Serie B. Rimini alla prova Cento, gran derby romagnolo al Flaminio

Serie B. Rimini alla prova Cento, gran derby romagnolo al Flaminio

Questa domenica NTS CRABS ospita TRAMEC BENEDETTO XIV Cento, attuale seconda in classifica con evidenti ambizioni di promozione.

Commenta per primo!

Questa domenica NTS CRABS  ospita TRAMEC BENEDETTO XIV Cento, attuale seconda in classifica con evidenti ambizioni di promozione. All’andata i Crabs persero di 10 punti reggendo bene l’impatto contro la più quotata avversaria Con ottime prove di Perez, Foiera e Romano, i bianco-rossi riuscirono a chiudere in vantaggio a metà gara e contenere la reazione avversaria fino al 30mo, ma finendo anzitempo la benzina. L’ultimo quarto fu letale, ora si cercherà di rendere pan per focaccia al Flaminio.

La Tramec si presenta con 14 vinte e 5 perse e rispetto all’andata non c’è più Alessandro Infanti (causa doping), ma neanche coach Albanesi, rimpiazzato da Lupo Giordani, e non mancherà neanche una “vecchia” conoscenza come Lorenzo Brighi, che esordì in canotta biancorossa nella prima stagione in serie B prima di vestire la divisa di molte formazioni di categoria superiore. Brighi è arruolato solo dallo scorso dicembre mentre la “sostanza” fin dall’inizio del torneo è ben divisa tra Marco Contento: guardia classe 1991 di 190 cm (17 punti e 3 rimbalzi di media), Michele Benfatto: centro di lunga carriera, classe 1985 per 205 cm (15 punti e 10 rimbalzi di media) e l’ala forte Luca Fontecchio: classe 1991 per 202 cm (11 punti e 6 rimbalzi di media). A questi si aggiungono il playmaker Mattia Caroldi di 187 cm, Davide Andreaus: ala di 202 cm, Daniele Demartini: playmaker di 187 cm e Lorenzo D’Alessandro: ala di 198 cm. Facendo un rapido calcolo la Benedetto fa registrare 78,6 punti di media, con un buon  51% da 2 e da un pericoloso 38% da 3. Un 73% ai liberi con 39,3 rimbalzi di cui 10,6 offensivi, conditi da 14,7 assist ed un saldo perse/recuperate di 15,1/6,3.

Rimini, che nell’anno nuovo ha prodotto bottini offensivi interessanti, oppone una media punti di 74,1 (subendone 75)  tirando col 51% da due ed il 32% da 3, ai liberi abbiamo un discreto 75% e catturiamo 35,3 rimbalzi di cui 8,6 in attacco servendo 12,5 assist. Migliora il saldo perse/recuperate, grazie all’ottimo andamento delle ultime due uscite che ora dice 14,8/6. Rifarsi subito della battuta d’arresto sarebbe opportuno ma il “cliente” non è certo dei più domabili e la sacrosanta opinione che non esistono partite già perse in partenza varrebbe anche se avessimo contro l’EA7. I  ragazzi di Bernardi hanno ripreso una continuità lusinghiera, Romano, Foiera e Sirakov realizzano individualmente oltre 10 punti a partita e Perez, Panzini e Chiera sfiorano di poco la doppia cifra, senza dimenticare Crotta in notevole crescita e Tassinari ora limitato in attacco ma granitico in difesa. Infine i due “piccoli” Meluzzi e Balic, vuoi per giovinezza, vuoi per impatto psicologico col campo trovano poco spazio.

Se serviva la conferma che l’omogeneità del gruppo fa la differenza, questa c’è già stata. Forti di questo principio aggredire in difesa mantenendo lucidità in attacco.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy