Serie B. Rimini, contro il Mamy.eu arriva un altro stop

Serie B. Rimini, contro il Mamy.eu arriva un altro stop

Commenta per primo!

MAMY.EU Oleggio – NTS CRABS Rimini: 68-66

NTS CRABS Rimini: Perez: 6 (3/4-0/2); Meluzzi: 6 (0/0-2/2); Panzini: 14 (1/4-3/7); Tassinari: 2 (1/1-0/3); Chiera: 11 (1/2-2/5; Foiera: 4 (1/4-0/0); Popov: NE; Balic: NE; Crotta: 8 (4/5-0/0); Romano: 15 (2/5-3/7). All. Mladenov.

MAMY Oleggio: Resca: 13 (5/9-1/3); Ferrari: 17 (3/7-3/7); Coviello: 8 (2/6-1/3); Paesano: 16 (6/10-0/0); Sacco: 8 (0/2-2/4); Flavio: 0 (0/0-0/0); Remonti: NE; Crusca: 2 (1/2-0/3); Gallinari: 4 (0/2-1/3); Okeke: NE.
Tiri da 2: Rimini 13/25 Oleggio 17/38; Tiri da 3:  Rimini 10/26 Oleggio 8/24: Liberi: Rimini 10/12 Oleggio 10/15; Rimbalzi: Rimini 34 Oleggio 31; Perse/recuperate: Rimini 13/2 Oleggio 4/10 ; Assist: Rimini 13 Oleggio 14.

Rimini butta al vento sulla sirena una partita che ha sofferto dall’inizio alla fine ma che avrebbe potuto vincere senza troppi patemi. Oleggio ha dalla sua il fattore campo e i Crabs patiscono forse il lungo viaggio oltre alla presenza a “mezzo servizio” di Foiera. I piemontesi trovano più facilmente la via del canestro sia dal perimetro che da sotto (Paesano 4/4 nei primi minuti) mentre Rimini si aggrappa prima a Crotta poi a Panzini per cercare di tenere il passo. Tassinari non è produttivo e non lo sarà fino alla fine e nemmeno Romano, ma che nel frattempo fa molta legna in difesa, così Oleggio chiude il quarto avanti di 6 sul 24-18. Nel secondo quarto ci pensano Meluzzi e Panzini a prendere in mano la partita ed accelerano tanto da riuscire  a mettere il naso avanti anche se di un solo punto e solo per qualche secondo: il tabellone dice 35-36 ma Rimini si ferma di nuovo, le cose non cambiano e si gioca ad elastico: ogni volta che NTS CRABS si avvicina Oleggio allunga tanto che è il risultato del quarto è esattamente 18 pari e siamo sempre sotto di 6 (42-36). Al ritorno in campo Rimini ha più energia e ricuce ancora, ma è un fuoco di paglia così Oleggio scappa nuovamente, Romano ritrova la mira e ci tiene a galla, ma si segna poco e alla lunga perdiamo il controllo del quarto, per di più facciamo solo 14 punti e Oleggio guadagna il 55-50.
Ultimo giro di lancette Oleggio fa ancora il minimo indispensabile per tenere il naso avanti e sembra bastare, quando Romano e Chiera  orchestrano la danza e i biancorossi rimontano con decisione fino al 66 pari. Mancano ancora 2:12 ma non segna più nessuno, si capisce che basterà solo un tiro per portarla a casa, per noi sbagliano Panzini poi Perez e poi Romano, per loro sbaglia Ferrari e poi Resca che però si ripete a fil di sirena, peccato sia successo ai nostri avversari prima che a noi, finisce 68-66 e torniamo con le pive nel sacco.

Conclusione: se l’ambizione è quella di portare molto pubblico al Flaminio occorre vincere, almeno con le dirette concorrenti, per farlo devi segnare e se Tassinari, Perez e Foiera, pur per motivi diversi, restano sotto il  loro standard si fa notte. Per assurdo le statistiche di Rimini sono tutte migliori di quelle di Oleggio ma il referto rosa è rimasto in Piemonte.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy