Serie B. Qui Cento: Tramec a raduno, obiettivo Serie A2

Serie B. Qui Cento: Tramec a raduno, obiettivo Serie A2

Commenta per primo!

È iniziata oggi nel pomeriggio l’avventura della Tramec con l iniziale settimana di tortura fisica, in un ambiente che trasmette entusiasmo, passione, un avventura che ha nel mirino la serie A2, avversari permettendo. È inutile girarci intorno all’ obiettivo della stagione: la serie B oggi come oggi sta stretta,peggio dei pertugi tra i vicoli della città cara al Guercino.Lo scorso anno, la terribile giunca di Sandokan Albanesi si dimostrò fragile mentalmente al cospetto di Lord Lecco Brooke, dopo una stagione in cui la barca dei pirati in biancorosso faceva razzia in ogni porto che ancorava. Il risveglio traumatico stile mamma non trovo i Pampers, aleggia ancore tra le volte di Cento, pensando che poteva essere uno scherzo di Carnevale, manifestazione di cui Cento ne è la capitale indiscussa. Purtroppo era stato uno scherzo Benfatto, ma il passato ormai è alle spalle anche se Don Silvio Abbondio Canelli spesso ricorda ai suoi fedeli scudieri che qualche bruciore di stomaco lo avverte ancora. Bando alle chiacchere da bar, la rivoluzione non copernicana, ma pulidoriana ha portato giocatori che in teoria i Pampers non sanno cosa possono essere. Si riparte con l’immagine commovente di una curva che applaude i propri beniamini nella domenica più amara di Maggio, che Cento ed il suo popolo vuole cancellare dalla memoria. Ed è per questo che da oggi si fa maledettamente sul serio.

Chi non vedeva l’ora di iniziare è il coach Marco Albanesi. Rilassato, abbronzato ma voglioso di rimettersi al volante di una squadra costruita per vincere « Sono carico, motivatissimo come i ragazzi- ci dice il coach- i giocatori in questi giorni hanno apprezzato il calore e la passione dei tifosi. Siamo convinti di avere fatto una squadra che può fare molto bene anche se il livello del girone qualitivamente si è alzato e di molto. Forl’, Piacenza ed almeno altre 5/6 squadre – continua il tecnico biancorosso – sono in grado di puntare ai play off, non sarà facile vincere in trasferta».A detta di tutti gli addetti ai lavori e non, il trio Benfatto, Contento e Fontecchio è un lusso per la cadetteria, loro potrebbe essere il tridente dei sogni che la Benedetto calerà ad ogni incontro. Ma Albanesi gioca a nascondersi «Come sempre sarà il collettivo a fare la differenza con protagonisti diversi in ogni gara- annuisce il timoniere in biancorosso- con la possibilità di variare assetti tecnici mantenendo alto il livello fisico e tecnico in campo».

L’esperienza insegna molto, Cento la passata stagione, vissuta con grande entusiasmo, si inceppò sul più bello, forse per mancanza di leadership. « Lo scorso anno abbiamo raggiunto risultati importanti, anche in condizioni di difficoltà- ci dice il coach- anche se il finale non è stato di quelli memorabili. Dalla B di Bianchi alla V di Vitali devo ringraziare di cuore tutti i ragazzi che ci hanno regalato emozioni incredibili». Da oggi però inizia un altra storia..infinita come la voglia matta di Cento e del suo popolo di assaporare il gusto della serie A..il sogno di una notte di mezza estate che la Benedetto vuole fare fortissimamente suo..

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy