Serie B, preview: Eurobasket Roma Gas&Power – Mastria Vending Catanzaro

Serie B, preview: Eurobasket Roma Gas&Power – Mastria Vending Catanzaro

Il 2016 dell’Eurobasket Roma Gas&Power comincia da quello che fu il primo snodo della stagione, mettendo di fronte alla capoclassifica la Mastria Vending Catanzaro, che nella prima uscita stagionale fu agevolmente superata grazie ad una conduzione di gara senza sbavature, caratterizzata da un ritmo offensivo quasi violento per una Catanzaro ancora in fase di rodaggio. Quella che scenderà sul parquet del PalAvenali nel giorno dell’Epifania è una squadra che è cresciuta molto da quella Domenica senza gloria e che ha già saputo regalarsi qualche soddisfazione, come i 33 punti di scarto inflitti a Scafati nell’ultima giornata, oppure l’ottima prestazione contro Palestrina, costretta a gettare tutto il sudore di cui era in possesso per andarsene da Catanzaro con i 2 punti in tasca. A chiudere il cerchio sulla bontà del progetto Mastria Vending c’è il posto (frutto di 9 vittorie e 6 sconfitte) con cui i calabresi si affacciano al girone di ritorno. La condizione primaria per mettere in difficoltà l’Eurobasket, poi, veste la numero 5 ed ultimamente tende a parlare il linguaggio dei grandi: Gianluca Carpanzano, capitano di Catanzaro e già Nazionale Under 18, ha chiuso il 2015 con 19 punti di media a partita, e nella vittoria contro Scafati ha toccato quota 30 (!) in appena 26’ di utilizzo, con il 56 dall’arco. Gli altri elementi del quintetto sono il giovane playmaker Fehni Abassi, l’ala piccola Thomas Di Dio e sotto le plance il duo SereniNaso, veterani della giovane compagine allenata da Andrea Cattani, che giocò in A1 con la maglia della Viola Reggio Calabria nelle stagioni 1993-94 e 1995-96. Per quanto riguarda la Roma Gas&Power, la difficile affermazione contro Fondi ha permesso di chiudere il girone di andata con il primo posto e il ticket per le Final Four di Coppa Italia LNP tra le mani, premio meritato per tutto ciò che l’Eurobasket ha fatto fin dall’inizio della stagione, condotta con il super record di 14-1, testimonianza che il cammino verso la maturità di vertice sta procedendo nel migliore dei modi. In un roster poliedrico e che propone svariate possibilità e soluzioni offensive, scegliamo di limitare il raggio di analisi solo al mese di Dicembre ed estrarre Giulio Casale e Marcelo Dip come uomini più attesi del match: il primo ha chiuso il 2014 con una vena offensiva inedita e spumeggiante, tradotta in 18.3 punti e un prodigiso 1319 dall’arco nelle ultime 3 partite, mentre Dip ha letteralmente preso per mano la squadra nei momenti delicati, uscendo da Dicembre con 15.5 punti e 7.25 rimbalzi a partita. Il match contro Fondi – il momento Dip assoluto della stagione – è lì a dimostrare l’importanza sempre più grande del centro di Bonora nell’economia globale della Gas&Power.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy