Serie B SF G2 – Palestrina demolisce Cassino 100-77 e agguanta l’1-1

Palestrina agguanta l’1-1 dimostrando ancora di non mollare nei momenti più delicati, per una serie che ora si fa ancora più interessante ma si sposterà al PalaSoriano di Atina.

Commenta per primo!

CITYSIGHTSEEING PALESTRINA – BPC VIRTUS CASSINO 100-77

CITYSIGHTSEEING PALESTRINA: Cicognani 17, Rischia 9, G.Rossi 15, Molinari 8, Pecetta, Pierangeli 20, Sabbatino 8, Brenda 8, Gagliardo 15, Stirpe . All. Lulli
BPC VIRTUS CASSINO: Grilli 17, Castelluccia 6, Gonzalez 2, Ausiello 3, Berti 8, Ianes 12, Carrizo 10, Lovatti, Dri 14, Liburdi 5. All. Vettese
Parziali: 31-15, 54-32, 80-55

Palestrina non può far altro che vincere per riportare la serie in parità e cercare poi un colpaccio a Cassino. Roster confermati in blocco, alla palla a due Palestrina scatta con la tripla di Brenda, che ci trova gusto e si ripete dopo un minuto per l’8-2. Unico neo il secondo fallo dell’ala (secondo davvero veniale) ma la corsa dei locali non si placa e si fa veemente con le bombe di Rossi e Pierangeli. Al quarto minuto il timeout per Cassino è inevitabile perché Cicognani a rimbalzo porta i suoi a +12, bel canestro con fallo di Pierangeli vanificato da una chiamata per passi e Ianes allora riporta su gli ospiti. Incontenibile Rischia sia dall’arco che in lunetta, Citysightseeing va (20-8). Verve decisamente ritrovata dalla distanza e i punti nel quarto diventano 29 ma nell’ultimo minuto la Bpc limita in parte i danni. Situazione capovolta rispetto gara1, i ciociari provano subito la rimonta e trovano qualche tiro ad alta percentuale. Palestrina mantiene un ritmo indiavolato impossibile da tenere per gli avversari, sale il nervosismo anche in panchina con il tecnico che rinforza la fuga arancio verde. Rossi aveva da poco insaccato dai 6.75 e aggiunge ora il tiro libero, Sabbatino si carica e va d’infilata a depositare il 41-22. Primo tempo di livello eccelso, Brenda finta e poi appoggia il 45-25 che è massimo vantaggio, Berti si alza dall’arco imitato da Molinari che ripristina le distanze. Solo in questo momento si abbassano leggermente le realizzazioni, ma all’ultima curva Pierangeli pesca la quarta tripla personale e manda tutti negli spogliatoi sul 54-32.
Alla ripresa delle ostilità Cassino si affida all’asse Berti-Ianes per riemergere, funziona però anche quello tra Rossi e Cicognani, così il divario aumenta: 62-38. Ancora Ianes per gli ospiti, Rischia va liscio in penetrazione e poi Sabbatino punisce da tre per un incredibile +25. Si surriscalda il match sulla gomitata di Ausiello a Pierangeli ma poco dopo c’è anche quella di Carrizo a Molinari, occasione buona per rimpinguare il bottino in lunetta. Nel quarto indubbiamente più convulso e meno spettacolare il vantaggio si consolida e mette la fine anticipata sulla contesa, anche perché Molinari completa l’opera sulla sirena: 80-55.Girandola di cambi, minuti di riposo per diversi protagonisti, Cassino supera quota 60 dalla lunetta dopo il quinto fallo di Molinari. Rossi ne ha ancora, spara da tre per altre due volte e Palestrina dilaga (88-62). Non c’è più partita, la gara scivola via tra soluzioni personali valide soprattutto per le statistiche e passerelle applaudite a lungo dal PalaIaia. Restano in campo Cicognani e Pierangeli che mettono la ciliegina sulla torta alla loro prestazione, Sabbatino col pubblico già in festa anticipa la sirena con il 100esimo punto ed ora la festa è completa. Palestrina agguanta l’1-1 dimostrando ancora di non mollare nei momenti più delicati, per una serie che ora si fa ancora più interessante ma si sposterà al PalaSoriano di Atina.

FONTE: Uff. Stampa Pall. Palestrina

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy