Serie B, preview: USE Computer Gross Empoli – Eurobasket Gas&Power Roma

Serie B, preview: USE Computer Gross Empoli – Eurobasket Gas&Power Roma

facebook.comeurobasketroma (Giulio Ciamillo PH)
Nasce la sesta giornata del girone C della Serie B, e per le squadre in vetta al campionato sarà un altro weekend difficile, dopo che le trame del calendario, nelle ultime due giornate, avevano architettato una roulette russa per la Roma Gas&Power, la Nuova Aquila Palermo e la Citysightseeing Palestrina, costrette parzialmente a incrociarsi l’una contro l’altra, con la Terra di Tuscia Viterbo e la Planet Catanzaro a fare da terre di mezzo nella disposizione degli scontri diretti. Il ciclo tra le grandi si chiuderà con lo scontro tra Palermo e Palestrina di settimana prossima, nel frattempo i verdetti delle ultime settimane hanno generato le prime soluzioni ai rebus di inizio stagione: a comandare il campionato c’è ancora l’imbattuta Eurobasket Roma, seguita dalla bellissima Palermo, rincorsa a un’unghia di distanza (appena 4 punti nella differenza segnati/subiti) dalla solida Palestrina. La sesta giornata in via di sboccio si appresta ad essere meno ansiogena ma pur insidiosa per la Gas&Power, che è attesa dalla classica partita da prendere con le molle. La Use Computer Gross Empoli è una squadra di buon valore e dalla complessa lettura di base: i toscani viaggiano con un positivo record di 3-2, frutto di 2 vittorie esterne e 1 affermazione a domicilio, con uno score medio di 69 punti ma in un largo elastico che va dai 52 punti nell’ultima sfida contro Catanzaro ai 99 contro Fondi, in quella che finora resta la migliore offerta dei ragazzi di Giovanni Bassi, quando un superlativo Gianni Terrosi siglava il proprio massimo di punti e di triple a bersaglio in campionato (22 e 610). Da Gianni Terrosi alla principale missione difensiva sul moleskine di Davide Bonora la strada è davvero breve: il 10 bianco-rosso sta viaggiando a 18 punti ad allacciata nelle ultime 2 giornate sciorinando un notevole 10/20 da 3, e dalla sua pericolosità offensiva passa una sostanziosa fetta delle possibilità offensive di Empoli. Eugenio Fanti, potenziale interprete primario del contenimento di Terrosi, sarà coadiuvato da quella che a oggi è ancora la miglior difesa del campionato, nonostante i 77 punti incassati da Palermo, season high per la difesa dell’Eurobasket, in un match che ha allo stesso tempo indebolito e rinforzato la capo-classifica: l’Aquila ha dimostrato che la Gas&Power può essere aggredita e limitata (anche per oltre 30′), costruendo la resistenza ai capitolini principalmente dalla difesa, ribaltata come primo ponte per il contropiede. A fare da contraltare, l’Eurobasket ha mostrato di possedere nella propria faretra anche la vittoria di rincorsa, dopo quelle dominanti (Catanzaro, Scafati,Isernia) e quelle testa a testa (Palestrina), testimonianza di come l’organico abbia profondità, fame agonistica e un umile senso di leadership, che si manifesta nella coesione collettiva al servizio della vittoria, maturata spesso con protagonisti diversi: da Stanic e Righetti nelle giornate in cui tutto si mette da subito nel verso più consono, passando per Fanti nel derby contro Palestrina, finendo per Giulio Casale, esaltatosi quando per chiudere determinate voragini le componenti umane superano quelle tecniche, come nell’ultimo match contro l’Aquila Palermo.
facebook.comeurobasketroma (Giulio Ciamillo PH)
Non ci si può poi certo dimenticare di Gabriele Romeo, antesignano della rimonta, nonché tra i più promettenti boccioli nel roseto del Presidente Buonamici. Un testa a testa potrebbe essere anche la sfida di Sabato sera, considerando il fattore campo a vantaggio dei toscani e un’ipotetica onda lunga dell’ultima sfida casalinga contro Fondi, durante la quale, sfruttando la ricerca del tiro 3 come fonte primaria, la USE mandava a segno 29 punti nel solo primo quarto: il merito di un ritmo a tratti feroce si ritrova nella vena propulsiva della coppia di playmaker Mariotti-Berni, con quest’ultimo che ha quasi raddoppiato (12.2 vs. 21.5) i suoi minuti di utilizzo rispetto alla passata stagione. Potenzialmente pericoloso per l’Eurobasket potrebbe risultare anche il pacchetto lunghi formato da Samoggia, Ghizzani e Bei, che in toto non snobba la soluzione balistica a dispetto del gioco di stazza, forma mentis fondamentale del gioco di Tomasello, Birindelli e Dip. Nonostante l’ottimo rendimento contro di Palermo di Tomasello, una pillola di adattamento per l’Eurobasket è già stata testata e brevettata contro Palermo: l’utilizzo di un quintetto ultra soft con 3 piccoli e il duo Staffieri-Righetti sotto le plance ha già mostrato di poter rendere l’Eurobasket flessibile e veloce contro i quintetti meno volti a insediare l’area. In generale, il diktat per Empoli potrebbe essere quello di non smarrire la concentrazione nelle varie tappe del match, dimostrando di aver rimosso dalla mente l’ultima brutta partita contro Catanzaro (sconfitta 65-52), e prendendo come massima la prestazione contro Fondi, dimostrazione di come Empoli abbia tra le sue identità quella di una squadra dalla produzione offensiva spumeggiante. Il tutto con la consapevolezza che strappare l’inerzia del match alla Gas&Power non è una cosa da tutti, e che i ragazzi di Bonora cercheranno di impossessarsene fin dalla palla a 2.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy