte per l’Eurobasket Gas&Power Roma, una dura prova di maturità per l’In Più Broker Scauri. E’ l’alba della giornata della Serie B, le rispettive missioni già delineate.

E’ la quarta sfilata al PalAvenali per l’Eurobasket, ancora imbattuta in campionato e in marcia verso l’ignoto di una corsa in solitaria in vetta alla classifica, con l’obiettivo primario di non abbassare la guardia e mantenere alta la concentrazione. A questo proposito l’arrivo di Scauri è propedeutico: la squadra di coach Sabatino – subentrato da 2 giornate ad Addessi – arriva alla settima giornata con lo stomaco da riempire di punti e con addosso il peso di 4 sconfitte consecutive, che hanno trasformato una buona partenza in un vicolo cieco da cui Scauri sta cercando di tirarsi fuori. Lo score di 2-4 non sembra fare giustizia a un roster di buona caratura, che trova nella stella Simone Bagnoli, come nel duo argentino RichottiSvoboda, una potenzialità espressiva classificabile tranquillamente in zona playoff. A completare il tutto c’è poi l’attitudine aggressiva della squadra, che è capoclassifica del girone C nella sezione rimbalzi a 39.5, contro i 38.8 della Gas&Power. Gli ingredienti per un ritorno a buoni livelli, riassumendo, non sembrano mancare, c’è però una chimica da ritrovare e forse da imporre, soprattutto dopo aver spulciato tra le stats stagionali dell’In Più Broker: nelle 4 sconfitte consecutive (Palermo, @Stella Azzurra, Napoli e @Scafati) Scauri ha chiuso solo 1 volta in vantaggio il primo quarto – pur portandosi uno scarto medio ridotto, 2.33 – e ha chiuso in svantaggio 7 degli altri 12 quarti, a fronte di 3 affermazioni e 2 pareggi. Essendo inoltre una squadra poco consona a farsi distaccare di parecchie distanze – 9.25 la differenza di punti di svantaggio nelle sconfitte – come a subire parziali soffocanti – gli 11 punti di distacco del terzo quarto contro Scafati restano il peggior record in un quarto – la fragilità di Scauri potrebbe dimorare nella difficoltà di rimettere in piedi il match quando comincia a scivolarle dalle mani. L’accoppiamento con l’Eurobasket, partendo da questa ipotesi, è probabilmente il peggiore che ci si potesse augurare: squadra prepotente nella gestione del ritmo, che quando può non disdegna la cosiddetta “partenza razzo” – 3 volte su 7 ha infatti chiuso il primo quarto sopra di 10 o + – e che tra tante sicurezze ne ha una ancora più solida delle altre: il fatto che il ciclone, prima o poi, inesorabilmente, arrivi: il terzo quarto contro Isernia e Scafati, come l’ultimo quarto contro Palestrina, Palermo ed Empoli, dimostrano che la Gas&Power ha sempre goduto di un momento in cui non ti rimane che chiudere gli occhi e sperare che tutto finisca il prima possibile. L’assoluta imprevedibilità del responsabile è probabilmente il fattore che la distanzia dalla media della categoria e la proietta verso scenari superiori. L’ultimo in ordine cronologico è stato Marcelo Dip, che di fronte a Bagnoli si augura di replicare la bella doppia doppia di Empoli, raggiunta a 16+15. Palla a 2 alle 18:30.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy